lunedì 20 dicembre 2010

AMORI KARMICI



Gli AMORI KARMICI sono quegli amori in grado di sfidare il tempo e lo spazio.
Karma è un termine d'uso nelle lingue occidentali come forma nominativa del termine sanscrito Kárman (sostantivo neutro; devanāgarī: कर्म; traducibile come "atto", "azione", "compito", "obbligo"; inteso nei Veda come "atto religioso", "rito") che indica presso le religioni e le filosofie religiose indiane, o originarie dell'India, per lo più il principio di "causa-effetto", un principio di concatenazione secondo il quale ogni azione provoca una reazione, vincolando, per alcune di esse, gli esseri senzienti al saṃsāra (il ciclo di morti e rinascite).
La reincarnazione si basa sulla legge del karma. Per karma si intende comunemente il bagaglio di vite passate che ognuno di noi si porta dietro, essa però è più precisamente una legge
Secondo un'Antica concezione l'Anima , nel momento in cui ha origine , si manifesta in due metà, incarnata in due corpi diversi. Gli uomini e le donne , sono da considerarsi i capostipiti di due grandi categorie di opposti su cui si fonda l'esperienza umana: bello/brutto , luce/tenebra , salute/malattia, vita/morte…… tali opposti sono in realtà complementari , facce della stessa medaglia; il nostro compito è di fonderli, per giungere alla ricomposizione del grande "Tutto" dal quale proveniamo, del quale siamo parte e dar luogo all'alchimia delle due essenze ritrovate.
E' importante saper individuare la vera essenza dell'altro, poichè quando due persone infelici si uniscono, le loro "infelicità" non si addizionano, ma si moltiplicano; in realtà tutto ciò che ci attira mostra qualcosa di noi stessi. L'esperienza umana ha due vie: quella del "Cuore" e quella della "Mente", la prima è legata all'Essere mentre la seconda è legata l'Avere. Queste vie sono tra loro inconciliabili e non ammettono compromessi. La scelta "dell'Avere" (Mente) implica sempre un "di più"; potresti avere il mondo intero, ma una volta che lo avrai ottenuto, non saprai cosa farne, e rimarrai sempre un mendicante. D'altro canto la via dell'Essere, che è legata alla via del "Cuore", non ammette imperfezioni, o "è" , o "non è". E così l'Amore : o "è" o "non è".

Vediamo ora come si manifesta la ripercussione karmica dei sentimenti di amore, odio e indifferenza che noi esprimiamo nei confronti degli altri, ma più in generale anche nei confronti del mondo e della vita. Se noi proviamo o esprimiamo amore verso una certa persona, nella vita successiva la incontreremo ancora, ed essa sarà per noi motivo di gioia e piacere che potrà manifestarsi in vari modi. Se c'è nella vostra vita una persona che riesce in qualche modo a farvi sentire bene, a darvi delle gioie o delle soddisfazioni anche solo con la sua presenza, quella è una persona che avete amato nell'incarnazione precedente. Il fatto di aver dato e ricevuto amore e gioia, come ulteriore conseguenza karmica in una vita ancora successiva renderà la vostra mentalità aperta e senza pregiudizi.
Per anime gemelle si intendono due anime che da tanti secoli non possono restare separate, accumolando reciproci debiti e crediti per raggiungere all'amore vero. Dato che l'amore è la più grande espressione del karma, chi non riesce a trovare quello autentico non sarà in grado di mettere in atto un programma definitivo di salvezza.

E’ possibile liberarsi dal karma o almeno farsi influenzare di meno da esso. Spesso per liberarsi dal karma è necessario distaccarsi da determinati luoghi, dalla nostra professione e da certe persone. Ciò può cagionare un dolore emotivo, ma se non ci troviamo più a nostro agio significa che quei luoghi e quelle persone non sono più in sintonia con noi. Non ne abbiamo più bisogno poiché ci stiamo evolvendo.
Una tecnica per liberarsi dal karma è quella della non identificazione. Quando si prova un’emozione bella o brutta, gioia, rabbia o malinconia, dobbiamo pensare che è il nostro ego a provarla, non il nostro spirito perché il nostro spirito è già perfetto.

Nessun commento:

Posta un commento