Cerca nel blog

Caricamento in corso...

giovedì 13 gennaio 2011

LA SEDUZIONE


La seduzione e' figlia di tanti padri.
La seduzione e' sicuramente figlia dell'istinto di conservazione della specie.
Ma la seduzione e' anche figlia dell'amore.
Attraverso la seduzione le persone hanno modo di innamorarsi ed hanno modo di soffrire per amore.
La sofferenza per amore e' un geniale modo che utilizza la sfera emotiva per procurarsi delle emozioni.
La seduzione risponde perfettamente a queste esigenze emotive.
La seduzione infatti se ci si pensa bene gioca un ruolo centrale nella vita di uomini e donne.
Infatti si gode del fatto di essere riusciti a sedurre la persona oggetto del nostro desiderio oppure ci lecchiamo le ferite per essere stati sedotti da chi poi ci ha fatto soffrire o per non essere stati in grado di sedurre la persona che amiamo.

Quindi la seduzione nel bene e nel male ci procura emozioni.
La seduzione oltre ad essere figlia dell'istinto al servizio della riproduzione e figlia dell'emotività a servizio di piacere e sofferenza e' anche figlia della logica al servizio della tranquillità familiare.
Imparare la seduzione e' quindi fare un servizio utile a tutto l'essere umano.
Per imparare la seduzione dobbiamo pero' liberarci da fardelli quali la paura della perdita, il timore del rifiuto, la paura del rifiuto e la disitima.
Questi fardelli bloccano in quanto per essere sedativi non bisogna avere paura di perdere.
Chi teme il fallimento di fatto e' già fallito.
Per abbattere questi vincoli attraverso le metodologie Dell'ingegneria della seduzione che consentono di acquisire la capacita' di gestione delle emozioni.

Nessun commento:

Posta un commento