martedì 4 gennaio 2011

COME PERSUADERE


Come persuadere, coinvolgere, sedurre far innamorare la persona che ci interessa ma anche il datore di lavoro per avere l'aumento di stipendio, il potenziale cliente per persuaderlo a comprare il nostro prodotto o servizio.

Fallire la persuasione e la seduzione in amore comporta sofferenza.
Se fosse possibile quantificare la sofferenza subita, nel complesso, dal genere umano, quasi sicuramente, dopo la mancata soddisfazione dei bisogni primari, scopriremmo che situazioni problematiche nel campo delle relazioni affettive e sessuali sono una delle maggiori fonti di sofferenza per il genere umano.
Passando dalle vicende umane in generale, alla scala delle singole storie individuali, notiamo che, a partire dalle prime esperienze, le relazioni affettive sessuali, se da un lato ci permettono di conoscerci meglio, di prendere, per così dire, le misure di quello che siamo, delle nostre qualità, delle nostre capacità, dall'altro, inevitabilmente, con i primi insuccessi, prendono corpo tutte quelle valutazioni negative su noi stessi, legate ai nostri stati psicologici di disagio, che ci portano ad attribuire alle nostre mancanze, alle nostre insicurezze, alle nostre inefficienze, la causa dei nostri insuccessi amorosi.
l'innamoramento avviene per dinamiche che riguardano la sfera emotiva e non quella razionale. Dinamiche al di fuori della nostra razionalità, dalla logica, dalla riflessione, dalla nostra volontà ma che riguardano la parte analogica, in quanto è dalle emozioni percepite che ne scaturire quello stato emotivo definito: innamoramento, “coinvolgimento”. L'essere umano sovente si trova innamorato senza rendersene conto e, a volte, come in questi casi, deve sottostare a relazioni che per loro natura producono più sofferenza che gioia, più dolore che piacere.
Bisogna comprendere che ogni qual volta noi ci innamoriamo di qualcuno questo avviene attraverso la proiezione di una parte di noi, che si identifica all’esterno, nell’oggetto d’amore. Ma quando per identificarsi nell’esterno, in un partner, ha bisogno di relazioni molto conflittuali e indice di profondi conflitti inconsci.


Quindi, veniamo a scoprire che l’innamoramento è una condizione che si viene creare nel momento in cui troviamo la persona che rigenera i nostri turbamenti interiori che ci fa rivivere quelle emozioni del passato senza ridurli, anzi proprio la riduzione delle emozioni , anche se produce un inizio di appagamento subito dopo si genera il decoinvolgimento, il disinnamoramento.

In sintesi chi riduce le emozioni appagando la persona sarà riconosciuto come amico mentre chi le amplifica o rigenera sarà riconosciuto come amante.



E’ possibile capire quali sono le esigenze emotive del mio interlocutore?


Si è possibile: perchè le esigenze emotive vengono espresse dall’essere umano, in modo inconsapevole, attraverso il linguaggio delle emozioni: la Comunicazione Analogica Non Verbale.


Infatti l’essere umano comunica attraverso due canali quello verbale, la parola che è il linguaggio della parte logica / razionale preposto per l’appagamento delle esigenze da noi riconosciute i bisogni, mentre il canale della Comunicazione Analogica Non Verbale il linguaggio della sfera emotiva producono il coinvolgimento, che è il riconoscimento dell’elemento che li ha alimentati, quindi questa dinamica inconscia crea il bisogno: l’esigenza di possedere l’oggetto del desiderio.

 Gli “ingredienti” della PERSUASIONE E DELLA SEDUZIONE sono i 5 sensi:
visivo, uditivo, cenestesico, olfattivo, gustativo.
Le quantità degli ingredienti sono le submodalità.
Le strategie di PERSUASIONE E DELLA SEDUZIONE ci dicono di quali quantitativi abbiamo bisogno esattamente (ad esempio con
quanta luminosità dobbiamo rappresentare l’esperienza) e ci dicono inoltre la sintassi,
cioè la sequenza degli ingredienti.

Il segreto per scoprire le strategie della PERSUASIONE E DELLA SEDUZIONE giuste altrui consiste nel sapere che le persone sono disposte
a dire tutto ciò che occorre sapere circa le loro esigenze. Ma lo comunicano a livello non verbale. Una strategia non è che uno
specifico ordine di rappresentazioni visive, uditive, cenestesiche, olfattive, gustative che
produce un risultato specifico.). Non occorre far altro che indurre le persone a
sperimentare le proprie strategie e prendere attenta nota di ciò che specificamente fanno
per ripeterla.
Prima di scoprire le strategie PERSUASIONE E DELLA SEDUZIONE dobbiamo scoprirne il principale sistema di comunicazione non verbale usato.

La conoscenza della Comunicazione Analogica Non Verbale permette di scoprire i segreti più intimi di se stessi, delle persone care e dei propri interlocutori. Le posizioni del corpo i segni e i gesti che l’individuo esprime durante un pensiero o durante un dialogo, non sono casuali, ma correlati dai suoi stati emotivi. Toccarsi in determinate zone del viso, accarezzarsi le labbra, toccare oggetti in un certo modo, e tanti altri segnali opportunamente classificati permettono all’esperto della Comunicazione Analogica Non Verbale di scoprire i dinamismi che governano il comportamento umano, e le sue esigenze.

Nessun commento:

Posta un commento