domenica 13 febbraio 2011

FELICITA' INTERIORE


La FELICITA' INTERIORE e' un' esperienza soggettiva che tutti possono vivere.
Non si percepisce felicita' interiore quando ci si lascia coinvolgere e prendere dai mille problemi che inevitabilmente la vita ci propone quotidianamente.
Non si possono evitare i problemi ma possiamo rafforzarci in modo da essere felici interiormente nonostante i problemi, anzi i problemi potrebbero diventare una sorta di palestra dove rafforzare la nostra FELICITA' INTERIORE.
Sicuramente bisogna fare un allenamento mentale per mantenere uno stato di felicita' interiore in presenza di problemi.
E' molto meglio allenare la felicita' interiore quando non si e' in presenza di grossi problemi, pero' con un impegno maggiore e' anche possibile farlo in presenza dei problemi.
La FELICITA' INTERIORE si conquista imparando quello che maestri ed illuminati di ogni tempo hanno, secondo modalità diverse insegnato.
La felicita' interiore si conquista attraverso l'uso del distacco dal risultato e dell'interpretazione della vita come un'esperienza di evoluzione della nostra anima, un'esperienza da vivere con felicita' e con il giusto distacco.
Se non si impara l'arte del distacco dal risultato sara' difficile essere felici interiormente anche quando le cose esterne vanno oggettivamente bene, infatti subentrerà la paura di perdere questo stato di benessere.
Nelle relazioni sentimentali ad esempio subentrerà la paura di essere lasciati dalla persona amata, oppure la paura di essere traditi produrrà una forte gelosia che ci farà mettere in atto dei comportamenti possessivi che finiranno per produrre proprio l'effetto indesiderato e cioè tradimento.
Il film di Benigni " La vita e' bella" e' un ottimo esempio di come mantenere la felicita' interiore nonostante condizioni esterne drammatiche.
Fortunatamente oggigiorno non ci sono tali situazioni e spesso le persone perdono la felicita' interiore anche di fronte a problemi minori.
In questi casi per ritrovare l'equilibrio interiore e la giusta dimensione degli eventi si consiglia di fare un giro in un reparto oncologico di un qualsiasi ospedale per rendersi conto di quanto molto spesso ci si avvelena la vita con spazzatura che non andrebbe nemmeno presa in considerazione.
In fondo i problemi possono essere di due tipi


1. Risolvibili
2. Irrisolvibili

Quelli risolvibili vanno risolti senza preoccuparsene, quelli irrisolvibili non rassicuri nulla da fare non devono preoccupare e vanno vissuti come un'esperienza da fare in questa vita, che in un modo o nell'altro porterà un'evoluzione alla nostra anima.

Nessun commento:

Posta un commento