martedì 31 agosto 2010

AMARE


Amare è così breve, e dimenticare così lungo. Non assomigli più a nessuna da quando ti amo. Potranno tagliare tutti i fiori, come hai fatto tu, ma non fermeranno mai la primavera. P. Neruda

COMUNICAZIONE NON VERBALE



La comunicazione non verbale comprende tutti gli aspetti di uno scambio comunicativo non concernenti il livello logico - semantico del messaggio, ossia il significato razionale del messaggio trasmesso.
La comunicazione non verbale non è influenzata da cultura, razza, sesso , religione.
Pur essendo un linguaggio universale e determinante nella seduzione, nel coinvolgimnento e nell'innamoramento, la comunicazione non verbale non è facilmente e correttamente decodificata in quanto non viene insegnata.
Muovere il corpo per comunicare e per sedurre può essere fatto anche in modo deliberato.
I bambini sono abili nel coglierne istintivamente il significato ma crescendo perdono questa capacità in quanto non viene allenata.
Nella seduzione la comunicazione non verbale è determinante.
E' necessario pertanto riappropriarsi del linguaggio non verbale.
attraverso la comunicazione  non verbale ad esempio una donna può capire cosa attrae irresistibilmente gli uomini

Canali di Comunicazione non Verbale


I canali di comunicazione non verbale sono i veicoli attraverso cui si manifesta la comunicazione non verbalee stessa.
Conoscerli e dominarli è basilare nella seduzione e nell'innamoramento.
i canali di comunicazione non verbale sono:

1) Prossemica
2) Cinesica
3) paralinguistica
4) Contatto Fisico


Prossemica



La prossemica è quel canale di comunicazione non verbale che gestisce lo spazio interpersonale.
Più ci avviciniamo ad una persona più entriamo dentro la sua intimità.

possiamo dividere lo spazio della prossemica in 4 aree

- la zona intima va dalla superficie della nostra pelle a circa 50 centimetri di distanza.
Avere accesso senza essere rifiutati implica un buon inizio della costruzione del potenziale di seduzione.

- la zona personale va da 50 centimetri a circa un metro di distanza. E' una zona che viene concessa solo con potenziale di seduzione medio, e nelle situazioni sociali che lo consentono: ascensore, colleghi che lavorano assieme, autobus, ecc.
- la zona sociale va da uno a tre metri o quattro metri: se siamo ammessi solo entro la zona sociale il nostro potenziale di seduzione è basso infatti è la distanza a cui ci manteniamo rispetto agli interlocutori più o meno casuali o alle persone che non ci attraggono.
- la zona pubblica, oltre i quattro metri, è quella prevista per le occasioni pubbliche ufficiali, per conferenze, comizi , incontri dibattiti.

E' importante imparare a gestire la prossemica in modo da cogliere e valutare il nostro potenziale di seduzione.
Non va forzata la prossemica.
Si capisce che non siamo accettati quando l'interlocutore si allontana ristabilendo le distanze alla sua sfera emotiva più congeniali.

Cinesica



La cinesica è la gestione della gestualità e della mimica e delle espressioni facciali va considerato che non tutto ciò che viene comunicato tramite le espressioni del volto è sotto il nostro controllo (ad esempio l'arrossire o l'impallidire). La gran parte delle espressioni facciali sono, ad ogni modo, assolutamente volontarie ed adattabili a nostro piacimento alle circostanze.
La gestualità anche è sotto il nostro controllo.
attraverso i gesti possiamo esprimere atteggiamenti di
sicurezza- insicurezza
coraggio - paura
emozione- controllo
eccitazione- freddezza


Paralinguistica



E' l'insieme dei suoni emessi extra verbali emessi nella comunicazione verbale, indipendentemente dal significato delle parole.
Comprende:
Tono

Frequenza

Ritmo

Silenzio

Suoni

intonazione;

intensità;

La capacità della gestione della paralinguistica è molto importante nella seduzione.
Ci sono persone emotivamente attratte da suoni duri e ritmi incalzanti , altre che si emozionano con suoni dolci e ritmi lenti.
E' importante nella seduzione capirlo immediatamente dal tipo di risposte non verbali che si ottengono di rimando in modo tale da impostare da subito la giusta paralinguistica.


Contatto Fisico



Nella seduzione è importante arrivare al contatto fisico.
potremmo dire che non esiste seduzione senza contatto fisico.
Ci sono alcuni tipi di contatto fisico socialmente accettati, come la stretta di mano ed altri che consentiamo solo a chi ha potenziale emotivo o di seduzione nei nostri confronti.
La gestione del contatto fisico deve avvenire gradualmente in modo tale che l'altra persona si abitui.
Nella seduzione dobbiamo toccare e togliere subito la mano prima che l'altra persona possa decodificare il tutto logicamente.
Ad esempio mentre parlo con una donna facendo finta di nulla posso toccarle il braccio interrompendo subito dopo il contatto.
Posso poi passare sempre usando la stessa modalità a zone più personali, la spalla, la gamba, ecc.
E' importante però interrompere subito dopo il contatto.

INFORMAZIONI:
DOTT. MASSIMO TARAMASCO Autore del libro Ingegneria della seduzione -ed. anteprima
TEL.: 333 1511703
MAIL: centrostudicomunicazione@yahoo.it
SITO: http://www.seduzionevip.com
POSSIBILITA' ANCHE DI CONSULTI TELEFONICI E TRAMITE E MAIL CON INVIO DI file ed MP3


SITO SU SEDUZIONE E TECNICHE DI SEDUZIONE

lunedì 30 agosto 2010

TATTICHE DI SEDUZIONE


La seduzione che si basa sulla comunicazione, prevede anche alcune tattiche che servono a far penetrare il messaggio che emettiamo nella sfera emotiva inconsapevole della persona che intendiamo sedurre in modo che venga superata la sfera razionale che è quella che normalmente può opporre resistenze.
le tattiche di seduzione basate sulla comunicazione prendono spunto dal modo di comunicare di Milton Erickson.
Vediamo quindi come può essere messa in atto la seduzione basandosi sul tattiche e strategie di comunicazione.

Metafore



le metafore sono delle storie che hanno la funzione di creare identificazione con chi le ascolta. La seduzione si manifesta perchè la persona da sedurre percepisce che noi siamo entrati in profonda sintonia.
In realtà è il nostro modo di comunicare che utilizza la metafora che fa si che il potenziale sedotto creda questo.
Gesù ad esempio parlava per parabole, ed attraverso la parabola chiunque poteva identificarsi in quello che veniva detto indipendentemente dal vissuto specifico.

Come si costruiscono le metafore


per costruire le metafore in modo tale che si possa avviare la seduzione è necessario creare una storia, metaforica appunto, nella quale il "sedotto" possa identificarsi e nella quale possa identificare noi come oggetti di desiderio in grado di fargli vivere stati emotivi molto intensi.
Questa regola che in termini tecnici si chiama "isomorfismo"

Comunicazione seduttiva


La comunicazione seduttiva si basa sull'utilizzo consapevole della paralinguistica e soprattutto sull'utilizzo e sulla modulazione consapevole del tono della voce.
Il tono della voce della comunicazione seduttiva è un tono caldo, calmo, profondo.
Non va usato sempre ma soltanto quando vogliamo che le parole in questione entrino nella sfera emotiva senza essere filtrate dalla razionalità.
Questa tattica di seduzione prende il nome di "disseminazione" in quanto le parole ed i concetti chiave vengono pronunciati, rispetto al resto del discorso con il tono di voce caldo e profondo proprio della comunicazione seduttiva

Creazione di un campo affermativo


E' importante creare attraverso dei truismi un clima a noi favorevole.
Questo succede quando otteniamo dei consensi, via via crescenti.
Ed è quello che capita nella seduzione e nel corteggiamento.
Non si invita subito una donna a letto, prima la si invita ad uscir per bere, poi a cena, e magari successivamente si finisce a letto.
Ovviamente il processo di seduzione si bloccherebbe se lei ci dicesse subito di no.
E' importante ottenere un certo numero di si, prima di formulare, l'invito ad uscire.
E' facile ottenere dei si su questioni che hanno basso impatto emotivo.

EMOZIONI ED AZIONE


La sfera emotiva non è ricettiva alla parola ma sono le immagini , le sensazioni ma soprattutto le azioni che ci permettono di comunicare con essa. Il cambiamento richiede Azione.
Massimo Taramasco

SEDURRE CON GLI OCCHIALI


Gli accessori in generale possono essere strumenti veicolanto la seduzione, dei mezzi attraverso i quali esprimere il nostro potenziale di seduzione.

Tra tutti gli accessori gli occhiali ricoprono un ruolo importante nella seduzione.
Tra l'altro in molti casa (la maggioranza) gli occhiali svolgono una funzione essenziale, per cui si può sfruttare il fatto di coverli comunque portare per farli anche diventare un potente mezzo di seduzione.
Gli occhiali giustificano e ci danno modo di mettere in attto tutta una serie di gesti, facenti parte della cinesica, che possono innestarsi su emotività già esistenti amplificandole e rendendo così un servizio emozionale al nostro interlocutore.

Facciamo due esempi:

Stimolazione della Sessualità


per inviare segnali che possono amplificare l'esigenza sessuale è sussiciente mentre si parla togliersi gli occhiali ed appoggiare distrattamente le bacchette sulle labbra.

