venerdì 3 dicembre 2010

SEDUZIONE E DESIDERIO


SEDUZIONE E DESIDERIO sono come gemelli siamesi. uno non si trova senza l'altro.
Nella seduzione , il primo contatto è importantissimo: nei primi cinque minuti di conversazione
una persona si fa già una idea di chi ha davanti, e ci vuole molta energia per poter cambiare
questa immagine che si è fatta dentro se no corrisponde a quella che noi desideriamo. Molto
spesso le persone usano un atteggiamento da "pavone" di fronte ad una donna o si lasciano
prendere dalla timidezza. La cosa più importante da fare e cercare di farle capire che siamo
sulla sua "lunghezza d' onda" e per far ciò possiamo far uso del RICALCO. La tecnica del
ricalco si può facilmente spiegare cominciando a ricordare un episodio della vostra vita,
quando eravate in perfetta sintonia con qualcuno. Provate a chiudere gli occhi e ricordare un
episodio, recente o lontano in cui vi sentivate in perfetto accordo con qualcuno. In linea di
massima se ponete ben attenzione, potete notare che la cosa che vi colpiva maggiormente
era che avevate gli stessi ideali e valori, la pensavate allo stesso modo su alcuni argomenti,
magari avevate la tessa postura corporea o la stessa mimica facciale, o addirittura avevate
una stesso ritmo respiratorio. A livello inconscio succede sempre così: quando due persone
iniziano a conoscersi, passato la fase di "rompere il ghiaccio" inconsciamente tendono ad
assumere man mano che si instaura un rapporto sempre più di interesse, un sempre maggior
ricalco degli aspetti dell' altro. Pensate un attimo a quante persone avete sentito dire di aver
acquisito un determinato comportamento o modo di fare dopo esser stai per un determinato
periodo di tempo con una persona. Qui entra un concetto molto importante: QUALSIASI
COSA DICIATE O NON DICIATE, RICORDATE SEMPRE CHE INFLUENZATE UNA
PERSONA CUI STATE VICINO
. Prendendo atto di ciò noi possiamo VOLONTARIAMENTE
mettere qualsiasi persona in uno stato di rilassamento e fiducia, iniziando inconsciamente a
trasmetterle che siamo molto vicini al suo mondo. Ma come? Iniziate ad assumere lo stesso
modo di fare, senza scimmiottare,assumete lo stesso comportamento, i modi di dire, la
cadenza del parlare, la mimica facciale, gli stessi gesti. Dopo un po' può capitarvi di percepire
anche le stesse sensazioni che prova la persona! La mente ed il corpo sono strettamente
connessi, ed assumendo delle posture è possibile evocare stati d' animo determinati.

Nella seduzione quindi è molto importante creare rapport. Durante un processo comunicativo prevale
l'emisfero destro. In percentuale il 38% è costituito dal tono di voce e il 55% dalla mimica e dal
linguaggio del corpo, rappresentando una percentuale pari al 93%. Il restante 7% è gestito dalla parte
logica ovvero dalla parola. Quindi sembra evidente che se vogliamo raggiungere il nostro scopo, nella seduzione,
dobbiamo interagire con l'inconscio.


Gli esseri umani si rappresentano il mondo attraverso tre criteri differenti: il sistema VISIVO, quello
AUDITIVO, e quello CENESTESICO (legato alle sensazioni). I tre sistemi rappresentazionali, in realtà
lavorano in sinergia, tuttavia ogni essere umano "si specializzerà" in uno di questi; questa preferenza
influenzerà profondamente il modo di pensare, le forme linguistiche ed il comportamento.
Interpretando l'orientamento rappresentazionale del nostro interlocutore, saremo in grado di calibrare la
nostra comunicazione nei confronti della sua realtà soggettiva, costruendo quindi una interazione
comunicativa basata sul "rapport inconscio". Le preferenze rappresentazionali ci spingono
inconsciamente a comunicare verbalmente attraverso strutture linguistiche caratterizzate da predicati
verbali propri di quel sistema rappresentazionale.

Di conseguenza se avete di fronte un Cenestesico che elabora per sensazioni, gusto e odori,
incominciate anche voi a parlare descrivendo sensazioni. Questo creerà un impatto molto grande. O
viceversa se avete un Visivo, iniziate a parlare di immagini e colori; tutto questo sarà molto più
comprensibile per il vostro interlocutore. Ma come individuare i tre canali? Semplice, state ad
osservare ed ascoltare.

I tipi visivi hanno un modo di parlare e gesticolare molto veloce, la loro respirazione e alta e molto
spesso indicano col dito. La loro postura è spesso tesa con i muscoli del collo rigidi, e usano spesso
termini quali VEDERE , o dipingono i loro racconti con molte immagini.

I tipi Cenestesici, hanno un modo di fare molto calmo, diciamo quasi " rallentato". Si muovono e
parlano con lentezza usando spesso lunghe pause. Il loro modo di esprimersi si basa sul CONTATTO.
Spesso toccano la persona con cui parlano e usano nel loro linguaggio espressioni di SENSAZIONI.

I tipi auditivi infine, sono una via di mezzo rispetto ai precedente due citati. Sono molto logici, e
parlano con eloquenza, scandendo molto bene le parole.

Una volta individuati i vari canali d' accesso non resta altro che comunicare col " loro stesso modo".
Dopo un pò si possono avvertire dei coinvolgimenti maggiori creati da una comunicazione simile( e
quindi comprensiva e familiare) a quella del nostro interlocutore.

suscitato fiducia e scoperto il tipo psicologico, non dovete far
desiderato. Per far ciò possiamo ricorrere ai COMANDI
PROVARE UNA SPECIALE ATTRAZIONE verso qualcuno?

oppure di ESSERE INCURIOSITI verso qualcuno. Bene questi sono degli esempi di comandi nascosti.
Facendo ad esempio delle domande del genere, e cambiando tono di voce quasi per sottolineare , la
persona che ascolta, per capire quello che stiamo dicendo inconsciamente dovrà far appello alle sue
memorie rievocando un particolare stato d' animo. Dall' altro sottolineando verbalmente le parole
PROVARE UNA SPECIALE ATTRAZIONE, e ESSERE INCURIOSITI, diverranno inconsciamente
dei messaggi nei messaggi. Molto spesso ci è capitato nella nostra vita, che in particolari situazioni
dove volevamo evidenziare i nostri punti di vista, usavamo frasi del tipo: Non ti è mai capitato X;
oppure Hai mai provato X. Provate a fare attenzione mentre una persona parla di qualcosa quali parole
MARCHI nel linguaggio. E' il suo inconscio che parla in quei momenti. Questo è anche un altro punto
da tenere molto presente perché ci permette di capire cosa a livello inconscio(ossia più profondo) una
persona presta maggiore attenzione. Il segreto e stare ad ascoltare.

Nessun commento:

Posta un commento