venerdì 17 dicembre 2010

VIVERE L'AMORE


L’innamorarsi è spesso vissuto come un miracolo del destino, ma è davvero così? Anche se l’incontro con la persona amata è un evento magico capace di trasformare la vita quotidiana in una fiaba, la riuscita di una coppia non è frutto del caso. Conoscere alcune regole di base sullo stare insieme ci consente di godere appieno della relazione e di evitare gli errori più frequenti. Infatti, nel corteggiamento e nella vita di coppia ci sono rituali ed automatismi comuni a tutti.

Quando il desiderio si trasforma in sentimento, si soddisfa a un bisogno emotivo, che consente di misurare lo stato affettivo di una persona, inteso come benessere sentimentale. A causa di questa trasformazione il sentimento conduce verso il Sentire dell’altro, inteso come soddisfacimento di bisogni fisici ed emotivi. Sorge quindi spontanea una domanda: è sufficiente questo mutamento per dire che viviamo l’amore?

Vivere l’amore, vuol dire saper ascoltare i sentimenti più profondi che sono dentro di noi. E’ inutile fuggire dalla realtà, in quanto si inganna innanzitutto se stessi. Occorre saper cogliere i segnali importanti che si cerca di mascherare, mediante l’atto del giustificare o peggio dell’ignorare. Occorre capire ed affrontare l’ansia, le paure, i timori, che spesso bloccano, in quanto possono spingere a lasciare latenti comportamenti, atteggiamenti o decisioni che sono già dentro di noi.
L'amore è attrazione, desiderio, piacere... e basta! Niente domande, né progetti, né fantasticherie di futuri matrimoni, né schemi in cui inserirlo." Quante domande inutili ci facciamo quando parliamo d'amore: "È la persona giusta?", "Durerà?", "Sto amando in modo sbagliato?". E soprattutto: "Ma fra noi due è sesso o amore?"

Nessun commento:

Posta un commento