Stimolazione Affettività


per inviare segnali che possono amplificare l'esigenza affettiva è sufficiente mentre si parla togliersi gli occhiali e tenere le bacchette in modo avvolgente e protettivo con entrambe le mani.

INFORMAZIONI:
DOTT. MASSIMO TARAMASCO
TEL.: 333 1511703
MAIL: centrostudicomunicazione@yahoo.it
SITO: http://laseduzione.altervista.org

SITO SU SEDUZIONE E TECNICHE DI SEDUZIONE
POSSIBILITA' ANCHE DI CONSULTI TELEFONICI E TRAMITE E MAIL CON INVIO DI file ed MP3

domenica 29 agosto 2010

DONNE E UOMINI


Donne e uomini rappresentano due mondi molto diversi che spesso si cercano e qualche volta si incontrano.
La diversità tra uomini e donne è fondamentale per l'attrazione non solo fisica ma per l'attrazione emotiva e per la seduzione.
Uomini e donne sono mammiferi caratterizzati da dimorfismo sessuale, cioè statisticamente l'uomo è più grande, forte e muscoloso della donna.
Una caratteristica curiosa, di cui però non sono ancora note le motivazioni, è che tutti i mammiferi caratterizzati da dimorfismo sessuale NON sono monogami.

Naturalmente donne e uomini sono mammiferi "speciali" avendo sviluppato a livello cerebrale la neo cortex che manca o è estremamente ridotta nelle altre specie.
In ogni caso sembra non tanto da quello che si dice ma dai fatti che anche donne e uomini siano allineati con la caratteristica poligamia delle altre specie.

Donna



La parola donna deriva dal latino donna, forma sincopata di domina, cioè padrona e questo se vogliamo la dice lunga su quale dei due sessi è quello debole.

Il passaggio all'età adulta, dal punto di vista biologico, è segnato da diverse tappe, molto più marcate e precise di quelle che caratterizzano lo sviluppo dell'uomo come il telarca (lo sviluppo delle mammelle) e il menarca (l'apparizione del primo ciclo mestruale), la menopausa, intorno ai 45-50 anni.
Inoltre la donna rispetto alle femmine di mammiferi delle altre specie ha perso una caratteristica fondamentale (probabilmente per facilitare la conservazione della specie) e cioè l'ESTRO o "calore" per cui è disponibile all'accoppiamento in tutti i periodi dell'anno.
Si pensa che invece le donne primitive avessero ancora l'estro di cui la donna moderna conserva traccia nella maggiore eccitabilità durante la fase dell'ovulazione.

Uomo


L'uomo (dal latino homo) ha i passaggi caratteristici delle diverse fasi della vita meno marcati rispetto a quelli delle donne.
Donne e uominii in questo sono molto diversi.

L'età adulta è il periodo nella vita del maschio dopo la sua transizione da ragazzo. Numerose culture hanno riti di passaggio per simboleggiare il passaggio all'età adulta dell'uomo, come il sacramento della Confermazione in alcuni rami della Cristianità, il bar mitzvah nel Giudaismo, o semplicemente il festeggiamento del sedicesimo, diciassettesimo, diciottesimo, ventesimo, ventunesimo o trentesimo compleanno, a seconda del limite giuridico o culturale, oppure della comparsa o maturazione dei caratteri sessuali secondari e accrescimento di quelli primari, nelle società tribali o poco strutturate.

Rapporti socio culturali tra donne e uomini


I rapporti sociali e culturali tra donne e uomini tra i due sessi, a seconda della cultura di appartenenza, può andare da un rigido cerimoniale a un'apparente completa libertà.
La prima tappa fondamentale, nella cultura occidentale (si fa per dire), è la Bibbia. Nel racconto della creazione i due sessi sono creati uguali, ma nei racconti successivi invece la donna viene creata successivamente all'uomo, da una sua costola, ed è causa della cacciata dal Paradiso terrestre.
Neanche con l'avvento del Cristianesimo le cose cambiano di molto, sebbene San Paolo affermò che davanti a Dio non vi è alcuna differenza tra i sessi.

Bisogna attendere fino al 1800 circa secolo per raggiungere la presa di coscienza de l'ineguaglianza dello stato sociale di donne e uomini ed a una profonda rivalutazione della condizione femminile.

Differenze comportamentali tra donne e uomini



La cura per l'estetica, una pratica più spesso femminile, diffusa praticamente in tutte le culture (eccetto quelle dove per colpa degli uomini l'estetica della donna viene mortificata).
Questo significa che la differenza è trans culturale e quindi parte direi del patrimonio genetico.
Questa differenza comportamentale si manifesta con il fatto che le donne siano più spesso dedite a una maggior attenzione dell'estetica del proprio corpo. Questa differenza, rispetto all'uomo, si manifesta in quasi tutte le culture con l'uso da parte delle donne di diversi artifici, come il maquillage e l'utilizzo di gioielli ornamentali.

Nella società attuale si sta un po perdendo questa differenza e vi sono modelli di uomini più "effeminati" e modelli di donne più "mascolinizzate" e questo sicuramente non porta dei benefici nelle relazioni tra i due sessi.

Differenze sul modo di vivere la sessualità


Donne e uomini hanno spinte istintuali differenti che comportano differenti modalità di vivere la sessualità.
Questo è dovuto al fatto che l'istinto si preoccupa della conservazione della specie e della conservazione individuale.
Questi impulsi sono presenti anche nelle donne e uomini moderni.
per ottimizzare la conservazione della specie l'uomo deve accoppiarsi con più donne possibili, in questo modo da differenziare maggiormente il suo patrimonio genetico.
La donna invece dal punto di vista della sopravvivenza individuale, visto che andrà incontro ad un periodo di oggettiva difficoltà quale gravidanza e parto ha bisogno di accoppiarsi con l'uomo giusto, quello che possibilmente resti con lei e la supporti in questo periodo difficile.
Oggi naturalmente non siamo più in epoca primitiva ma gli impulsi provenienti da quel lontano periodo sono ancora presenti.
Infatti gli uomini presentano statisticamente meno difficoltà a concedersi sessualmente a donne diverse, con le quali non intrattengono nessun altro tipo di legame mentre le donne hanno la necessità di credere che l'uomo al quale si condono provi qualcosa in più per loro della semplice esigenza di acquietare gli impulsi sessuali.

Differenze emotive tra uomini e donne


Donne e uomini emotivamente sono più simili di quanto si creda.
le emozioni sono ciò che produce innamoramento.
Uomini e donne si innamorano di chi fa loro rivivere lo stesso tipo di emozioni vissute in passato.
E' credenza comune che gli uomini presentino una maggior aggressività rispetto alle donne, questo probabilmente è vero anche se non in modo così marcato.
Erroneamente gli uomini vengono considerati meno emotivi e più controllati delle donne.

La seduzione tra uomini e donne



la seduzione tra uomini e donne si manifesta in modi diversi.
Un uomo che riesce ad avere rapporti sessuali con una donna può a ragione pensare di aver in qualche modo coinvolto anche emotivamente la donna.

Una donna che riesce ad avere rapporti sessuali con un uomo invece non deve farsi l'illusione che l'uomo debba essere coinvolto o innamorato di lei.
Questo per le ragioni sopra citate.
Per cui una donna seducente non è quella che riesce ad andare a letto con tanti uomini, ma quella che riesce a coinvolgere emotivamente e tenersi l'uomo che le interessa.

INNAMORAMENTO


L'innamoramento viene percepito dagli esseri umani come una forza che non riescono a controllare ed a governare.E' un complesso di emozioni che inducono comportamenti anche strani paradossali, che fanno fare delle cose che normalmente non si farebbero.
L'innamoramento è caratterizzato dal forte coinvolgimento emotivo associato a un'intensa attrazione sessuale.

Cause dell'innamoramento



L'innamoramento non avviene casualmente. Ci sono delle motivazioni che ci fanno innamorare di una persona piuttosto che di un'altra.

Nell’ essere umano si sono sviluppati ed evoluti nel tempo degli attivatori di attrazione e di innamoramento che sono diventati sempre più comportamentali rispetto a quelli chimici ed ormonali di altre specie animali evolute.

L’attrazione maschio – femmina divenne perciò sempre più selettiva, sviluppandosi pertanto l'esigenza di innamoramento per cui la scelta sessuale è fatta in base a criteri del tutto individuali, ma non più casuali o legati agli ormoni. L'esigenza di innamoramento è un'esigenza tipicamente umana che gli altri mammiferi non manifestano se non come spinta riproduttiva o di attaccamento al capo branco.
In effetti quando noi parliamo di amore del nostro cane nei nostri confronti si tratta di un attaccamento istintuale che il cane dimostra verso il capo branco ruolo che noi ai suoi occhi rappresentiamo.
E' sempre una forma di AMORE in senso generale ma diversa dall'innamoramento provato dagli esseri umani.
le cause dell'innamoramento umano sono diventate essenzialmente emozionali.
Ci innamoriamo di chi riesce ad alimentarci emotivamente nel modo giusto per noi, riproducendo in prima istanza l'imprinting emotivo vissuto in età infantile all'interno della famiglia di origine.

