mercoledì 19 gennaio 2011

VA DOVE TI PORTA IL CUORE


Il motto "va dove ti porta il cuore" se non mediato può portare a risultati sentimentali deleteri.
Massimo Taramasco

7 commenti:

  1. ..non solo sentimentali...infatti é un capitolo del libro che sto scrivendo...

    RispondiElimina
  2. mediato da chi?...

    RispondiElimina
  3. scusa Massimo ma far gestire le emozioni dalla nostra sfera logica non è un pò regolamentarle...e allora la nostra spontaneità dove vaa finire. Perdere la testa è lasciarsi cullare dalle emozioni, farsi inebriare dal profumo che vogliamo sentire...

    RispondiElimina
  4. è incanalarle..e comunque è bene essere spontanei se la spontaneità porta felicità..se porta sofferenza..val la pena riflettere che forse è meglio imapare come fare ad esserlo

    RispondiElimina
  5. spesso si confonde l'ascolto del cuore con la perdita di contatto con la realtà. Il cuore va ascoltato con consapevolezza ed equilibrio: imprigionare l'amore in regole è un po' come eseguire una partitira di Chopin tecnicamente perfetta ma senza dargli anima. Con l'augurio che il vostro cuore batta sempre e vi regali emozioni consapevoli..perchè che si dica o meno è l'unico modo per amare veramente e trovare la felicità.

    RispondiElimina