martedì 14 dicembre 2010

LA SEDUZIONE NELLA VITA AMOROSA


La seduzione non si basa sul desiderio o sull'attrazione: tutto questo è volgare meccanica fisica e carnale, nulla di interessante. Certo, il fascino della seduzione passa attraverso l'attrattiva del sesso. Ma, propriamente, vi passa attraverso, la trascende. Per la seduzione, infatti, il desiderio non è un fine, ma un'ipotetica posta in gioco. Anzi più precisamente, la posta in gioco è provocare e deludere il desiderio, la cui unica verità è brillare e restare deluso
Ciascuno di noi verifica quotidianamente, nella vita di coppia e nel mondo del lavoro, quanto importante sia l'arte di farsi amare e l'arte della seduzione. La seduzione, cioè il desiderio di piacere e la capacità di suscitare l'attenzione altrui, che si realizza con il corpo e la psiche, il linguaggio, i gesti, lo sguardo, è una risorsa fondamentale per coltivare e arricchire le relazioni affettive e professionali, per scongiurare la solitudine e la depressione. Ma se è vissuta come un traguardo da conquistare anche a costo di sacrificare la propria individualità, adottando comportamenti insistentemente proposti dai media, allora può diventare fonte di stress e frustrazione, una vera ossessione che ostacola il raggiungimento della maturità psichica, soprattutto in amore.

La triste verità è che la maggior parte delle persone sentono che l’unico modo per dimostrare l’impegno e l’amore è attraverso il matrimonio e mentre questo funziona per alcuni, ci chiediamo: “il matrimonio è davvero il modo migliore per mostrare al mondo i propri sentimenti per una persona”? Noi crediamo che se si intende veramente mostrare i propri sentimenti e come ci si sente su una persona, è di gran lunga migliore creare continuamente situazioni fantastiche e condividerle queste esperienze insieme, e questo è un consiglio per una vera relazione di sentimenti e amore che vale davvero la pena ricordare.

Quando pensiamo all' amore di coppia, all' amore felice, che cosa ci viene in mente? L' innamoramento, l' erotismo sfrenato, il desiderio divorante, la passione? Oppure la convivenza quotidiana armoniosa e pacifica, senza dubbi, senza angosce, senza slanci, senza brividi erotici e senza desideri tormentosi? Quando Fromm parla dell' arte di amare, quando la gente parla dell' amore coniugale, pensa a questo secondo tipo di amore. Un amore che non aspira all' incendio, allo spasimo. Ma ad una serena sicurezza di amare e di essere amati. Un amore amicizia, un amore intimita' . Sono due modalita' diverse di amare. Ma l' amore completo paradossalmente e' costituito proprio da tutte e due. Nell' avventura tempestosa noi sogniamo l' approdo sicuro, la certezza dell' amore per tutta la vita. Nella calma della casa sentiamo incombere il peso della monotonia e il desiderio del nuovo, dell' avventura, del brivido. Queste due modalita' opposte di amore si richiamano l' un l' altra, come se la loro verita' stesse in un qualche punto in cui sono entrambe presenti.

Nessun commento:

Posta un commento