sabato 5 febbraio 2011

CONQUISTARE LA PERSONA AMATA


Per conquistare la persona amata e' importante avere un atteggiamento positivo verso le possibilità di conquista stessa.
Si deve imparare a farsi desiderare.
Per conquistare la persona amata e' importante avere la consapevolezza del fatto che non dobbiamo diventarne dipendenti.
Fare gli zerbini o le zerbine non seduce, anzi potremmo dire che e' l'anti seduzione per eccellenza.
La seduzione richiede capacita' di attrazione e non si può essere attratti da chi e' completamente disponibile.
La seduzione richiede la capacita' di suscitare desiderio.
Per conquistare la persona amata e' importante diventare simboli, farla innamorare.
ho parlato di innamoramento non di amore.
Ci sono differenze
si può amare ma non per forza essere innamorati.
Mi spiego meglio: si può amare un fratello, una madre, un padre. Si può amare un cugino, si può amare il proprio cane, ma non significa che si è anche innamorati di loro.
Per come la vedo io c'è differenza tra l'essere innamorati e l'amare, proprio perchè si possono amare diverse persone (ma amare, che è diverso dal voler bene, perchè l'amore è un sentimento molto più forte), ma ci si può innamorare di una, due persone.
Insomma, la differenza sostanziale è che quando ci si innamora ci si innamora del particolare e nel particolare. Si giudica la persona di cui si è innamorati al di là di come appare, si valutano diversi fattori che vanno da quelli fisici a quelli proprio morali e psicologici, fino alla sua parte più interiore. Si cominciano a notare ed amare tutte le più piccole cose. Il modo in cui cammina, il modo in cui si muove, le sue espressioni, la sua voce, il suo modo di fare, i suoi pregi e soprattutto i suoi difetti. Il suo essere.
Innamorarsi significa guardare il mondo ed essere consapevole che nessuno potrebbe sostituire la persona di cui si è innamorati perchè nessuno sarebbe come lei. Nessuno camminerebbe al suo stesso modo, nessuno si muoverebbe al suo stesso modo, nessuno avrebbe le sue stesse espressioni, la sua stessa voce. I particolari. Non ci sarebbe confronto. E credo che questo sia ben diverso dell'amore che può esserci, per esempio, per la famiglia, perciò sono dell'idea che sia importante distinguere i due concetti.
In generale noi essere umani non siamo sessualmente monogami, ma emozionalmente sì: si può amare (nel senso di essere innamorati) di una sola persona alla volta.
E' qui che sta la differenza tra amare ed essere innamorati.
Come tutti i sentimenti è soggettivo e particolarissimo per ciascuno di noi; l'innamoramento può presentarsi con mille volti diversi. Esistono tuttavia una serie di fattori (sensazioni e accadimenti) che possono aiutare a capire fino a quanto teniamo sinceramente ad una persona. Vediamo quindi di analizzare qualcuno di questi "campanelli di allarme" (non è detto ovviamente che debbano verificarsi tutti quanti o tutti nello stesso tempo):

Credi a tutto ciò che dice e non dai retta alle malelingue, anzi lo/la difendi.
Ti svegli pensi a quella persona, vai a dormire e pensi ancora a quella persona (tutti i giorni).
Temi 24 ore su 24 di perderlo/a e spesso ti agiti in modo forse irrazionale.
Senti che con lui/lei staresti sempre perchè nessuno può eguagliarlo/a.
Ti piace più stare con lui/lei da sola/o che in compagnia di altri (amici o "spasimanti").
Provi vera felicità e ridi sempre quando sei in sua compagnia, soffri invece quando non c'è.
Ti confidi dicendo cose per te importantissime e ti abbandoni con fiducia a lui/lei.
Non lo/la tradiresti mai e non gli/le faresti mai del male (in tutti i sensi).

Nessun commento:

Posta un commento