sabato 18 dicembre 2010

CORTEGGIAMENTO




Il corteggiamento è la fase preliminare della seduzione può essere messo in atto sia dagli uomini che dalle donne indipendentemente dall’età.

Fasi del corteggiamento:

Ø individuazione e selezione del partner

Ø stabilire il contatto attraverso opportune strategie di esibizione allo scopo di farsi notare, catturare la sua attenzione e farsi scegliere
Ø reciproco avvicinamento per stabilire una relazione di intimità attraverso la graduale e progressiva riduzione dell’incertezza

Ø mantenere il legame


Alcune regole:

§ La comunicazione seduttiva è obliqua, indiretta, intrigante e allusiva: dire abbastanza, ma non troppo
§ la seduzione è conquista reciproca
§ modalità non verbali: attraverso la comunicazione non verbale si riesce letteralmente a leggere nel pensiero del nostro interlocutore, cogliendo attraverso i suoi scarichi tensionali quelle che sono le esigenze della sua sfera emotiva dandoci la possibilità di mediare il nostro comportamento non tanto sulle sue esigenze logiche quanto sulle sue esigenze emotive. E’ la parte emotiva che si immanora, non la parte logico-razionale
§ il contatto oculare per esprimere credibilità, fiducia, interesse e disponibilità.
§ la dilatazione della pupilla è un potente segnale che suscita attrazione e attenzione
§ sincronizzazione dei gesti
§ la modulazione della voce, attraverso precisi modelli di paralinguistica ci consente di creare un feeling profondo con il nostro interlocutore
§ attenzione ai feed back
§ Essere in grado di gestire la relazione comunicativa up o down a seconda delle esigenze

Uno dei più comuni motivi conduttori del corteggiamento nel comportamento non verbale è l'esaltazione delle caratteristiche proprie del sesso di appartenenza.
La donna, davanti ad un uomo da cui si senta attratta, e che istintivamente vuole corteggiare tende inconsapevolmente a leccarsi le labbra; questo gesto, ha l'effetto di un potente richiamo sessuale; per affinità nella struttura e nelle proprietà (le labbra sono infatti una parte del corpo cava, densa di vasi sanguigni, capace di gonfiarsi e di arrossare), questo dettaglio anatomico evoca i lembi esterni dell'apparato genitale femminile; passarci sopra la lingua esalta questa somiglianza, simulando la lubrificazione dovuta all'eccitamento erotico.
Un altro segnale emesso istintivamente da una donna che corteggia un uomo è giocare con la scarpa infilandola e sflilandola dal piede.
Questo tipo di gestualità rimanda analogicamente all'atto sessuale.
E per l'uomo? Tra i primati, nostri diretti cugini nella scala evolutiva, uno dei modi più frequenti per conquistare la femmina è la cosiddetta "esibizione fallica", cioè l'esibizione del pene eretto. Un gesto tipico istintivo dell'uomo nel corteggiamento è passarsi la mano sulla cravatta o giocare con la penna o con l'accendino (tutti simboli che analogicamente rimandano al fallo.)

Nessun commento:

Posta un commento