Fisiologia dell'innamoramento



Gli esseri umani appartengono in ogni caso alla famiglia dei mammiferi, per cui ci portiamo dentro, in zone più primitive del cervello dinamiche alla base dell'innamoramento influenzate da fattori chimico ormonali e fisiologici quali l'odore, la postura, l'aspetto, la produzione ormonale.
Nella donna ad esempio, quale retaggio del "calore" che presentano in particolari periodi dell'anno femmine di altre specie, è rimasto una particolare eccitazione libidica nel periodo prossimo all'ovulazione.
L'innamoramento provoca anche modificazioni nell'organismo umano a livello chimico ormonale.

COME CONQUISTARE


Come conquistare un uomo e come conquistare una donna sono sempre stati desideri più o meno nascosti di tutte le persone.
Imparare l'arte della conquista sentimentale e della seduzione è quindi la premessa indispensabile.
la conquista e la seduzione di un uomo o di una donna passa attraverso diverse fasi.

Corteggiamento



Il corteggiamento, sin dall'epoca Romantica, è considerato il mezzo antesignano con il quale conquistare una donna ma anche su come conquistare un uomo.
Nella conquista di un uomo in realtà la donna deve mettere in atto un corteggiamento indiretto, inducendo nell'uomo il desiderio di seduzione nei suoi confronti ed il desiderio di corteggiarla.

Il corteggiamento è un insieme di strategie atte a sedurre una donna, si possono ad esempio considerare inviti romantici, cene a lume di candela, regalare dei fiori, il ballo e più in generale qualsiasi forma di attenzione per poter far innamorare una persona.
Anche le donne hanno iniziato a corteggiare in modo diretto gli uomini, ma il rischio in questi casi è che l'uomo sia attratto solo a livello sessuale.

Ed in effetti l'attrazione sessuale è una componete fondamentale per conquistare un uomo e per conquistare una donna.

Attrazione Sessuale


L'attrazione sessuale, è una forma di desiderio a livello fisico - genitale che spinge il soggetto che la prova a desiderare l'appagamento della sua attrazione mediante il rapporto sessuale con l'oggetto del suo desiderio..
La sessualità è un istinto e come tutti gli istinti ha una funzione volta alla sopravvivenza della specie.

L'uomo, a differenza delle altre specie animali, è caratterizzato da una particolare e complessa socialità che ha bisogno di armonizzare l'istintualità con l'emotività ma anche con la razionalità, la logica e con la cultura.

L'attrazione sessuale può, laddove essa diventi molto intensa ed esclusiva, spingere l'individuo a disinteressarsi transitoriamente e progressivamente di altre passioni (es. un hobby o uno sport) e a considerare il partner oggetto di desiderio in modo totalizzante, come l'intero ambito della sua esistenza.

Desiderio



Il desiderio è la spinta motivazionale che ci spinge a fare delle azioni per conquistare l'uomo o la donna di nostro interesse.
senza desiderio non siamo spinti a fare nulla.
Il desiderio spinge ad agire per il successivo possesso.

I filosofi, sin dalle origini della filosofia, si sono domandati quale spazio dare ai desideri. Le risposte sono molto variegate. Dentro il Fedone, Platone espone l'idea di una via ascetica, o di come l'uomo debba lottare contra i desideri turbolenti del proprio corpo; i cirenaici, al contrario, fanno della soddisfazione di tutti i desideri il bene supremo.


Per Schopenhauer solo liberandosi radicalmente di ogni desiderio, solo estirpando da sé la volontà l’uomo potrebbe superare l’infelicità che fa parte della sua natura.

sabato 28 agosto 2010

AL CENTRO DELL'AMORE


L'amore è al centro dell'essere umano, peccato che i più vivono decentrati.
Massimo Taramasco (IDEATORE DEL METODO INGEGNERIA DELLA SEDUZIONE )

AMORE

Definire l'amore non è semplice.
L'amore è un sentimento intenso e profondo, di affetto, simpatia o passione, verso persone, ma anche ideali, ideologie.
In realtà la parola "amore" ha molteplici significati, proviamo a vederne alcuni.

Amore Romantico

L'amore "romantico" ha un significato,legato alla passionalità e all'intimità tra due persone.
Spesso l'amore romantico prescinde da un impegno reciproco.

Amore sessuale


è anche definito infatuazione, alcuni non lo considerano nemmeno amore ma in ogni caso la componete passionale è molto forte, per cui potremmo sicuramente dire che sempre di una forma di amore si tratta.

amore platonico


Amore senza connotazione sessuale e senza impegno reciproco, è anche definito simpatia d'amore.

amore ideale


per qualcosa di astratto o inanimato, come un'idea o un obiettivo
amore politico o sociale, per i propri principi, la propria nazione o patria, la propria dignità, il proprio onore e l'indipendenza amore di fede verso qualche essere divino o Dio (detto anche devozione)

sodalizio d'amore


Relazione di coppia in cui non c'è più passionalità ma vi è una forte componente affettiva, di intimità ed anche un impegno reciproco di un progetto in comune, normalmente un progetto familiare.

Pathos


Il pathos è più collegato all'innamoramento ed al desiderio, potremmo dire che è emotività pura che tenderà a diventare velocemente "amore romantico".

innamoramento


La fase di innamoramento è la fase dove avviene una sorta di transfert e quindi di proiezione emotiva sull'altra persona.
Nella fase dell'innamoramento, la persona si concentra sul singolo compagno e la fedeltà assume importanza.
Sebbene gli esseri umani siano in genere sessualmente poligami (come tutti i mammiferi caratterizzati da dimorfismo sessuale, se sono monogami fanno una forzatura), si ritiene tuttavia che siano emozionalmente monogami: possono amare (romanticamente) una sola persona alla volta.

Amore geloso



L'amore e la paura di perdere la persona o la cosa amata, accompagnano spesso un sentimento di gelosia verso l'oggetto di desiderio. In taluni casi la gelosia impedisce la conduzione di una vita normale e l'attaccamento diventa morboso.

Amore Universale


La definizione di "amore" universale è il volere che gli altri siano felici. Questo amore è incondizionato e richiede molto coraggio e accettazione, sia degli altri che di sé. Il nemico dell'amore vero è qualcosa che può sembrargli simile ma è invece il suo opposto: l'attaccamento ed il senso di possesso.

INFORMAZIONI:
DOTT. MASSIMO TARAMASCO
TEL.: 333 1511703
MAIL: centrostudicomunicazione@yahoo.it
SITO: http://laseduzione.altervista.org
POSSIBILITA' ANCHE DI CONSULTI TELEFONICI E TRAMITE E MAIL CON INVIO DI file ed MP3

SITO SU SEDUZIONE E TECNICHE DI SEDUZIONE

SEDUZIONE

per seduzione si intende il processo con cui una persona fa innamorare, attrae e coinvolge un'altra persona soprattutto ma non solo in ambito sentimentale . Il termine deriva dal latino se-ducere e significa letteralmente "portare a se".

Meccanismi



I meccanismi della seduzione sono stati proposti da molti secoli in leggende, racconti, storie, romanzi ma anche in opere per il teatro oppure per il cinema.
Tutto questo ha fatto diventare la seduzione un archetipo patrimonio dell'umanità Esistono moltissimi meccanismi per produrre seduzione ed innamoramento.

Si potrebbe definire autentico vero amore che supera l'illusione d'amore il rapporto dove vengono reciprocamente soddisfatte le esigenze logiche e le esigenze emozionali dell'altra persona. Non esiste una persona uguale ad un'altra, e la stessa persona in una diversa situazione può essere sedotta in un modo diverso.
Il bravo seduttore e la brava seduttrice sono quelle persone che riescono a rendere consapevoli i meccanismi , normalmente inconsapevoli e subliminali che producono seduzione.

Identificazione Emozionale



Il meccanismo fondamentale è quello dell'identificazione emozionale , cioè il seduttore amplifica e stimola emozioni nel sedotto. proprio le emozioni che la parte emotiva del sedotto vuole vivere.
Giacomo Casanova, abile seduttore, utilizzava abilmente questo meccanismo. le donne che seduceva si identificavano emozionalmente in lui e successivamente ne erano irresistibilmente attratte ed affascinate.

L'attrazione



Un altro meccanismo di seduzione è quello dell'esibizione della propria fisicità e del proprio corpo per produrre attrazione erotica.
E' fondamentale rendersi conto che gli uomini sono attratti da come una donna muove il corpo più che dal corpo stesso.
E' il movimento del corpo che emana libido ed attrazione.
Allo stesso modo un uomo che riesce a muovere nel modo giusto il suo corpo può essere identificato come maschi alfa dominante e quindi produrre nella donna una forte attrazione erotica.


Il prestigio



Per prestigio , potremmo definire il meccanismo per cui la persona ci fa innamorare non tanto per come è essa stessa ma per il ruolo ed il prestigio sociale ed economico che ricopre.Ragazze che si innamorano di un famoso avvocato, o medico o imprenditore sono soggette a questo meccanismo che si definisce anche sindrome di pigmalione.


Intesa sessuale



Il piacere e l'estasi sessuale è un collante molto forte se vengono rispettate alcune regole. La più importante di questa è la fantasia che permette di vivere sempre più intense forme di piacere e di desiderio.

Le tecniche di seduzione



La seduzione non è una dote naturale che c'è o non c'è.
La seduzione può essere appresa.
esistono delle tecniche di seduzione che tutti possono imparare .
Sono tecniche di tipo comportamentale che aumentano la probabilità statistica di fare colpo su una determinata persona o, almeno, di trovarne una ricettiva all'interno di un gruppo selezionato allo scopo di individuarvi il partner.

