lunedì 8 novembre 2010

IMPARA LA SEDUZIONE CON LE CREDENZE GIUSTE


credenza limitante:
Punto 1
-Trovare una credenza limitante.
-Esempio: “non sono capace a comunicare”
-Trovare e descrivere tutte le submodalità visive, uditive e cenestesiche che formano questa
credenza
Punto 2
-Trovare una credenza di dubbio.
Accertarsi che si tratti veramente di un dubbio : il dubbio è quando si oscilla tra il pensare
che qualcosa possa essere vero ed il pensare che non possa essere vero; non losi sa e basta.
-Esempio: “Sono un ballerino eccezzionale”
-Trovare e descrivere tutte le submodalità visive, uditive e cenestesiche che formano questa
credenza.
-Svolgere un’analisi per contrasto, per scoprire ed elencare le differenze di submodalità tra
la credenza limitante ed il dubbio.
Stilare un elenco delle submodalità differenti.
Punto 3
Trovare una credenza che si vorrebbe avere al posto della credenza limitante .
Accertarsi che questa credenza sia espressa in termini positivi, senza negazioni,e che questa
credenza sia espressa in termini di una capacità o di un processo, anzichè nel senso di aver
già raggiunto lo scopo desiderato.
Effettuare un controllo ecologico sulla credenza ed eventualmente modificarla finchè non
presenta nessun aspetto negativo.
Esempio: “Posso imparare a cambiare in risposta alle reazioni altrui per comunicare
efficacemente con gli interlocutori ”
Punto 4
Verificare una alla volta le submodalità dell’elenco delle diferenze per scoprire quali sono le
submodalità più efficaci per trasformare la convinzione in dubbio.
Dopo aver verificato ciascuna submodalità ritrasformatela in quella che era originariamente
prima di verificare la successiva.
Punto 5
Mantenendo uguale il contenuto, trasformare la convinzione limitante in dubbio usando le
submodalità più efficaci scoperte nel Punto 4, che possono essere una sola o più di una.
Il risultato è una nuova esperienza di dubbio, trovarne e descriverne le submodalità.

Punto 6
Mantenendo uguale le submodalità trasformare il contenuto dell’esperienza del Punto 5
con il contenuto della credenza che si vorrebbe avere.
Punto 7
Mantenendo uguale il contenuto trasformare la credenza che si vorrebbe avere da esperienza
di dubbio a certezza utilizzando le submodalità critiche scoperte nel Punto 4 che fanno
passare un ‘esperienza da dubbio ad una certezza.
Punto 8
Fare il test: “hai ancora la convinzione di non saper comunicare”
La risposta deve essere espressa anche in modo analogico, decisa e convincente, con il viso
sorridente l ‘espressione del corpo eretto e pieno di energia, conteporaneamente alla
rispposta verbale del nò.

Nessun commento:

Posta un commento