giovedì 16 dicembre 2010

IL SENSO DELLA SEDUZIONE


Ciascuno di noi verifica quotidianamente, nella vita di coppia e nel mondo del lavoro, quanto importante sia l'arte di farsi amare. La seduzione, cioè il desiderio di piacere e la capacità di suscitare l'attenzione altrui, che si realizza con il corpo e la psiche, il linguaggio, i gesti, lo sguardo, è una risorsa fondamentale per coltivare e arricchire le relazioni affettive e professionali, per scongiurare la solitudine e la depressione. Ma se è vissuta come un traguardo da conquistare anche a costo di sacrificare la propria individualità, adottando comportamenti insistentemente proposti dai media, allora può diventare fonte di stress e frustrazione, una vera ossessione che ostacola il raggiungimento della maturità psichica, soprattutto in amore.

La seduzione viene identificata con la sensualità e l'erotismo. Una sorta di fascinazione, un legame invisibile che lega e ammalia. Un'arte del Femminile, la più potente. Il Femminile però non appartiene solo alle donne, ma attraversa tutti. È l'accettazione del diverso, dello straniero, dell'umile, dell'abbandonato, del malato, del reprobo. È la capacità immaginativa, del lasciarsi andare e del perdere la posizione acquisita per lanciarsi in altro, del tuffarsi in un diverso mondo e modo di vivere. Questo testo non è soltanto un dizionario di citazioni poetiche, letterarie e filosofiche sul grande mistero della Seduzione, ma un punto di partenza per entrare in uno spazio interiore non dominato né dalla volontà, né dalla ragione.

SEDUZIONE FEMMINILE

I messaggi non verbali con cui le donne manifestano la propria disponibilità all’approccio sono solitamente sottili: si guardano attorno con apparente indifferenza, ma ripetutamente; si muovono con disinvoltura in una sala, esaltando il saliscendi dei fianchi; si avvicinano con nonchalance ad un uomo, stazionando a circa un metro da lui; lanciano brevi occhiate, seguite dal distogliere lo sguardo, ecc.
Quando poi l’uomo è “preso all’amo” e si fa avanti iniziando uno scambio verbale, le donne annuiscono con più frequenza del solito, si inclinano verso l’interlocutore, lo toccano per brevi istanti o lo sfiorano; si mostrano attente quando ascoltano, drizzando la testa mentre l’altro parla o inclinano il busto da sedute verso di lui e così via.

Essere sexy” sappiamo benissimo che è uno tra i fattori determinanti della vita di una donna, fanno di tutto per riuscirci ma la riuscita non è sempre tra le più eclatanti, fondamentale è piacere, sedurre ed interessare e magari attrarre l’altro sesso, ma non è così semplice di come ne parliamo.
L’importante convincersi che non necessariamente tale nostro desiderio è legato a fattori esclusivamente estetici, ma bastano soltanto semplici gesti o particolari sguardi o movimenti per fare di noi la donna più sexy del mondo.
Sicuramente renderà sexy un abito provocante, un particolare trucco, un modo di guardare da gattona innamorata, un gesto particolare e così soltanto dei movimenti fatti con disinvoltura possono fare i noi la donna più sexy dell’universo.

SEDUZIONE MASCHILE

L’uomo, nello stesso intento, più o meno adotta stratagemmi simili, ma con molta meno efficacia: tiene la gambe larghe, si strofina avambracci e cosce, mette le mani sui fianchi, si aggiusta l’abbigliamento, ecc.: questi segnali dovrebbero dare l’idea di una figura dominante (che di per sé è un tratto che piace alle donne).
Si potrebbe a questo punto pensare che la comunicazione dell’uomo conti poco nel corteggiamento: non è così, ma solitamente l’uomo usa le strategie sbagliate.
Mentre l’uomo è fortemente attratto dal corpo della donna, dal modo in cui la donna lo muove e dalle posture che gli fa assumere, la donna è attratta da altri aspetti
Seduci te stesso - Non possiamo piacere agli altri se prima non piacciamo a noi stessi.
Una delle doti che accomuna tutti i seduttori è la sicurezza che deriva dall'autostima,
dal fatto di piacersi così come sono.
Osa - Sii audace! Se ti piace non aspettare che sia lui-lei a fare il primo passo o almeno
crea le condizioni perché ciò avvenga. Ricorda, non esiste peggior fallimento che quello
di non aver almeno tentato. Dunque, metti da parte ogni paura, quella del fallimento e
quella del giudizio altrui. C'è un forte potere seduttivo in ogni atto di coraggio.
Sorridi - "Un sorriso è un modo molto economico di migliorare il tuo aspetto". (Jean
Toomer) È innegabile che tutti noi siamo molto più attratti dalle persone sorridenti,
positive, che trasmettono serenità e voglia di vivere, perché stare con loro ci fa stare
bene.
Incuriosisci - Così come nell'abbigliamento è molto seducente il gioco delle
trasparenze, il "vedo non vedo", che stuzzica la fantasia dell'osservatore, anche il "so,
non so" produce un effetto simile. Non a caso i grandi seduttori sono sempre circondati
da un alone di mistero.
La società privilegia l’eccitazione, trascurando le sensazioni alla base della sensualità, ma i risultati non sembrano essere sempre soddisfacenti. La sensualità ha un denominatore comune sia per l’uomo sia per la donna: parte dalle emozioni evocate dal desiderio dell’altro e tende a trasformarsi in gesti d’amore. Essere sensuale, per l’uomo, significa spesso dimenticare la performance legata all’immagine di sé virile e preoccuparsi di dare piacere alla donna e di riceverne, considerando le sensazioni di entrambi. Gli uomini sensuali amano far durare il piacere in uno scambio di vibrazioni intense

Nessun commento:

Posta un commento