INFORMAZIONI:
DOTT. MASSIMO TARAMASCO
TEL.: 333 1511703
MAIL: centrostudicomunicazione@yahoo.it
SITO: http://laseduzione.altervista.org
POSSIBILITA' ANCHE DI CONSULTI TELEFONICI E TRAMITE E MAIL CON INVIO DI file ed MP3

SITO SU SEDUZIONE E TECNICHE DI SEDUZIONE

GESTUALITA' E SEDUZIONE


Gestualità delle mani, particolari espressioni del volto, micro movimenti delle labbra, comportamenti tipici, posture caratteristiche, rivelano molto degli esseri umani, comunicando quello che non possono o non vogliono esprimere attraverso la parola. Massimo Taramasco

AMORE


Ecco il mio segreto, un segreto molto semplice:è solo con il cuore che si può veramente vedere: ciò che è essenziale è invisibile agli occhi. (da: Il Piccolo Principe)

ESIGENZE EMOZIONALI


Imparare a riconoscere le esigenze emozionali delle persone che ci interessano ci consente di gettare le basi per costruire un rapporto solido, basato sulla possibilità di vivere piacere ed appagamento reciproco, superando le barriere dell'ego ed entrando in sintonia profonda che è il presupposto per la trasformazione dell'illusione d'amore in amore.
Massimo Taramasco

venerdì 27 agosto 2010

LINGUAGGIO DELLE EMOZIONI


Con le le parole si può ingannare, il corpo invece non sa mentire, parla un linguaggio che inevitabilmente lascia trapelare le esigenze emotive più nascoste.
Massimo Taramasco

TECNICHE di SEDUZIONE e REGOLE DELLA SEDUZIONE


Il linguaggio della seduzione è una funzione complessa , per mezzo della quale l'uomo,
con l'uso di simboli mimici, gestuali, verbali, ed altro, comunica con gli altri
ottiene la possibilità di raggiungere la seduzione in tempi rapidi. È largamente accettato che il linguaggio della seduzione rappresenti un insieme di forme particolari,
appartenenti al concetto molto più generale di comunicazione, soprattutto della comunicazione non verbale

In linea di principio:

COMUNICARE = INFORMARE

Tale identità è però molto limitativa in quanto esclude tutto ciò che determina nell'individuo l'accoglimento di
una informazione.

Inoltre la comunicazione informativa non consente di innescare il processo della seduzione .
La seduzione come capacità di coinvolgere  infatti ha bisogno di emozioni.
Una regola fondamentale della seduzione è che:
chi si dimostra affamato difficilmente verrà sfamato.

L’essere umano utilizzerà l'informazione nel modo che riterrà più consono alle sue esigenze e il comportamento che
ne scaturirà sarà conseguente a tali esigenze, indipendentemente dagli oggettivi contenuti logici
dell'informazione stessa.
COMUNICARE = DEFINIRE UNA NATURA DI
RELAZIONE E TRASMETTERE UN CONTENUTO.
A questo punto possiamo ben definire che la comunicazione permette agli individui di identificare un
comune CONTENUTO e di definire la loro NATURA DI RELAZIONE.
Il fatto di comunicare con gli altri, di scambiare esperienze, idee, emozioni con le persone che ci
circondano, di interagire in vari modi con coloro che condividono con noi l'ambiente sociale,
di lavoro o famigliare, rientra nell'esperienza vitale primaria di ciascuno di noi.

Tutto questo complesso di fenomeni si può riassumere nell'espressione "comunicazione interpersonale",

che si è rivelato, soprattutto negli ultimi decenni, come un nodo cruciale per una serie di discipline
relativamente indipendenti fra loro: la psicologia, la linguistica, la pedagogia, la sociologia, la teoria dell'informazione, l'etologia, l'antropologia, le scienze sociali etc. etc.

Come e perchè si comunica con le altre persone?

La comunicazione umana e animale non è solo il mezzo per trasmettere reciprocamente delle informazioni, ma
costituisce una fonte di stimolazioni che assolvono a diversi tipi di funzione, in un modo non sempre consapevole.

Le tecniche di seduzione si basano proprio sul presupposto che:
l’attrazione non è una scelta logica.
La seduzione come l’attrazione e l’innamoramento affondano le radici nella parte istintiva ed
in quella emozionale dell’uomo. Il cervello umano infatti è triadico, ha infatti una funzione istintiva, una emotiva ed una logica.

E ancora, nonostante la parola sia per l'uomo la principale forma di comunicazione interpersonale,
noi comunichiamo anche mediante lo sguardo, i gesti, il comportamento, le variazioni
di postura ed altre forme di comunicazione non verbale .
Questi messaggi non verbali possono modificare e spesso rovesciare il senso delle parole e si rivelano
un potente mezzo di gestione del comportamento di coloro che sono in rapporto di relazione con noi
ed un potente mezzo per la seduzione della persona di nostro interesse.

LE FUNZIONI LOGICHE DELLA COMUNICAZIONE



Ogni individuo che comunica si pone un obiettivo, ossia ha sempre uno scopo per il quale imposta una comunicazione.
Tali obiettivi vengono da noi definiti "FUNZIONE" del messaggio comunicativo.

Proviamo a condensarli tecnicamente.
FUNZIONE STRUMENTALE/INFORMATIVA

Fare la spesa pagare le bollette chiamare l'idraulico, andare dal dentista, leggere un libro:
ecco alcuni esempi di comunicazione finalizzata al soddisfacimento di esigenze elementari.
Quando una Società comporta una divisione per compiti altamente specializzati, la comunicazione a fini strumentali diviene assolutamente imprescindibile, talmente vasta e diversificata nelle sue variabili da farci ritenere inutile ed impossibile non utilizzarla.
Questo tipo di comunicazione è praticamente ininfluente nella seduzione.
La nostra consapevolezza della realtà è in larga misura determinata dal contesto sociale; i nostri concetti, le nostre idee, il nostro modo di pensare vengono plasmati dalla socializzazione e dal contatto con
le altre persone. Allo stesso modo, molti dei nostri giudizi dipendono, almeno in parte,
dalle opinioni trasmesseci dagli altri.

Il più delle volte, il fatto di ritenersi attraente o simpatico dipende per lo più dalle reazioni e dai
commenti di altre persone.
Se si provasse a ripetere ad un bambino per dieci volte al giorno che è scemo, non ci si dovrà poi stupire se, alla fine, lui stesso si convincerà di esserlo per davvero.
Questo meccanismo di funzionamento della mente umana viene utilizzato efficacemente per
la seduzione al punto che la cosiddetta preselezione rientra a ragione tra le
tecniche di seduzione. Quando si nota che una persona è attraente per gli altri, automaticamente diventa attraente anche per noi.
Le tecniche di seduzione prevedono in alcuni casi il supporto di “spalle” o “gregari” che ci aiutano per
far si che gli altri ci trovino più attraenti di quanto siamo in realtà.

Tornando alla funzione informativa della comunicazione viene ad essere espletata quando con essa il
suo fruitore arricchisce in senso qualitativo o quantitativo la propria capacità di elaborazione mentale.

FUNZIONE MANIPOLATIVA della COMUNICAZIONE UMANA



Un genitore che educa il figlio, un insegnate che impone delle regole, la società che ci consegna dei doveri , un commerciante che cerca di vendere la sua merce, un uomo politico impegnato in una campagna elettorale, si avvalgono spesso della funzione manipolativa della comunicazione.

Costoro cercano di servirsi della comunicazione per stabilire un controllo su altre persone, per gestire, suggerire o pilotare il comportamento dei diretti interlocutori verso un fine diverso da quello che si otterrebbe senza comunicare.

La comunicazione diventa manipolativa quando si utilizza un ricatto emotivo per raggiungere il proprio obiettivo, facendo leva ad esempio sul senso di colpa.

Questo tipo di comunicazione non seduce, anzi spesso genera rancori ed aggressività.

LA FUNZIONE EMOTIVA DELLA COMUNICAZIONE




L’emozione è la vera essenza della seduzione .
Indipendentemente da ogni finalità, è una caratteristica umana che l'individuo manifesti il desiderio della compagnia con altre persone, per il semplice gusto di stare insieme.
Normalmente si ricercano contatti con persone dagli atteggiamenti e dalle esperienze simili, con le quali si possa instaurare una interrelazione dal ricco potenziale comunicativo.
Il contatto sociale può nascere dall'esigenza di trovarsi per soddisfare così il desiderio o il possesso dei bisogni umani, bisogni spesso più emotivi che oggettivi.
Senza alcun dubbio, l'esigenza di contatto sociale è connessa alla natura stessa dell'esistenza umana.

La funzione emozionale della comunicazione è sicuramente la meno nota e la più importante, essa rappresenta la costante di ogni interazione o necessità di comunicazione e come dicevo rappresenta il nucleo fondamentale delle tecniche di seduzione e della seduzione in se.

Tutte le altre funzioni menzionate rappresentano delle variabili, che motivano logicamente la comunicazione, ma non gli interiori effettiemozionali che espressamente scaturiscano dalla sua funzione stimolante.
L'esigenza profonda di comunicare nasce dalla funzione emozionale che la comunicazione stessa esplica.

