sabato 18 dicembre 2010

COMUNICAZIONE VERBALE ED ANALOGICA


La scuola di palo Alto tratta la Comunicazione verbale ed analogica
Il quarto assioma della comunicazione attribuisce agli esseri umani la capacit di comunicare sia tramite un modulo
comunicativo digitale (o numerico) sia con un modulo analogico. In altre parole se, come
ricordiamo, ogni comunicazione ha un aspetto di contenuto e uno di relazione, il primo sarà
trasmesso essenzialmente con un modulo digitale e il secondo attraverso un modulo
analogico. Quando gli esseri umani comunicano per immagini la comunicazione è analogica;
questa comprende tutta la comunicazione non-verbale. Quando comunicano usando le parole,
la comunicazione segue il modulo digitale. Questo perchè le parole sono segni arbitrari e privi
di una correlazione con la cosa che rappresentano, ma permettono una manipolazione secondo
le regole della sintassi logica che li organizza. Nella comunicazione analogica questa
correlazione invece esiste: in ciò che si usa per rappresentare la cosa in questione è presente
qualcos'altro di simile alla cosa stessa. La comunicazione numerica possiede un grado di
astrazione, di versatilità, nonché di complessità e sintassi logica enormemente superiore
rispetto alla comunicazione analogica, ma anche dei grossi limiti per quanto riguarda la
trasmissione dei messaggi sulla relazione tra i comunicanti; al contrario, mentre la
comunicazione analogica
risulta molto più ricca e significativa quando la relazione è il
problema centrale della comunicazione in corso, al tempo stesso può risultare ambigua a
causa della mancanza di sintassi, di indicatori logici e spazio-temporali. I problemi possono
insorgere quando si verifica una traduzione del materiale analogico in materiale digitale,
ovvero un'acquisizione della valenza relazionale contenuta nella comunicazione
(messaggio)dell'altro. La principale difficoltà, come abbiamo già accennato, consiste nella
62
natura ambigua del modulo analogico di trasmissione dell'informazione dovuta
all'impossibilità di rappresentare le principali funzioni di verità logiche (negazione e
congiunzione); ciò può dare luogo a innumerevoli conflitti di relazione dovuti all'errata
interpretazione digitale del messaggio analogico. Osservando il comportamento degli animali
apprendiamo che essi risolvono il problema della corretta interpretazione dei messaggi
analogici tramite rituali che recano con sù una valenza simbolica. Nelle patologie di natura
isterica si verifica probabilmente il processo opposto a quello descritto precedentemente:
un'errata traduzione del messaggio dal modulo digitale a quello analogico provoca i sintomi di
conversione, che hanno un'innegabile valenza simbolica, in un contesto in cui non era più
possibile comunicare con il modulo digitale.

Nessun commento:

Posta un commento