domenica 16 gennaio 2011

ESSERE FELICI IN AMORE


Essere felici in amore è possibile imparando a gestire le emozioni.

Per essere felici in amore si può veramente, imparando a dialogare con la propria parte emotiva e con quella delle persone che ci interessano.
L'autocontrollo emotivo può aiutarci efficacemente a superare con successo situazioni stressanti che normalmente non vogliamo affrontare o che quando siamo costretti a farlo non riusciamo ad affrontare nel modo corretto.


Ecco alcune situazioni tipiche in cui è fondamentale aver acquisito gli strumenti dell'

autocontrollo emotivo:

finalizzato alle relazioni sentimentali:
Superare una relazione sentimentale che ci fa soffrire
Eliminare abitudini dannose
Acquisire abitudini potenzianti
Superare l'abbandono della persona amata
Relazionarsi con una persona dell'altro sesso che ci coinvolge particolarmente
Approcciare una persona dell'altro sesso che non conosciamo e che ci piace particolarmente.
l'autocontrollo emozionale aiuta a non commettere errori.
Ma quali errori si commettono tipicamente in amore?

la donna ma anche l'uomo desidera eccessivamente fondersi e confondersi con l’altro, è a suo agio con l’intimità ma non con l’autonomia, richiede costantemente eccessiva attenzione e rassicurazione, si preoccupa di non essere abbastanza interessante, tende a essere ipergelosa (magari nascondendo questo sentimento) e, per paura dell’eventuale solitudine, costruisce una serie di possibili future “alternative” alla relazione principale, “tenendo in caldo” altri potenziali partner.

alle volte si riduce l'intimità.
Si ricerca continuamente occasioni sociali con amici e conoscenti pur di limitare le fasi private, che si riducono alla sessualità o alla routine quotidiana. Si lamenta della gelosia dell’altro e si preoccupa di garantirsi sempre una via di uscita dalle strettoie relazionali, dai litigi e dalle discussioni. Fa fantasie di allontanamento o interruzione del rapporto.

Ci sono poi molte persone che temono il giudizio degli altri e questo gli fa perdere il proprio autocontrollo, si preoccupano ad esempio del loro aspetto fisico:
se sono troppo bassi o troppo alti, troppo grassi o troppo magri, se sono vestiti alla moda o fuori moda, se sono seducenti oppure goffi ed impacciati.

Chi ha questo tipo di preoccupazioni che non riesce a gestire, indipendente da come è in realtà, tenderà ad apparire agli altri come crede di essere.
Un meccanismo perverso farà si che le profezie nefaste che abbiamo consapevolmente o inconsapevolmente formulato tenderanno ad avverarsi.
In amore spesso sitende a ripetere gli stessi comportamenti. E dunque i medesimi sbagli. Perché succede?

Perché non sappiamo gestire le nostre emozioni. Non riusciamo innanzitutto a riconoscerle, cioè a identificare correttamente quello che proviamo noi e quello che, invece, può provare il partner potenziale. Poi, abbiamo problemi a manifestare in modo adeguato i nostri sentimenti, al punto che, spesso, l’altro non capisce i nostri desideri né i nostri stati mentali. Inoltre, non riusciamo a modulare le emozioni perché, in alcuni casi, possono essere troppo “grandi” o troppo “piccole” e, per avere una relazione equilibrata, occorre imparare a regolare questi problemi di eccesso o difetto emotivo.

Applicare la

seduzione

su noi stessi attraverso le metodologie di autocontrollo emotivo ci consente di uscire dai clicli negativi e di impostare dei cicli virtuosi che ci portano verso la crescita personale.

Nessun commento:

Posta un commento