ATTI COMUNICATIVI DELLA SEDUZIONE (come sedurre una donna e come sedurre un uomo )



Gli atti comunicativi della seduzione sono azioni eseguite con la finalità di produrre nell’ interlocutore precisi effetti emozionali allo scopo di rafforzare il servizio emotivo reso dai contenuti analogici del discorso.
Per i cultori della comunicazione integrale , essi acquistano il loro pieno significato e cioè quello di essere lo strumento per la modulazione degli stati emozionali altrui.
Tutti gli atti comunicativi possono essere o gratificanti o penalizzanti con varia intensità.
Dal momento che a noi interessano gli effetti emozionali di tali atti ai fini della seduzione e non le loro varie possibili attribuzioni logiche, ci basterà prevedere prima e quantificare poi il loro effetto penalizzante o gratificante. La quantificazione dell’effetto soggettivo ( a livello della seduzione ) prodotto è la loro sola vera misura,
ma siccome esistono nel cervello, oltre ai fotogrammi degli eventi emotivi passati, anche gli strumenti atti al riconoscimento innato di stimoli esterni, si può cercar di dare un significato univoco a taluni tipi di stimolazione.
Siamo ancora agli inizi nello studio che riguarda queste chiavi interpretative innate.
Solo molto recentemente ci si è resi conto che, se si è in grado di reagire fin dalla nascita in un modo
prevedibile alle varie situazioni, è perché deve esistere un codice interno in ognuno di noi che ci permette di
catalogare gesti, espressioni, atteggiamenti ecc. e di innescare risposte adeguate.

Gli atti comunicativi della seduzione



possono venir espressi tramite i canali della CNV , che abbiamo già avuto modo di analizzare o essere contenuti
naturalmente nell'argomento trattato; sempre però tenendo presente che sono le implicazioni analogiche ad avere effetti di tipo stimolante ed a poter quindi essere indicate quali veri atti comunicativi creanti tensione. Oltre ad avere una funzione induttiva gli Atti Comunicativi svolgono anche un importante ruolo nei confronti
dell'operatore: quello di consentirgli il necessario scarico di tensioni.

Ora vi decodifichiamo i principali atti comunicativi non verbali della seduzione .


Avvicinamento al soggetto (in condizioni di non affollamento dell'ambiente e in assenza di rapporti particolarmente confidenziali all'origine) oltre i 50-60 cm. È estremamente penalizzante.
Il fatto che sia molto più penalizzante per il soggetto che per l'operatore (colui che compie consapevolmente l'atto), dimostra quanto conoscenza e volontarietà garantiscano già un notevole scarico tensionale.
Allontanarsi oltre i due metri equivale al non esser più registrati dal soggetto come unità, ma come parte dell'ambiente; aumenta enormemente da parte del soggetto la facoltà di dedicare attenzione alle fonti di stimolo sensoriale che appartengono all'ambiente. Si possono produrre opportune microtensioni con questo tipo di atti
comunicativi, spingendo le penalizzazioni fino al limite tollerato analogicamente.
Non aspettare quindi di ricevere chiari segni di fastidio, ma porre attenzione alle verifiche
analogiche ed usare l'allontanamento quale strumento di riduzione tensionale.
Ottenuto il flash passare immediatamente ad un altro tipo di comunicazione, adattandosi però
alle nuove distanze critiche venutesi a creare nel corso dell'induzione.
Nell'ambito della gestualità sono vari i tipi di comportamenti efficaci, possiamo distinguere:

• Movimenti spaziali, tipici dei religiosi ed in generale di chi sta gestendo un potenziale nei confronti delle masse; sono movimenti ampi, spesso eseguiti con maggior lentezza rispetto ai gesti di scarico tensionale;
vengono eseguiti con una o entrambi le braccia ed eventuali spostamenti del tronco, il viso del trasmittente si
mantiene generalmente rivolto un poco al di sopra della fascia cui appartengono gli occhi degli interlocutori.
Questi gesti caricano di emotività il messaggio verbale concomitante; tra i loro risvolti penalizzanti sicuramente
importante è il fatto che si proiettino in uno spazio estendentesi al di là dell'interlocutore e che lo comprende.
• Espressioni eco-posturali ripetizione degli atti analogici di scarico tensionale dell'interlocutore.
Questo comportamento ha l'effetto di bloccare tale scarico, determinando così un forte stato tensionale nell'altro.
Potete facilmente verificare che in analogo stato può trovarsi l'interlocutore se gli parlate con uno
specchio alle spalle, in modo che possa vedervisi riflesso.
La causa scatenante di tali emozioni non viene attribuita all'operatore, purché questi, durante la "ripetizione
speculare" non fissi troppo intensamente sia le singole posture, sia gli occhi del soggetto. In tal caso possono
avvenire da parte del soggetto due cose entrambe dannose: o il riconoscimento di tali atti, sia pure senza la
sicura attribuzione di intenzionalità, oppure la registrazione di un fastidio di cui l'operatore è ritenuto causa.
Si tratta, in entrambi i casi, di penalizzazioni analogiche, non subliminali ed al di sopra del livello di
tolleranza. La ripetizione speculare difficilmente da sola produce flash ipnotico, il suo ruolo è unicamente
quello di bloccare gli scarichi tensionali in atto del soggetto; occorrerà quindi non insistere troppo,
per il corto circuito, e far seguire ad essa con immediatezza atti producenti emozioni con conseguente scarico di tensione ed innesco del processo della seduzione


PER SAPERNE DI Più contattaci:
mail : centrostudicomunicazione@yahoo.it
tel: 333 1511703
SITO:http://laseduzione.altervista.org

giovedì 26 agosto 2010

LINGUAGGIO E SEDUZIONE DELLE MANI – SECONDA LEZIONE




Le mani e la gestualità possono darci preziose indicazioni sul fatto che l'altra persona stia mentendo.
Questo nella seduzione è ovviamente importante e non solo nella seduzione intesa come fase che prelude all'inizio di una relazione ma anche nella seduzione intesa come manutenzione di un rapporto già esistente e consolidato.
Ovviamente questi segnali vanno interpretati come indizi e non come delle certezze.
Indizi che suggeriscono di approfondire la situazione o la tematica in oggetto.

Vediamo quali sono.

Sfregarsi il naso con le mani



Se lo sfregamento del naso avviene in sincronica risposta ad un'affermazione ci sono buone probabilità che l'affermazione stessa non sia vera.

mani davanti alla bocca



questa gestualità si vede in modo marcato nei bambini che quando dicono una bugia tendono, mentre la dicono a coprirsi la bocca con la mano.
Lo stesso in modo meno accentuato si riscontra anche negli adulti.

perdita del controllo della gestualità delle mani



Un altro indizio di menzogna è la perdita, localizzata all'esternazione della menzogna stessa, del controllo della gestualità della mano stessa.
Si noterà quindo in concomitanza di uan frase o di una tesi sostenuta una variazione del tipo di gestualità che diventa vistosamente scoordinata.

INFORMAZIONI:
DOTT. MASSIMO TARAMASCO
TEL.: 333 1511703
MAIL: centrostudicomunicazione@yahoo.it
SITO: http://laseduzione.altervista.org
POSSIBILITA' ANCHE DI CONSULTI TELEFONICI E TRAMITE E MAIL CON INVIO DI file ed MP3

SITO SU SEDUZIONE E TECNICHE DI SEDUZIONE

BISOGNO D'AMORE


il bisogno di innamorarsi è sempre presente negli esseri umani e si manifesta quando viene individuato un oggetto di desiderio. Diventa sentimento quando l'oggetto di desiderio amplifica il bisogno non appagando le nostre esigenze logiche. Massimo Taramasco

LINGUAGGIO E SEDUZIONE DELLE MANI – PRIMA LEZIONE





Le mani ed il modo in cui le muoviamo possono avere effetti di seduzione molto potenti.
Questo per il fatto che le mani sono un potente mezzo di comunicazione non verbale e conseguentemente di seduzione.
La seduzione delle mani si esprime attraverso le diverse modalità di espressione delle mani stesse.
Le mani sono strettamente collegate al cervello ed al senso del tatto.
Il tatto nelle mani può essere sviluppato al punto da sostituire, in parte la funzione della vista.
I non vedenti usano le mani per “vedere” il volto delle persone con le quali, è il caso di dire, entrano in contatto.
Come regola generale è bene non avere la mano sudata perchè trasmette sensazioni tattili molto sgradevoli.
Chi ha spesso le mani sudate si curi di asciugarle con un fazzoletto prima di stringere la mano.
Ovviamente senza farsi notare dall'interlocutore.
Vediamone il linguaggio, la comunicazione e la seduzione.

La seduzione in una stretta di mano



Attraverso la stretta di mano possiamo trasmettere molte emozioni ed informazioni a livello non verbale e subliminale.

La seduzione della stretta di mano materna



La stretta di mano può trasmenttere emozioni di conforto , protezione e calore umano come farebbe una “mamma buona”.
Per trasmettere questo tipo di emozioni è necessario tenere la mano morbida, accogliere la mano dell'altra persona in modo avvolgente con un contatto pieno dei palmi stringendo ovviamente la mano ma senza esagerare.
E' possibile per accentuare l'effetto e la seduzione materna usare anche l'altra mano appoggiandola sopra alla mano del nostro interlocutore.

