lunedì 27 dicembre 2010

COME SEDURRE UN AMICO o UN'AMICA


Come sedurre un amico o un'amica, se ci accorgiamo che ci piace realmente?
Il presupposto di questa lezione è sedurre qualcuno che gà conosciamo che è nostro amico e che
ovviamente ci piace realmente.
Ribadisco ulteriormente, in quanto di fondamentale importanza, che la capacità
o meno di sedurre dipende dall'alleanza con la nostra sfera emotiva che per
sua natura non riconoscendo il bene dal male il piacere dalla sofferenza.
Per allearci con la sfera emozionale dobbiamo concentrarci sul processo e non
sull'obiettivo.
Se facciamo il focus sull'obiettivo la nostra parte emozionale non sarà allineata
alle nostre esigenze logiche perchè la sfera emotiva tenderà, per procurarsi
tensioni emozionali, a farci fallire proprio la dove vorremmo logicamente
riuscire.
Il verso e l'inverso fanno parte dello stesso sistema, sono due facce della
stessa medaglia e mente la sfera logica (il verso) avrà l'esigenza di
raggiungere l'obiettivo la sfera emotiva (l'inverso) avrà l'esigenza di farci fallire
il raggiungimento dell'obiettivo.
Dobbiamo pertanto concentrarci solo sul gioco della seduzione.
Gioco del quale dobbiamo allenarci ma che è e rimane essenzialmente un
gioco.
Possiamo differenziare, secondo la metodologia dell'ingegneria della seduzione,
in due aree la possibilità di “sedurre chi ci piace realmente”:
a) Il target è una o nuova conoscenza o una persona che conosco
superficialmente
b) Il target è una persona che conosco in modo profondo

Nessun commento:

Posta un commento