lunedì 14 febbraio 2011

AFORISMI DI STENDHAL


una lista di AFORISMI DI STENDHAL:

In solitudine un uomo può acquisire qualsiasi cosa, ma non un carattere.

Un romanzo è uno specchio che percorre una strada maestra. A volte riflette
l'azzurro del cielo, a volte il fango delle pozzanghere.

L'amore è come la febbre. Nasce e si spegne senza che la volontà ne abbia la minima parte.

Non ci consoliamo dai dolori, semplicemente ce ne distraiamo.

La bellezza non è che una promessa di felicità.

La vita reale è soltanto il riverbero dei sogni dei poeti. La vista di tutto ciò che è bello in arte o in natura, richiama con la rapidità del fulmine il ricordo di chi si ama.

Guardare da vicino il proprio dolore è un modo di consolarsi.

Gli uomini si capiscono solo nella misura in cui sono animati dalle stesse passioni.
Stendhal

Guardare da vicino il proprio dolore è un modo di consolarsi.
Stendhal

Il pastore cerca sempre di convincere il gregge che gli interessi del bestiame e i suoi sono gli stessi.
Stendhal

In solitudine un uomo può acquisire qualsiasi cosa, ma non un carattere.
Stendhal

L'amore e un bellissimo fiore, ma bisogna saperlo cogliere sull'orlo di un precipizio.
Stendhal

L'amore è come la febbre: nasce e si spegne senza che la volontà vi abbia alcuna parte.
Stendhal
L'amore è la sola passione che si paga con una moneta che fabbrica essa stessa.
Stendhal

La bellezza non è che una promessa di felicità.
Stendhal

La vita fugge, non cercare dunque più di quanto ti offre la gioia del momento e affrettati a goderla.
Stendhal

La vita reale è soltanto il riverbero dei sogni dei poeti. La vista di tutto ciò che è bello in arte o in nature, richiama con la rapidità del fulmine il ricordo di chi si ama.

La vita fugge, non cercare dunque più di quanto ti offre la gioia del momento e affrettati a goderla.

L'amore è un bellissimo fiore, ma bisogna avere il coraggio di coglierlo sull'orlo di un precipizio.
I - Allegare il matrimonio non è scusa legittima contro l'amore.

II - Chi non sa nascondere non sa amare.

III - Nessuno può darsi a due amori.

IV - L'amore può essere crescente o diminuire.

V - Quel che un amante prende all'altro per forza, non ha alcun sapore.

VI - Il maschio in generale ama solo nella piena pubertà.

VII - È prescritta all'uno degli amanti una vedovanza di due anni per la morte dell'altro.

VIII - Nessuno può essere privato del suo diritto in amore senza una ragione più che sufficiente.

IX - Nessuno può amare se non è spinto dalla persuasione d'amore (dalla speranza d'essere amato).

X - L'amore è d'ordinario cacciato di casa dall'avarizia.

XI - Non è lecito amare quella che ci si vergognerebbe di desiderare in matrimonio.

XII - Il vero amore non desidera altre carezze da quelle dell'amata.

XIII - Amore divulgato raramente dura.

XIV - Il successo troppo facile toglie presto all'amore il suo fascino: gli ostacoli ne aumentano il valore.

XV - Chiunque ama impallidisce dinanzi alla persona amata.

XVI - Al vedere improvvisamente la persona amata si trema.

XVII - Nuovo amore caccia l'antico.

XVIII - Solo il merito fa degni d'amore.

XIX - L'amore che si spegne cade rapidamente, e raramente si riaccende.
Il pastore cerca sempre di convincere il gregge che gli interessi del bestiame e i suoi sono gli stessi.

Nessun commento:

Posta un commento