La seduzione della stretta di mano paterna



La stretta di mano può anche farci apparire come una figura paterna ed autorevole che da sicurezza ma anche ammonimenti e sgridate.
Usare questa stretta di mano quando vogliamo far passare un messaggio subliminale di forza e di decisione.
Nella seduzione può essere talvolta utile apparire forti e dominanti, e questo tipo di stretta di mano lo comunica.
Per mettere in atto la seduzione paterna con la stretta di mano è necessario stringere la mano dell'altra persona in modo deciso mantenendo il palmo della mano leggermente angolato verso il basso in modo che di conseguenza il palmo della mano del nostro interlocutore risulti leggermente angolato verso l'alto.

La seduzione del gesto



Con le mani facciamo dei gesti, dei movimenti, tocchiamo noi stessi e gli altri.
Utilizzare la gestualità delle mani è strumento potenziale di seduzione.

Toccare se stessi può sedurre gli altri



Toccare se stessi durante una conversazione può servire per trasmettere delle emozioni e dei messaggi subliminali al nostro interlocutore.
Toccarsi il collo con la mano in modo avvolgente manda ad esempio un segnale di persona sensibile ed in grado di dare affetto.

Il rifiuto



Osservare le mani del nostro interlocutore può essere utile per capire se la seduzione che stiamo cercando di attuare viene rifiutata e respinta.Questo è molto utile perchè avviene sempre in anticipo rispetto al rifiuto logico verbale per cui si può provvedere per tempo a ritarare la nostra comunicazione.
I gesti di rifiuto della mano sono le “barriere”, cioè l'utilizzo delle mani come barriera per mantenere le distanze.

PRENOTA ORA IL CORSO ON LINE DI SEDUZIONE










mercoledì 25 agosto 2010

PRIMO APPUNTAMENTO : LA PERSONALITA' è QUELLA GIUSTA PER NOI?




Il primo appuntamento è fondamentale nella seduzione per capire se la persona con la quale ci troviamo può essere fondamentale per capire se la persona con la quale siamo usciti può essere quella giusta per noi.
Molto di più il primo appuntamento del secondo o del terzo.

Per quale motivo?

Per il fatto che non conoscendo la persona si hanno poche credenze su di lei.

E quindi se si sa cosa osservare si avrà la mente più libera per cogliere segnali importanti.

Vediamo cosa osservare a livello di temperamento della personalità.

Temperamento


il temperamento è molto importante perchè ci darà indicazioni sulla prevedilbiltà del comportamento futuro di quella persona, al di la di quello che lei stessa affermerà.

Temperamento Sanguigno


persona emotivamente aperta che si seduce dimostrandosi aperti e leali nei suoi confronti, non tollera le persone che appaiono manipolative e complicate.
La seduzione che dobbiamo mettere in atto è molto diretta, essere contorti ci fa etichettare come persone da cui diffidare.

Come si riconosce il temperamento sanguigno


muscoli sciolti e postura morbida
pesona allegra ed attiva
molto diretta
impulsiva
poco diplomatica
espressionio colorite

temperamento Collerico



persona dispotica, con tendenza a penalizzare e ad essere irriverente e talvolta arrogante.
La seduzione che dobbiamo mettere in atto consiste nel tollerare alcuni suoi scarichi di aggressività e nell'essere un po materni e protettivi.
Se non siamo disposti a tollerare certe interperanze meglio lasciar perdere.

Come si riconosce il temperamento collerico



postura rigida
muscoli tesi
indice spesso puntato
labbra chiuse
risata poco spontanea

Temperamento malinconico



persona un po lamentosa e perennemente insoddisfatta, si coinvolge con chi gli complica la vita ed entra nel suo mondo pessimistico.
La seduzione si mette in atto creandogli dei vincoli e degli ostacoli.
Dobbiamo però essere disposti ad ascoltare le sue disgrazie e lamentele, altrimenti megli lasciar perdere.

come si riconosce il temperamento malinconico



spalle leggermente ricurve
sognatore
desidera ciò che difficilmente riuscirà a possedere
cammina in modo un po incerto

temperamento flemmatico



E' un apersona molto razionale che si coinvolge poco ed ha difficoltà a lasciarsi andare e ad innamorarsi.
La seduzione si mette in atto attraverso la motivazione. Il flemmatico deve avere sempre un motivo.
Se gli diamo la motivazione giusta si innamorerà anche di noi.
Se però siamo alla riceca di una persona espansiva ed affettuosa meglio lasciar perdere.

Come si riconosce il temperamento flemmatico



iperlogica
ragiona molto
calma e fredda
poco espansiva
dosata nei movimenti e nelle espressioni

COMUNICAZIONE


Osservare le persone che comunicano è molto divertente. Nessuno in
realtà ascolta e menchè meno capisce. Cercano di fingere di ascoltare e
si impegnano anche a pensare prima di rispondere. Più pensano più le risposte sono inutili. Massimo Taramasco

SITO SU SEDUZIONE E TECNICHE DI SEDUZIONE

martedì 24 agosto 2010

LA SEDUZIONE FEMMINILE




Esistono dei modi di seduzione tipicamente femmili.
In un'epoca dove si cerca di uniformare il mondo maschile con quello femminile sia nel mondo lavorativo sia in quello familiare sia in quello sociale in genere la seduzione femminile diventa ancora più potente se, andando contro tendenza le donne riescono a differenziarsi dal modello maschile dominante.

Come diceva la canzone di Vecchioni : “voglio una donna con la gonna” gli uomini sono attratti e subiscono il fascino della seduzione di una donna che riesca attraverso la comunicazione seduttiva stessa ad evidenziare i tratti della sua femminilità.

Come si manifesta la seduzione femminile



La seduzione femminile si manifesta attraverso il modo di essere della donna stessa.
Quanto utilizzo la locuzione “modo di essere” intendo il suo modo di esprimere se stessa in tutte le forme ed i modi espressivi possibili.
Vediamone alcuni.

La seduzione della postura




Quando una donna è seduta può mandare dei segnali estremamente seduttivi.
Può ad esempio accavallare le gambe in modo che il polpaccio della gamba superiore premuto contro il ginocchio sottostante dia alla gamba un aspetto più affusolato, turgido ed accattivante.
La stessa posizione permette al busto di essere spinto in fuori evidenziando il seno.
L'evidenziazione del seno può essere incrementata comprimendolo e sospingendolo con il braccio.

La seduzione della gestualità



Sempre nella posizione seduta di cui sopra la donna può esprimere un gesto di seduzione molto forte che consiste nel far dondolare il piede facendolo scivolare fuori e dentro la scarpa.
Questo gesto non deve essere ripetuto continuamente ma solamente alcune volte durante una conversazione.

La seduzione dell'abbigliamento



L'abbigliamento è un altro stimolo di attrazione e di seduzione.
La seduzione utilizzando l'abbigliamento deve mettersi in atto utilizzando abiti che evidenzino le forme femminili senza però essere volgari o scoprire eccessivamente parti del corpo.

E' importante per la donna scegliere un tipo di abbigliamento che siano adatti sia alla sua struttura fisica sia all'età.
La gonna è più seduttiva dei pantaloni ma se una donna avesse alcuni inestetismi tipo i polpacci grossi può usare gli stivali.
Il tacco alto slancia la gamba e la figura. È necessario però che la donna si “alleni” a camminare con i tacchi.

INFORMAZIONI:
DOTT. MASSIMO TARAMASCO
TEL.: 333 1511703
MAIL: centrostudicomunicazione@yahoo.it
SITO: http://laseduzione.altervista.org
POSSIBILITA' ANCHE DI CONSULTI TELEFONICI E TRAMITE E MAIL CON INVIO DI file ed MP3
SITO SU SEDUZIONE E TECNICHE DI SEDUZIONE

Migliora l'autostima


Le convenzioni sociali limitanti se non vengono destrutturate ci impediranno di fare qualcosa di più e qualcosa di meglio di quello che stiamo glià facendo.
Massimo Taramasco

LA SEDUZIONE DEL LINGUAGGIO DEL CORPO





Come ormai è noto a molti il corpo ha un linguaggio, che va oltre quello che è la comunicazione verbale.
Ed il linguaggio del corpo rappresenta circa il 90% di quella che è la camunicazione totale.
Dal momento che

la seduzione

è comunicazione risulta evidente che utilizzare al meglio il linguaggio non verbale ci farà migliorare di ben 9 volte (dal 10% al 90%) le nostre capacità di seduzione.
Normalmente invece le persone che hanno l'esigenza di diventare più seduttive e persuasive cercano di agire migliorando il linguaggio logico verbale non rendendosi conto che del fatto che rappresenta solo il 10% del tutto e che normalmente le possibilità di miglioramento non sono così alte visto che il linguaggio verbale è quello che ci hanno insegnato a scuola che abbiamo costantemente allenato.

E' quindi attraverso il miglioramento del linguaggio verbale che si può

conquistare un uomo

che fino a poco tempo prima non riuscivate o comunque non come avreste voluto oppure

conquistare una donna

che fino a poco tempo prima non vi considerava o vi considerava solo in modo amicevole.

Linguaggio verbale-logico e non verbale-analogico (del corpo) sono allocate in aree diverse del cervello.
La comunicazione logico verbale è allocata nell'emisfero dominante (normalmente l'emisfero sinistro) mentre il

linguaggio del corpo

viene gestito dall'emisfero non dominante (normalmente il destro) che è anche l'emisfero che governa la creatività.

Questa divisione emisferica è importante, in quanto nell'emisfero dominante sono concentrate le capacità analitiche, verbali e le esigenze logico-razionali mentre nell'emisfro non dominante sono concentrate le capacità analogiche, creative, non verbali ele esigenze emozionali.

