sabato 1 gennaio 2011

SEDUZIONE A TAVOLA


la SEDUZIONE A TAVOLA
Gola e seduzione? Un connubio vincente, con grandi alleati come zafferano e peperoncino. Lo dicono gli esperti, protagonisti di un sondaggio condotto per Vie del gusto.

Il cibo è un grande alleato della passione. A dimostrarlo è uno studio condotto da Bocconi Trovato & Partners per il mensile Vie del gusto, su 110 sessuologi e nutrizionisti cui è stato chiesto un parere sulle capacità afrodisiache di alcuni alimenti e il rapporto fra cibo ed eros. Per 7 esperti su 10 c’è un legame tra lo stimolo sessuale e il cibo, ovvero esistono cibi afrodisiaci

Per conquistare l'anima gemella, poesie, fiori, regali e abbigliamento sexy, sono un corollario della potente azione di piccole e poco seducenti molecole, che si aggirano nei meandri del cervello, scompigliando animi e corpi. Ginocchia che tremano, mani che sudano, vuoto nello stomaco, balbettio, batticuore, sono opera di una manciata di neurotrasmettitori e ormoni; una sorta di pozione d'amore, che una volta messa in circolo induce i sintomi tipici di una piacevole esperienza chiamata innamoramento.
Il cibo è un ottimo stimolate ormonale, per cui la SEDUZIONE A TAVOLA è spesso efficace.

Chi ha un po’ di dimestichezza con pasta, sughi e spezie e quindi può cucinare per la persona da sedurre, ha anche un’altra freccia al suo arco, ovvero quella di preparare i piatti insieme a lui o lei, un gioco intrigante che può aumentare le chances di corteggiamento a dismisura.
Quando si pensa ad una cena romantica vengono in mente candele profumate, musica di sottofondo, fiori e, perché no, qualche piatto a base di cibi afrodisiaci. Secolo dopo secolo, attraversando culture differenti molto attente a sfruttare ciò che la natura offriva loro, alcuni cibi sono giunti fino ai giorni nostri mantenendo la loro reputazione di alimenti afrodisiaci. Poco importa se secondo gli studiosi si tratta solo di acqua fresca, in fin dei conti ciò che conta, è il fattore psicologico.
Immaginazione, complicità e gioco. Sono questi i presupposti su cui si basa il potere afrodisiaco di certi cibi
Il desiderio sessuale ha due componenti fondamentali, una fisiologica legata a fattori metabolici ed una psichica, legata a stimoli emotivi. Quest'ultimo aspetto è fondamentale in quanto agisce potenziando i meccanismi fisiologici che danno origine al desiderio.
I cibi afrodisiaci agiscono con tutta probabilità su questa componente "mentale" contribuendo a scatenare fantasie e ad attivare circuiti vascolari in grado di migliorare l'intimità di coppia.

ecco a voi una lista di cibi afrodisiaci per alimentare, in modo naturale, anche al rientro in città, il fuoco dell'eros.

E' quasi d'obbligo citare lo zenzero, che oltre a favorire la digestione ed essere una spezia dalle infinite virtù salutari, è un vasodilatatore da molti definito "Viagra orientale". Diffidate di quello in polvere del supermercato e optate rigorosamente per quello fresco da grattuggiare direttamente sui vostri piatti anche perché "un tocco di zenzero" non si nega a nessuno.

CHAMPAGNE

La fama ed il prestigio di questo vino, associato all'azione inibitoria ed eccitante dell'alcol, è ciò che serve per dare un tocco di romanticità e sensualità alla serata

OSTRICHE E MOLLUSCHI

Conosciuti ed apprezzati sin dai romani per le loro proprietà afrodisiache

C'è poi il Maca, una radice delle Ande, che è conosciuta soprattutto in Perù. Veniva usata già dagli Inca per aumentare forza e salute ed ha proprietà importanti per gli ormoni che si stabilizzano. Un morso e si riparte di slancio.

Nessun commento:

Posta un commento