mercoledì 12 gennaio 2011

IL LINGUAGGIO DELLA SEDUZIONE NON VERBALE


Il linguaggio della seduzione non verbale non si esprime ovviamente con le parole ma si esprime con la comunicazione non verbale.
Il linguaggio della seduzione non verbale e' prevalentemente analogico.
La mimica ed il gesto svolgono un ruolo considerevole nella seduzione.
Il gesto ed i movimenti delle mani trasmettono significati e possono facilitare la seduzione ed il coinvolgimento.
La gestualità pero' non deve essere caricaturale o troppo marcata, i movimenti devono essere fluidi, armoniosi, suggestivi.
Devono inoltre essere sintonici e coerenti con le parole ed il discorso .
Un linguaggio del corpo non coerente con il linguaggio verbale produce istintivamente diffidenza e rifiuto.
Ci sono persone che naturalmente hanno un linguaggio del corpo che seduce , molti devono imparare , altri perfezionarsi.
Un allenamento e' comunque utile per tutti per migliorare le potenzialità di seduzione che sono intrinseche in tutti , soltanto che non tutti hanno imparato a farle emergere , a tirarle fuori.
I movimenti ed i gesti delle mani possiamo dividerli in due grandi categorie quelli centripeti e quelli centrifughi.
I primi vanno dall'esterno verso l'interno trasmettono insicurezza e fragilità.
Nella seduzione sono utili quando si ha a che fare con persone che hanno l'esigenza di proteggere ed accudire.
I gesti centrifughi invece sono movimenti che dall'interno vanno verso l'esterno.
I gesti centrifughi esprimono sicurezza, irradiazione di forza e nella seduzione sono utili in tutti quei casi in cui
si deve dimostrare dominanza.
Ottimo sara' allenarsi davanti allo specchio per imparare l'uso disinvolto del linguaggio della seduzione non verbale

Nessun commento:

Posta un commento