Imparare a leggere il linguaggio del corpo quindi ci permette di conoscere quelle che sono le esigenze emozionali della persona che ci interessa e questo è importantissimo nella seduzione in quanto sedurre significa essenzialmente soddisfare le esigenze emotive della persona oggetto della seduzione stessa.

Un'attenta lettura del linguaggio del corpo ci dirà inoltre se la persona che abbiamo di fronte ci stia mentendo o meno, infatti mentre le persone sono abituate a controllare la loro comunicazione verbale non lo sono altrettanto con quella non verbale.


Esistono tutta una seri di gesti che possono smentire quello che la persona afferma attraverso la parola. Gesti che normalmente le persone non sono in grado di controllare.

Affinchè la seduzione sia efficace dobbiamo quindi imparare a tenere sotto controllo elementi quali:

la paralinguistica
Comprende diversi elementi tra cui :

a) il tono della voce che può essere caldo , freddo, ironico,allegro,triste,inquisitore, di comando,acuto, basso, stridulo

b) il ritmo che può essere pacato, incalzante, lento, rapido

c)suoni extra verbali quali lo “sniffare”, il tamburellare delle dita, suoni senza un preciso significato semantico


la cinesica
Comprende diversi elementi tra cui :

a) la postura che può essere rigida, rilassata, contratta, timorosa, spavalda, seducente, non seducente, aggressiva, timorosa, guardinga.

b) lo sguardo che può essere direto, obliquo, seducente, non seducente, rivelare paura, vergogna, dterminazione, sicurezza.

c)la gestualità che può rivelare quelle che sono le esigenze emozionali, rivelare la menzogna o la lealtà, la disponibilità od il rifiuto, l'innamoramento o il disinnamoramento.

Ecco quindi che durante la seduzione dobbiamo imparare a tenere sotto controllo tutti questi elementi, leggendo quello che è il messaggio “segreto” della sfera emozionale della persona che desideriamo sedurre e nello stesso tempo imparando a governare quello che è il nostro messaggio del corpo in modo da riuscire a comunicare direttamente con la sfera emozionale del nostro interlocutore producendo attrazione e seduzione a livello subliminale, cioè al di sotto della sua consapevolezza cosciente.

INFORMAZIONI:
DOTT. MASSIMO TARAMASCO
TEL.: 333 1511703
MAIL: centrostudicomunicazione@yahoo.it
SITO: http://laseduzione.altervista.org
POSSIBILITA' ANCHE DI CONSULTI TELEFONICI E TRAMITE E MAIL CON INVIO DI file ed MP3
SITO SU SEDUZIONE E TECNICHE DI SEDUZIONE

lunedì 23 agosto 2010

LA SEDUZIONE DELLA TRASGRESSIONE





La trasgressione ha una grossa influenza sulle emozioni di tutti gli esseri unami e di conseguenza

la seduzione

che produce è notevole, anche nelle persone, uomini e donne, che per principio e per cultura ritengono di essere immuni da esigenze trasgressive.
In realtà tutti gli esseri umani hanno esigenze di trasgressione e la seduzione che produce è tanto più potente quanto la nostra sfera logica si prodiga per comprimere ed inibire le esigenze trasgressive.

Potremmo dire che paradossalmente il Cristianesimo ha reso un grosso servizio al sesso rendendolo un peccato.

Ciò che più viene compresso e controllato più tende a fortificarsi, non a livello logico ma a livello emotivo.


Come diceva Oscar Wilde l'unico modo per vincere una tentazione è cedervi.

Ovviamente la trasgressione non deve essere eccessiva, altrimenti perde il suo fascino e la seduzione che esercita svanisce..
Persone che conducono una vita all'insegna
Dobbiamo pertanto imparare a capire quelle che sono le situazioni contingenti delle persone che ci interessano.

la seduzione tra trasgressione ed istituzione



Possiamo pertanto renderci conto che la seduzione è il punto di incontro tra le esigenze trsgressive e le esigenze istutuzionali.
È come se ogni essere umano avesse due silos, due serbatoi che devono essere costantemente in equilibrio.
E' quello che succede con i vasi comunicanti, famoso principio della fisica che se due serbatoi hanno acqua a diverso livello nel momento in cui vengono collegati tra loro, per effetto della differenza di pressione, l'acqua si porta in entrambi i contenitori esattamente allo stesso livello.

E questo è esattamente quelllo che succede con i due serbatoi di trasgressione e di istituzione.

Normalmente per cultura siamo portati a far prevalere con il nostro comportamemto l'istituzione. Il che nella metafora dei serbatoi significa che il silos dell'istituzione è ad un livello maggiore.

Come avviene il livellamento?
Semplice: la trasgressione acquista un potere di seduzione e la seduzione viene messa in atto facendoci innamorare di persone che ai nostri occhi appaiono trasgressive.

In alcuni casi però accade il contrario:
la seduzione viene esercitata da persone istituzionali.
Quando accade che il fascino della seduzione sia istituzionale.
Quando il silos della trasgressione è ad un livello superiore.
In questo modo la compensazione viene attuata facendo si che le persone istituzionali acquistino fascino e potere di seduzione ai nostri occhi.
La seduzione stessa viene messa in atto facendoci innamorare di persone che ai nostri occhi sono istituzionali.


INFORMAZIONI:
DOTT. MASSIMO TARAMASCO
TEL.: 333 1511703
MAIL: centrostudicomunicazione@yahoo.it
SITO: http://laseduzione.altervista.org
POSSIBILITA' ANCHE DI CONSULTI TELEFONICI E TRAMITE E MAIL CON INVIO DI file ed MP3

SITO SU SEDUZIONE E TECNICHE DI SEDUZIONE

domenica 22 agosto 2010

LA SEDUZIONE DEL COMPORTAMENTO




Il comportamento che mettiamo in atto quando interagiamo con le persone ha è determinante nel processo di seduzione.

la seduzione

che può produrre il comportamento è una seduzione molto profonda, perchè è attraverso il nostro comportamento che possiamo pilotare tra le tante cose la gestione del desiderio e del possesso.

Desiderio e possesso sono determianti nella

seduzione

.
Tendenzialmente è solo attraverso il desiderio che percepiamo l'esigenza di un bisogno.
E' solo quando ci rendiamo conto di desiderare una persona che possiamo affermare di essere stati sedotti.
E naturalmente il desiderio deve andare oltre la pura esigenza sessuale

Con il nostro comportamento per riuscire a coinvolgere la persona che ci interessa dovviamo essenzialmente centrare due obiettivi:

1)gratificare la sfera logica
2)penalizzare la sfera analogica.

Questo perchè locicamente le persone sono sedotte dalla gratificazione mentre emotivamente vengono sedotte dalle penalizzazioni

Quindi

la seduzione

ottimale si ottiene utilizzando la comunicazione logico – verbale per dare delle gratificazioni, mentre la comunicazione analogica per dare delle penalizzazioni.
E la comunicazione analogica si esprime soprattutto attraverso il comportamento.



Ma entriamo più in dettaglio.

Cosa significa gratificare:
Dal punto di vista logico significa mantenere una relazione complementare che eviti i dissapori.
Quindi la seduzione da un punto di vista logico si mette in atto entrando nel mondo del nostro interlocutore.
Una relazione è complementare quando si cerca sempre l'accordo, la negoziazione.

Penalizzare analogicamente invece significa attraverso il comportamento mettere in atto dei comportamenti che amplifichino i desideri che ha l'altra persona.
Per amplificare i desideri esiste solo un modo.
Porre dei vincoli che ostacolino la realizzazione dei desideri stessi.
Solo in questo modo la seduzione emotiva potrà compiersi.

INFORMAZIONI:
DOTT. MASSIMO TARAMASCO
TEL.: 333 1511703
MAIL: centrostudicomunicazione@yahoo.it
SITO: http://laseduzione.altervista.org
POSSIBILITA' ANCHE DI CONSULTI TELEFONICI E TRAMITE E MAIL CON INVIO DI file ed MP3
SITO SU SEDUZIONE E TECNICHE DI SEDUZIONE

LA SEDUZIONE DELLO SGUARDO


La seduzione

prodotta dallo sguardo è quella che in termini tecnici si chiama “affascinazione”.
Questo tipo di

seduzione

viene spesso utilizzata negli spettacoli di ipnosi dove “il mago” attraverso lo sguardo induce degli stati di suggestionabilità nel partecipante all'esperimento.

La seduzione dello sguardo serve a preparare il terreno in modo da renderlo fertile per il successivo messaggio verbale che verrà proprosto in modo tale che la seduzione possa compiersi.

La seduzione dello sguardo dovrà pertanto essere usata in combinazione con la seduzione della parola.

Oltre ad indurre stati di affascinazione e di suggestione lo sguardo usato nel modo corretto può indurre stati di attrazione erotica.
Non a caso gli occhi sono da sempre considerati uno strumento di seduzione soprattutto femminile ed esiste tutto un settore specifico dell'industria cosmetica che fattura moltissimo vendendo prodotti specifici per il contorno degli occhi.

Quale tipo di sguardo produce

la seduzione

e l'affascinazione più profonda?

Per poter rispondere alla domanda è necessario prima chiarire in che modo può agire per produrre la seduzione e l'affascinazione.
Il principio di fondo è che lo sguardo deve produrre un'interruzione di schema, deve cioè destrutturare la mente razionale della persona che intendiamo sedurre.

