sabato 19 febbraio 2011

AFORISMI DI PLATONE



Raccolta di AFORISMI DI PLATONE

Accade invece che, quando ci si trovi in disaccordo su qualche punto, e quando l'uno non riconosca che l'altro parli bene e con chiarezza, ci si infuria, e ciascuno pensa che l'altro parli per invidia nei propri confronti, facendo a gara per avere la meglio e rinunciando alla ricerca sull'argomento proposto nella discussione.
Platone

La musica è una legge morale. Essa dà un'anima all'universo, le ali al pensiero, uno slancio all'immaginazione, un fascino alla tristezza, un impulso alla gaiezza, e la vita a tutte le cose.
-- Platone

Al tocco dell'amore, tutti diventano poeti.
Platone

Alla fine tutte le cose non devono forse essere inghiottite dalla morte?
Platone

Chi commette un'ingiustizia è sempre più infelice di quello che la subisce.
Platone

Il simile è amico al simile: che, cioè, il solo buono è amico al solo buono, mentre il cattivo non contrae mai una vera amicizia né col buono né col cattivo.
Di quanti nacquero uomini, tutti coloro che passarono la vita in azioni vili e malvagie furono trasformarti nella seconda nascita in donne..... Questa è l'origine della donna e di tutto quanto è femminile


Per natura, all'opinione piace opinare.

Dio geometrizza sempre.

Nessuno sa cosa sia la morte e se essa non sia il maggiore di tutti i beni; e invece gli uomini ne hanno paura, come se sapessero bene che essa è il più grande dei mali.
Dev'essere stato un uomo saggio ad inventare la birra.

Chi sa propriamente definire e dividere deve essere considerato un dio.
Educa i ragazzi col gioco, così riuscirai meglio a scoprire l'inclinazione naturale.

L'anima non porta niente con sé nell'altro mondo tranne la propria educazione e cultura; e questo si dice che sia il più grande servizio oppure il torto più grande che si possa fare ad un uomo morto, proprio all'inizio del suo viaggio.

Il bello è lo splendore del Vero.

L'amore è una grave malattia mentale.

Chissà se ciò che è chiamato morire è vivere, oppure se vivere è morire.
Platone

Alla fine tutte le cose non devono forse essere inghiottite dalla morte?

Chi commette un'ingiustizia è sempre più infelice di quello che la subisce.

Chissà se ciò che è chiamato morire è vivere, oppure se vivere è morire.


Di tutte le bestie selvagge, la più difficile da trattare.

E come un soffio di vento o un'eco, rimbalzando da superfici levigate e solide, viene rinviata al punto di emissione, così il flusso della bellezza, arrivando nuovamente al bell'amato attraverso gli occhi, che sono la via naturale per arrivare all'anima, come vi è giunto e l'ha eccitata al volo, irrora i condotti delle ali, stimola il formarsi delle ali e colma d'amore l'anima, a sua volta, dell'amato.

È opportuno che il malvagio venga punito, quanto lo è che il medico curi l'ammalato: ogni castigo, infatti, è una sorta di medicina.

Educa i ragazzi col gioco, così riuscirai meglio a scoprire l'inclinazione naturale.
Gli uomini condannano l'ingiustizia perché temono di poterne essere vittime, non perché aborrano di commetterla.

Difficilmente ho mai incontrato un matematico in grado di ragionare.
Platone

E come un soffio di vento o un'eco, rimbalzando da superfici levigate e solide, viene rinviata al punto di emissione, così il flusso della bellezza, arrivando nuovamente al bell'amato attraverso gli occhi, che sono la via naturale per arrivare all'anima, come vi è giunto e l'ha eccitata al volo, irrora i condotti delle ali, stimola il formarsi delle ali e colma d'amore l'anima, a sua volta, dell'amato.
Platone

Educa i ragazzi col gioco, così riuscirai meglio a scoprire l'inclinazione naturale.
Platone

Gli uomini condannano l'ingiustizia perché temono di poterne essere vittime, non perché aborrano di commetterla.
Platone

I felici sono felici per il possesso della giustizia e della temperanza e gli infelici, infelici per il possesso della cattiveria.
Platone

Nessun commento:

Posta un commento