domenica 5 settembre 2010

LA SEDUZIONE IN UNA STRETTA DI MANO


la stretta di mano è un gesto che facciamo tutti spesso più volte al giorno.
Pochi però sono a conoscenza del fatto che anche la stretta di mano può essere una tecnica di seduzione.
Da qui il titolo di questo articolo: la seduzione in una stretta di mano.
Ma per quale motivo la stretta di mano può diventare una tecnica di seduzione?
Per diversi motivi che andremo ad analizzare.
Il presupposto di fondo per utilizzare la stretta di mano nella seduzione è che questo gesto quotidiano ci da moltissime informazioni, è una sorta di biglietto da visita non verbale con profondi significati analogici e simbolici che ci danno informazioni preziosissime su come comportarci , ai fini della seduzione con la persona di nostro interesse.
Quindi ai fini della seduzione possiamo usare la stretta di mano in lettura.
In questo caso "leggere la mano" non ha una valenza da cartomanzia, ma è un preciso strumento di comunicazione non verbale.
Ai fini della seduzione la stretta di mano può anche essere usata in "scrittura".
Cosa significa questo?
esattamente il fatto che possiamo in modo consapevole e deliberato usare la stretta di mano per comunicare seduzione.
E la seduzione sarà comunicata a livello non verbale, quindi al di sotto della soglia di consapevolezza di chi riceve la stretta.
Possiamo quindi parlare di seduzione subliminale.

segnali non verbali da leggere


partiamo quindi con il carpire informazioni importanti sulla persona alla quale stringiamo la mano.
Avere questo tipo di informazioni lo ribadisco è essenziale per la seduzione, in quanto ci permette di avere una mappatura di alcune esigenze emozionali e quindi queste informazioni ci saranno utili per impostare un comportamento che faccia aumentare rapidamente il nostro potenziale di seduzione in modo del tutto analogico e quindi non percepito dalla sfera logica.
Premetto che un'analisi delle informazioni non verbali che si possono ricevere da una stretta di mano richiederebbe un libro intero, mi limiterò in questa sede ad elencarne solo alcuni, che però possono tornare utili nella seduzione ma anche nelle relazioni interpersonali in genere.

In amore seduce chi fugge o chi insegue?


Spesso il detto "in amor vince chi fugge" è corretto. Ma non sempre è così, in alcuni casi in amor seduce chi insegue, in altri casi seduce chi prima insegue e poi fugge, in altri ancora seduce chi prima fugge e poi insegue.
le combinazioni vediamo in realtà sono tante e possono essere tutte decodificate da diversi segnali di comunicazione non verbale, tra cui appunto anche la stretta di mano.
per capire se la persona con la quale abbiamo a che fare tende ad inseguire e quindi ad essere attratto, nella seduzione da chi fugge, oppure se al contrario lui tende a fuggire e quindi ad essere attratto , nella seduzione da chi insegue è capire se tende ad allungare il braccio per primo o aspettare che sia l'altro a fare il primo passo.
Chi allunga il braccio per primo tenderà ad inseguire, quindi per coinvolgerlo nella seduzione dovremmo fuggire un po, chi invece aspetta che sia l'altro ad allungare il braccio, tende a fuggire e quindi nella seduzione si coinvolge con chi lo insegue un po.

Si seduce dominando o facendosi dominare?


Nella seduzione è importante capire se è meglio essere più attivi dominati oppure più passivi dominati?
Alcune indicazioni possiamo ottenerle dalla stretta di mano.
Chi tende ad dare la mano mettendo il palmo verso il basso tende ad avere una modalità prevalentemente dominante per cui si coinvolge con chi,si presenta nella fase di seduzione, secondo una modalità un po più passiva.
All'inverso chi tende naturalmente a mettere il palmo verso l'alto tende ad essere un po più passivo, per cui , nella seduzione dovremmo essere più attivi e dominanti.

Segnali non verbali da usare in scrittura


Nel processo di seduzione oltre a leggere attraverso la decodificazione della comunicazione non verbale è importante inviare deliberatamente dei segnali di comunicazione non verbale a livello subliminale in modo che la sfera logica non li decodifichi ma comunque sono segnali di comunicazione non verbale che passando al livello subliminale si impiantino nella sfera emotiva dell'uomo o della donna che vogliamo sedurre.
Esaminiamo ora alcune emozioni tra le tante, lo ripeto che si potrebbe scrivere un libro solo su questo argomento, che possono essere evocate attraverso la stretta di mano.

Protezione


Per far passare a livello subliminale un messaggio di protezione emozionale dobbiamo stringere la mano in modo avvolgente, morbido, cercando il contatto pieno con il palmo della mano.

Sicurezza e decisione


Per far passare a livello subliminale un messaggio di comunicazione non verbale dobbiamo dare la mano in modo rigido, incisivo e penetrante, toccando una superficie minima della amano dell'interlocutore.

Stabilità e fedeltà


Per inviare un messaggio subliminale di comunicazione non verbale che rimandi analogicamente alla stabilità affettiva ed alla fedeltà, dobbiamo stringere la mano in modo delicato ma stringente e dobbiamo allungare leggermente il tempo della stretta rispetto ai tempi standard.



INFORMAZIONI:
DOTT. MASSIMO TARAMASCO
TEL.: 333 1511703
MAIL: centrostudicomunicazione@yahoo.it
SITO: http://laseduzione.altervista.org
POSSIBILITA' ANCHE DI CONSULTI TELEFONICI E TRAMITE E MAIL CON INVIO DI file ed MP3
SITO SU SEDUZIONE E TECNICHE DI SEDUZONE

Nessun commento:

Posta un commento