Significa che la persona deve essere guardata in modo particolare in modo che la mente razionale sarà distratta dal ragionamento sul perchè e sul come viene guardata in questo modo.
Deve essere uno sguardo ambiguo in modo tale che la persona analizzandolo razionalmente non riesca a decodificarne la chiave di lettura.

Ci sono delle difefrenze sul come guardare per

sedurre una donna

rispetto a come guardare per

sedurre un uomo

.

Vediamoli entrambi:

Come sedurre una donna



Per sedurre o meglio indurre uno stato di affascinazione, in una donna è necessario utilizzare uno sguardo diretto nerso la radice del nao della donna senza battere le palpebre.

Il fatto di non battere le palpebre è un segnale analogico che fa si che , a livello subliminale, l'uomo venga percepito come “maschio dominante” e quindi godere dell'approvazione e dell'attrazione della sfera istintiva della femmina.

Questo sguardo deve partire prima di iniziare a parlare e si dovrà non usare la parola per 3 secondi, dopodichè è necessario iniziare a parlare.
Ritardare troppo l'aggancio verbale farà scattare nella donna dei meccanismi difensivi, parlare subito non darà modo alla mente razionale della donna di porsi la domanda sul tipo di sguardo.

Abbiamo anche modo di capire quando la seduzione e lo stato di suggestione inizia a manifestarsi.
Questo infatti è corrlato da un aumento della frequenza del battito di palpebre della donna stessa.

Sarà questo il segnale che darà il via libera alla “calata” del messaggio di seduzione che intendiamo inviare.


Come sedurre un uomo



Per sedurre o meglio indurre uno stato di affascinazione, in un nomo la donna dovrà utilizzare uno “sguardo obliquo”, cioè la donna dovrà porsi in posizione trasversale rispetto all'uomo e dirigere il suo sguardo verso la bocca dello stesso.

La donna mentre guarda l'uomo dovrà avere una frequenza di battito di palpebre abbastanza elevato e comunque superiore alla frequenza normale.
L'aumento della frequenza del battito delle palpebre ha la funzione di far si che la donna venga percepità come “femmina ideale” dalla sfera istintuale del maschio.

Lo sguardo dovra non essere sempre fisso ma per qualche istante dovrà essere distolto (per 1 o 2 sedondi) per poi tornare ad essere direzionato verso la bocca dell'uomo.

Il segnale di rimando che indica che l'uomo è stato agganciato è anche in questo caso un aumento dellla frequenza del battito delle palpebre.

A questo punto si può procedere con la seduzione “calando il messaggio “ obiettivo della seduzione stessa.

INFORMAZIONI:
DOTT. MASSIMO TARAMASCO
TEL.: 333 1511703
MAIL: centrostudicomunicazione@yahoo.it
SITO: http://laseduzione.altervista.org
POSSIBILITA' ANCHE DI CONSULTI TELEFONICI E TRAMITE E MAIL CON INVIO DI file ed MP3

SITO SU SEDUZIONE E TECNICHE DI SEDUZIONE

LA SEDUZIONE DELLA PAROLA


La seduzione

della parola è molto potente.

La seduzione

si avvale della parola come strumento per far penetrare delle idee che, come dei semi piantati in un terreno fertile opportunamente irrorato e concimato non potranno che dare i loro frutti.

Come nella parabola del seminatore parte della semente finirà sulle rocce dove verrà mangiata dagli uccelli, parte finirà nel viale dove verrà calpestata dai viandanti, parte finirà nei rovi ed i semi germoglieranno, ma le nuove piante verranno immediatamente soffocate dai rovi stessi ma la parte che finirà nel terreno fertile inevitabilmente darà i suoi frutti dove 40 dove 70, dove 100.

Così

la seduzione della parola:


Alcune parole sicuramente si disperderanno nei meandri della mente del nostro interlocutore ma quelle che penetrranno nella parte fertile della sua mente inevitabilmente daranno i lori frutti portando a termine in modo positivo la seduzione.

La seduzione della parola, la sua forza, il suo potere persuasivo ed educativo era già noto nell'antichità.

Il Logos degli antichi greci evocava proprio la seduzione prodotta dalla parola stessa.
Il vangelo di Giovanni evidenza la forza creatrice della parola iniziando proprio con “in principio era il verbo.

In tutti i riti di iniziazione di tutte le tradizioni esoteriche all'adepto viene dato un nome segreto, che sarà la fonte della sua energia e della sua forza interiore e quindi a ragione potremmo dire del suo potere di seduzione e di persuasione.

Egli non dovrà mai rivelare a nessuno tale nome.

Da dove deriva questo potere di seduzione e di persuasione?

Dal fatto che ogni parola è, usando un termine mutuato dalla fisica “un quanto” di emozione.

Le parole sono come dei contenitori il cui contenuto verrà proiettato in essi dal vissuto emotivo di chi la ascolta.




La seduzione potrà così compiersi.

Non tutte le paole hanno lo stesso potere di seduzione.
L'abilità della seduttrice e del seduttore sarà quella di usare i termini giusti, nel contesto giusto in modo da evocare potenti emozioni che possano soddisfare le esigenze della sfera emotiva dell'uomo o della donna che vogliamo sedurre.

Alcuni termini non vanno banalizzati altrimenti si svuotano del loro significato evocativo e quindi del loro potere ipnotico di seduzione.

Abusare ad esempio del termine “amore” svuota del significato fortemente evocativo di questa parola.

In un rapporto, sia di coppia, sia in una relazione nascente, sia in un tentativo di seduzione dovremmo usare la parola amore al momento giusto e nel contesto giusto.

La seduzione

si manifesta quindi usando in modo sapiente le parole, quasi come se fossero i bisturi di un chirurgo che deve fare un intervento delicato.

INFORMAZIONI:
DOTT. MASSIMO TARAMASCO
TEL.: 333 1511703
MAIL: centrostudicomunicazione@yahoo.it
SITO: http://laseduzione.altervista.org
POSSIBILITA' ANCHE DI CONSULTI TELEFONICI E TRAMITE E MAIL CON INVIO DI file ed MP3

SITO SU SEDUZIONE E TECNICHE DI SEDUZIONE

l

sabato 21 agosto 2010

AUTOCONTROLLO EMOTIVO (1 LEZIONE: Cos'è l'autocontrollo emotivo e a cosa serve)


Cos'è l'autocontrollo emotivo?



Con il termine

Autocontrollo emotivo

si intende un insieme di strumenti atti alla miglior gestione delle emozioni ed alla capacità di governare abitudini che normalmente non riusciamo a controllare, abitudini che vorremmo eliminare o all'inverso abitudini che vorremmo acquisire.
Questi strumenti sono suddivisi in tre grandi famiglie:


1.Strumenti immaginativi (autocontrollo mentale)
2.Strumenti comportamentali (autocontrollo interattivo)
3.Strumenti simbolici (autocontrollo simbolico)


Si può affermare a pieno titolo che l'autocontrollo emotivo appartiene alla famiglia delle

tecniche di seduzione

dove l'oggetto di

seduzione

siamo noi stessi o meglio la nostra sfera emotiva.


A cosa serve l'autocontrollo emotivo





L'autocontrollo emotivo può aiutarci efficacemente a superare con successo situazioni stressanti che normalmente non vogliamo affrontare o che quando siamo costretti a farlo non riusciamo ad affrontare nel modo corretto.




Ecco alcune situazioni tipiche in cui è fondamentale aver acquisito gli strumenti dell'

autocontrollo emotivo:



sviluppare le capacità di seduzione
Parlare in pubblico
Superare un colloquio di assunzione
Superare una relazione sentimentale che ci fa soffrire
Eliminare abitudini dannose
Acquisire abitudini potenzianti
Superare l'abbandono della persona amata
Relazionarsi con una persona dell'altro sesso che ci coinvolge particolarmente
Approcciare una persona dell'altro sesso che non conosciamo e che ci piace particolarmente
Affrontare una gara sportiva


Ci sono poi molte persone che temono il giudizio degli altri e questo gli fa perdere il proprio autocontrollo, si preoccupano ad esempio del loro aspetto fisico:
se sono troppo bassi o troppo alti, troppo grassi o troppo magri, se sono vestiti alla moda o fuori moda, se sono seducenti oppure goffi ed impacciati.


Chi ha questo tipo di preoccupazioni che non riesce a gestire, indipendente da come è in realtà, tenderà ad apparire agli altri come crede di essere.
Un meccanismo perverso farà si che le profezie nefaste che abbiamo consapevolmente o inconsapevolmente formulato tenderanno ad avverarsi.


Applicare la seduzione su noi stessi attraverso le metodologie di autocontrollo emotivo ci consente di uscire dai clicli negativi e di impostare dei cicli virtuosi che ci portano verso la crescita personale ed alla seduzione efficace della nostra sfera emozionale.


INFORMAZIONI:
DOTT. MASSIMO TARAMASCO
TEL.: 333 1511703
MAIL: centrostudicomunicazione@yahoo.it
SITO: http://laseduzione.altervista.org
POSSIBILITA' ANCHE DI CONSULTI TELEFONICI E TRAMITE E MAIL CON INVIO DI file ed MP3




SITO SU SEDUZIONE E TECNICHE DI SEDUZIONE