sabato 5 febbraio 2011

COME TROVARE MARITO



Come trovare marito, una domanda che molte donne si pongono almeno una volta nella vita.
Il luogo più sicuro dove conoscere un uomo è a casa di amici bisogna tirar fuori il lato comunicativo, ironico e simpatico, doti da non sottovalutare: ricordatevi che gli uomini non sono sempre e solo attratti da fisico mozzafiato e gambe super lunghe…quello può andar bene all’inizio, ma l’uomo spesso cerca una donna con la quale potersi confrontare e poter parlare a 360° di qualsiasi argomento.

Però ogni luogo può essere quello giusto, anche l'autobus, ad esempio, basta trovare una situazione che possa avviare una conversazione:

Cerca di trovare un argomento di conversazione, qualcosa che avete in comune...se per esempio vedi tutte le mattine lo stesso ragazzo sul bus e sei pure della stessa Facoltà, avvicinati e presentati "Dato che ci vediamo tutti i giorni sul bus e siamo pure all'università insieme, pensavo fosse il caso di presentarsi
Le donne cercano giustamente la stabilità di un matrimonio.
E se non fossero cause economiche quelle che spingono a una risoluzione così pragmatica, quelle biologiche impongono di sdoganare nel mondo dei fatti le passioni del cuore: quando le lancette anagrafiche girano sui 35, per "lei" c'è poco tempo da perdere per avere un bimbo. Allo scopo - per conseguire cioè il profitto - serve un uomo da impalmare in tempi brevi.

Un "matrimonio 113", d'emergenza, che si ottiene solo applicando al gioco della seduzione-scopo nozze le regole di ogni business che si rispetti. E dunque: packaging, marketing, branding. Come fossero un detersivo, una soft drink o un paio di sneakers, le 35enni a caccia di marito devono sapersi "confezionare" come il prodotto-sposa migliore sul mercato, promuoversi con sondaggi sul gusto e le attitudini del consumatore-marito, costruire il proprio appeal come si fosse, più che merce, "logo" e marchio.

E’ quindi necessaria un’ autoanalisi delle proprie qualità.

Mettetevi nude davanti ad uno specchio o , meglio, fatevi una foto.

Cosa c’è di buono e cosa va migliorato?

Cosa possiamo migliorare “in casa”?

Analizziamo a questo punto le competenze.

Scriviamo le cose che possiamo farci da sole :

La french alle mani

La tinta ai capelli

La ceretta

La pedicure

Il peeling

La messa in piega

Il trucco

Il jogging

La dieta

Prima di arrivare al matrimonio però è importante creare la complicità in una coppia. può essere difficile, ma va fatto se si vuole dare consistenza al proprio rapporto, ciò avviene tramite l'accettazione dei limiti personali reciproci, la valorizzazione reciproca delle rispettive potenzialità, e la capacità di perdonare e tollerare gli sbagli dell'altro. Tutti noi possiamo sbagliare, abbiamo dei limiti: Se questo è valido per ogni relazione tra persone è particolarmente tangibile per due coniugi che hanno scelto di condividere la propria esistenza.

Nessun commento:

Posta un commento