giovedì 16 dicembre 2010

SEDUZIONE INTERIORE



La seduzione interiore può modificare il nostro stato d'animo.
Lo stato d’animo altro non è che il risultato delle nostre esperienze, dei nostri riferimenti e delle nostre credenze su noi stessi e sugli altri in un dato istante. E’ come se nello stesso momento, nel nostro jukebox mentale, suonassero decine di canzoni insieme, un mix di tanti fattori che possiamo imparare a controllare in maniera facile e veloce. Le canzoni più forti e influenti sono le nostre rappresentazioni interne, il nostro dialogo interiore e la nostra fisiologia, cioè il modo in cui gestiamo i movimenti e gli atteggiamenti corporei. A sua volta lo stato d’animo ha una fortissima influenza su quali decisioni prendiamo, o scegliamo di non prendere, e di conseguenza sul modo in cui ci comportiamo, in ogni attimo della nostra vita.

Ogni qualvolta parliamo di noi e del nostro mondo, il mondo rimane sempre come dovrebbe essere. Con questo nostro dialogo lo rinnoviamo, gli infondiamo vita, lo puntelliamo. Non solo: è mentre parliamo a noi stessi che scegliamo le nostre strade.

La maggior parte delle persone non si rende conto di come le proprie reazioni
emotive siano influenzate dal dialogo interiore. Il dialogo interno rappresenta quella
voce dentro di noi che accompagna continuamente con i suoi commenti tutto quello
che percepiamo. Tutti noi parliamo a noi stessi, nella nostra mente, ogni giorno.
Spesso non ci accorgiamo di questi messaggi perché viaggiano troppo veloci, o
perché ci diciamo le stesse cose così spesso che sono diventati quasi un’abitudine.
In realtà questi piccoli messaggi sono molto importanti perché incidono sul modo in
cui ci sentiamo.
Essere osservatori delle proprie emozioni non è un esercizio difficile, poiché, conosciamo i nostri "pensieri"; se guardiamo il processo del pensare al di fuori delle categorie a cui ci hanno abituati fin dall'infanzia, possiamo considerare i "pensieri" dei dialoghi interiori. Partendo da questa prospettiva tutto cambia. Possiamo dire che la nostra mente "chatta", chiacchiera, le parole, le frasi che ne escono possono non essere la nostra vera espressione, sono il frutto del condizionamento esterno, delle esperienze passate, dell'ego che emerge e che si sente separato dal resto della vita.

Conoscere il dialogo interiore, accorgerci che c'è, sapere che effettivamente non è sempre possibile fermarlo, fa parte della nostra crescita personale; renderlo in sintonia con ciò che veramente siamo e che abbiamo bisogno fa parte del nostro addestramento quotidiano.
Sarà sicuramente capitato a tutti, almeno in un’occasione, di udire una vocina dentro di noi che ci sussurra: “No, non puoi farcela. Tu sei fatto così, non puoi farci nulla, lascia perdere”. Una vocina che ci fa subito perdere la grinta e spesso abbandonare il conseguimento dei nostri obiettivi.

Bene, possiamo utilizzare il dialogo interno a nostro vantaggio, per trovare nuova motivazione e conquistare sensazioni di sicurezza e forza interiore, in qualunque momento avessimo bisogno di cambiare.
Utilizzando frasi negative tendi a focalizzarti maggiormente su ciò che vuoi evitare e non su ciò che vorresti raggiungere. Comunicando con te stesso devi valutare attentamente le parole che usi: impara a parlare a te stesso in modo affermativo e positivo, utilizzando un linguaggio che possa supportare l’obiettivo che devi raggiungere.

Nessun commento:

Posta un commento