giovedì 10 marzo 2011

AMORE PERFETTO


L'AMORE PERFETTO non esiste, in quanto non esiste la perfezione in natura e tutto quindi e' perfettibile.
Ci sono pero' amori e relazioni che funzionano ed altre che invece funzionano molto male ma nonostante questo continuano a trascinarsi stancamente in alcuni casi senza conflitti in altre, nonostante i conflitti.
Ci sono poi degli amori a senso unico in cui la persona coinvolta non si rende conto che nonostante sia rifiutata o comunque disistimata e non gratificata continua a restare appesa alla speranza che le cose potranno un giorno cambiare.
Non si rende conto del fatto che con buona probabilità e' proprio la disitima che produce coinvolgimento emotivo.
Ma gli amori perfetti quali sono.
L'ingrediente principale dell'amore perfetto e' la corretta gestione delle emozioni da parte di entrambi.
Chi non e' in grado di gestire gli aspetti emozionali e' destinato a sofferenze d'amore.
Non gestire le emozioni significa avere una fame di emozioni non controllata che comporta il coinvolgimento con chi ha tutte le caratteristiche per fornire emozioni "tormentate" che producono piu' sofferenza che piacere.
Bisogna sempre ricordare che la sfera emozionale non distingue tra bene e male , tra piacere e sofferenza, e quindi attraverso le sofferenze d'amore si procura rapidamente il nutrimento di cui ha bisogno.
Nell'amore perfetto invece l'appagamento emotivo esiste a prescindere dalla relazione in se, che potremmo dire rappresenta la ciliegina sulla torta .
In altri termini l'amore perfetto non e' un amore dipendente ed e' un amore dove esiste una forte integrazione a livello di credenze e di canali comunicativi.

L'emotività e' vissuta intensamente ma non da dipendenza, per cui il gioco che si crea all'interno della coppia da la possibilità di vivere un intenso piacere non soltanto sul piano fisico ma in tutte le sfumature della vita di coppia.

Nessun commento:

Posta un commento