venerdì 24 dicembre 2010

AFORISMI DI PAPA GIOVANNI PAOLO I I


La pace non può regnare tra gli uomini se prima non regna nel cuore di ciascuno di loro.
-- Papa Giovanni Paolo II (Karol Wojtyla)

Questo popolo, popolo Siciliano talmente attaccato alla vita, popolo che ama la vita che dà la vita, non può vivere sempre sotto la pressione di una civiltà contraria civiltà della morte lo dico ai responsabili convertitevi una volta verrà il giudizio di Dio.
-- Papa Giovanni Paolo II (Karol Wojtyla)

Chi ha conosciuto la gioia dell'incontro col cristo, non può tenerla chiusa dentro di sé ma deve irradiarla.
-- Papa Giovanni Paolo II (Karol Wojtyla)
Nel nostro secolo un'altro cimitero deve essere aggiunto alla lista della crudeltà umana: quello dei mai nati.

(Papa Giovanni Paolo II)

L'adulterio nel cuore non si commette solo quando si guarda con un eccessivo desiderio sessuale una donna che non è tua moglie, ma anche quando guardi allo stesso modo tua moglie.

(Papa Giovanni Paolo II)

Non abbiate paura. Aprite le porte a Cristo

(Papa Giovanni Paolo II)

Se voglio sapere qualcosa sulla mia salute, devo leggere i giornali

(Papa Giovanni Paolo II)

Dicono che il Papa sta diventando vecchio e che non può camminare senza bastone, ma in un modo o nell'altro, girerò ancora. I miei capelli sono ancora intatti, e le cose non vanno male nemmeno per la mia testa. Dovrete dire di me non solo che ero il Papa, ma che sciavo e andavo in canoa, e chissà che altro. E anche che mi rompevo le gambe, ogni tanto

(Papa Giovanni Paolo II)

Il Papa non può rimanere prigioniero del Vaticano. Io voglio andare da tutti... dai nomadi delle steppe ai monaci e alle suore nei conventi... voglio attraversare la soglia di ogni casa

(Papa Giovanni Paolo II)

Niente si risolve con la guerra, al contrario, tutto è messo in pericolo con la guerra

(Papa Giovanni Paolo II)

Mai più violenza! Mai più guerra! Mai più terrorismo! In nome di Dio, possa ogni religione portare sulla terra giustizia e pace, perdono e vita. Amore

(Papa Giovanni Paolo II)

Cristiani e musulmani - generalmente ci siamo fraintesi. A volte in passato ci siamo opposti gli uni agli altri con polemiche e guerre interminabili. Credo che Dio oggi ci stia chiedendo di modificare le nostre vecchie abitudini

(Papa Giovanni Paolo II)

Siete i nostri amati fratelli, e in un certo senso si può dire che siate i nostri fratelli maggiori" ( rivolgendosi agli ebrei durante la storica visita alla sinagoga di Roma, nel 1986.)

(Papa Giovanni Paolo II)

Non è mai stato cristiano e non ha mai preteso di esserlo, ma ho imparato molto da lui. I cristiani dovrebbero imparare da lui come essere cristiani. Ho imparato molto da lui e non mi vergogno a dirlo" (parlando del Mahatma Ghandi dopo aver pregato alla sua memoria durante una visita in India nel 1986.)
(Papa Giovanni Paolo II)

Davanti alla maestà dei monti, siamo spinti ad instaurare un rapporto più rispettoso con la natura. Allo stesso tempo, resi più coscienti del valore del cosmo, siamo stimolati a meditare sulla gravità delle tante profanazioni dell'ambiente perpetrate spesso con inammissibile leggerezza. L'uomo contemporaneo, quando si lascia affascinare da falsi miti, perde di vista le ricchezze e le speranze di vita racchiuse nel creato, mirabile dono della Provvidenza divina per l'intera umanità.
-- Papa Giovanni Paolo II (Karol Wojtyla)

Serenità è farsi portare dal Signore.
-- Papa Giovanni Paolo II (Karol Wojtyla

Nessun commento:

Posta un commento