giovedì 26 agosto 2010

LINGUAGGIO E SEDUZIONE DELLE MANI – PRIMA LEZIONE





Le mani ed il modo in cui le muoviamo possono avere effetti di seduzione molto potenti.
Questo per il fatto che le mani sono un potente mezzo di comunicazione non verbale e conseguentemente di seduzione.
La seduzione delle mani si esprime attraverso le diverse modalità di espressione delle mani stesse.
Le mani sono strettamente collegate al cervello ed al senso del tatto.
Il tatto nelle mani può essere sviluppato al punto da sostituire, in parte la funzione della vista.
I non vedenti usano le mani per “vedere” il volto delle persone con le quali, è il caso di dire, entrano in contatto.
Come regola generale è bene non avere la mano sudata perchè trasmette sensazioni tattili molto sgradevoli.
Chi ha spesso le mani sudate si curi di asciugarle con un fazzoletto prima di stringere la mano.
Ovviamente senza farsi notare dall'interlocutore.
Vediamone il linguaggio, la comunicazione e la seduzione.

La seduzione in una stretta di mano



Attraverso la stretta di mano possiamo trasmettere molte emozioni ed informazioni a livello non verbale e subliminale.

La seduzione della stretta di mano materna



La stretta di mano può trasmenttere emozioni di conforto , protezione e calore umano come farebbe una “mamma buona”.
Per trasmettere questo tipo di emozioni è necessario tenere la mano morbida, accogliere la mano dell'altra persona in modo avvolgente con un contatto pieno dei palmi stringendo ovviamente la mano ma senza esagerare.
E' possibile per accentuare l'effetto e la seduzione materna usare anche l'altra mano appoggiandola sopra alla mano del nostro interlocutore.

La seduzione della stretta di mano paterna



La stretta di mano può anche farci apparire come una figura paterna ed autorevole che da sicurezza ma anche ammonimenti e sgridate.
Usare questa stretta di mano quando vogliamo far passare un messaggio subliminale di forza e di decisione.
Nella seduzione può essere talvolta utile apparire forti e dominanti, e questo tipo di stretta di mano lo comunica.
Per mettere in atto la seduzione paterna con la stretta di mano è necessario stringere la mano dell'altra persona in modo deciso mantenendo il palmo della mano leggermente angolato verso il basso in modo che di conseguenza il palmo della mano del nostro interlocutore risulti leggermente angolato verso l'alto.

La seduzione del gesto



Con le mani facciamo dei gesti, dei movimenti, tocchiamo noi stessi e gli altri.
Utilizzare la gestualità delle mani è strumento potenziale di seduzione.

Toccare se stessi può sedurre gli altri



Toccare se stessi durante una conversazione può servire per trasmettere delle emozioni e dei messaggi subliminali al nostro interlocutore.
Toccarsi il collo con la mano in modo avvolgente manda ad esempio un segnale di persona sensibile ed in grado di dare affetto.

Il rifiuto



Osservare le mani del nostro interlocutore può essere utile per capire se la seduzione che stiamo cercando di attuare viene rifiutata e respinta.Questo è molto utile perchè avviene sempre in anticipo rispetto al rifiuto logico verbale per cui si può provvedere per tempo a ritarare la nostra comunicazione.
I gesti di rifiuto della mano sono le “barriere”, cioè l'utilizzo delle mani come barriera per mantenere le distanze.

PRENOTA ORA IL CORSO ON LINE DI SEDUZIONE










1 commento:

  1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina