lunedì 1 novembre 2010

LA MENTE CHE SEDUCE


la mente dell'essere umano ha due modalità fondamentali di funzionamento
una logico razionale ed una analogico emozionale.
La nostra sfera logica ha la necessità di garantirci la tranquillità e la stabilità.
E' una parte che è attratta da chi ci garantisce tranquillità e benessere, da chi
ci da stima e considerazione.
La parte logica considera le emozioni come potenzialmente pericolose, in
quanto fortemente destabilizzanti.
Questa sfera funziona in modo binario: giusto - sbagliato, bene-male, piaceresofferenza
La parte analogico emozionale , che governa SEDUZIONE, INNAMORAMENTO, COINVOLGIMENTO invece, vive per le emozioni.
Le emozioni costituiscono la sua unica fonte di sostentamento, il suo unico cibo
ed il suo obiettivo primario.
Per la parte emotiva non c'è differenza tra bene e male, tra piacere e
sofferenza, sono entrambe tensioni emozionali, cioè quello di cui ha bisogno.

L'innamoramento ,l’amore, le passioni turbolente, non hanno a che vedere con la razionalità, e
sono governate sofferenze emotive per accadimenti vissuti all’interno
della famiglia di origine.
Tali accadimenti, per coazione a ripetere, si devono ripresentare nella vita
attraverso l’incontro con persone che abbiano la
potenzialità di far rivivere al mondo emotivo quegli stimoli negativi che ci
hanno turbato nell’infanzia, attraverso mamma e papà.

Per agire attraverso la seduzione e le tecniche di seduzione al fine di fare innamorare , di coinvolgere qualcuno dovremmo far leva sulle emozioni
più che sulla ragione.
La seduzione è una sequenza strategica e intenzionale di atti comunicativi,
verbali, non verbali, comportamentali che hanno l’obiettivo quello di attrarre
(anche sul piano sessuale) un’altra persona

Lo scopo della seduzione è quello di costruire un rapporto forte ed intrigante
col partner per stabilire una relazione intima che può svilupparsi nel breve
termine o nel lungo termine.
In questo secondo caso è utilissima per la cosiddetta “manutenzione del
rapporto” far si cioè che il partner resti innamorato di noi durante tutta la
durata della relazione, acquisendo cioè un potenziale emotivo che ci permette
di ottenere che non si introducano nella relazione “terzi” elementi (l’amante)
che possono attirare le attenzioni del nostro compagno o della nostra
compagna.

In estrema sintesi, se le nostre argomentazioni razionali non hanno successo entro un
paio di tentativi, conviene affidarci alla comunicazione emozionale-analogica-non verbale
subliminale, certamente più efficace,soprattutto se l’obiettivo la SEDUZIONE, il coinvolgimento, L'INNAMORAMENTO. la gestione di rapporti con persone, a qualunque titolo, definibili come “difficili”.
LA SEDUZIONE “emozionale” può essere vista come come comunicazione “integrale.
La SEDUZIONE emozionale, sintesi fra linguaggio verbale e non verbale, si trova in
qualunque forma di rapporto interpersonale, sia professionale che privato.
Inoltre, anche se di norma avviene al di sopra (o meglio, al di sotto) della
consapevolezza cosciente dei vari interlocutori, essa può essere considerata un sistema di
seduzione integrale, in quanto il messaggio viene contemporaneamente trasmesso e
recepito ai due livelli, conscio ed inconscio su cui opera la mente umana.
Entrano in gioco, infatti, in tale particolare rapporto comunicativo, non solo i contenuti
logico-verbali espressi e decodificati dalla mente EMOZIONALE, ma anche quelli analogico-non
verbali, espressi e recepiti esclusivamente dalla mente EMOZIONALE.

Nessun commento:

Posta un commento