mercoledì 16 marzo 2011

COME CONQUISTARE UNA RAGAZZA FIDANZATA


COME CONQUISTARE UNA RAGAZZA FIDANZATA richiede un certo impegno ma sicuramente da molte soddisfazioni.
per CONQUISTARE UNA RAGAZZA FIDANZATA devi innanzi tutto PRODURRE ATTRAZIONE

Questa fase ha come obiettivo produrre attrazione e SEDUZIONE a livello subliminale.
A livello subliminale significa al di sotto della soglia di consapevolezza cosciente.
Questo significa che la ragazza dovrà provare, in nostra presenza, un non so chè piacevole ma non deve razionalizzare il fatto che potrebbe avere una relazione sentimentale con noi NONOSTANTE SIA FIDANZATA.
L'attrazione non è governata dalla logica.
È però studiabile attraverso la logica.
L'attrazione deve avvenire su molti livelli, istintivo ed emotivo.
Le modalità per essere considerati attraenti sono differenti tra uomo e donna.
Questo in quanto le esigenze istintive nel corso dell'evoluzione si sono differenziate tra maschio e femmina.
L'istinto risponde essenzialmente a due bisogni fondamentali, già identificati da Freud:
 
·         la sopravvivenza individuale
·         la sopravvivenza della specie

fisiologicamente maschi e femmine sono diversi:
- i maschi ottimizzano le probabilità di sopravvivenza della specie accoppiandosi con quante più femmine possibili, in questo modo differenziano maggiormente il loro patrimonio genetico.
Gli uomini sono attratti quindi dalla libido che la donna emana perchè la libido ricorda “il calore” o l'estro che le femmine primitive avevano in certi periodi dell'anno ed era un potente eccitatore dei maschi.
·         Le femmine ottimizzano invece le probabilità di sopravvivenza individuale accoppiandosi con un maschio che sia in grado e che abbia intenzione di proteggerla ed aiutarla durante la fase critica della gravidanza e durante i primi anni di vita della prole.
Quando gli esseri umani vivevano in branco i maschi si differenziavano in maschi dominanti e maschi gregari.
I maschi dominanti erano quelli che avevano accesso al maggior numero di femmine i gregari potevano accoppiarsi solamente con le femmine scartate dai dominanti.
Le caratteristiche che rendevano un maschio dominante erano sicuramente la forza fisica ma solamente in seconda battuta.
Infatti la specie umana era più preda che predatore per cui le caratteristiche che ne hanno permesso la sopravvivenza erano l'astuzia, l'intelligenza, la capacità di organizzare e guidare il branco, la capacità di essere indipendente e non bisognoso.
L'essere umano primitivo infatti non era particolarmente sviluppato fisicamente rispetto ai suoi tradizionali nemici come l'orso o la tigre dai denti a sciabola.
Nemmeno l'esemplare umano più dotato fisicamente avrebbe potuto affrontare vittoriosamente da solo uno di questi predatori.
Il fattore che rendeva un maschio dominante era principalmente “l'intelligenza sociale” cioè la capacità di avere ascendente e riuscire attraverso la razionalità ad ottimizzare le capacità di sopravivenza del gruppo nella lotta contro i nemici naturali.
Sulla base di queste caratteristiche si può capire quali comportamenti deve mettere in atto un uomo per essere istintivamente (e quindi non consapevolmente) identificato dalla donna come dominante in un certo contesto sociale.
 
PER CONQUISTARE UNA RAGAZZA FIDANZATA devi inoltre:
 
 
·         dimostrare di essere in grado di guidare ed essere apprezzato dagli uomini, quindi se non si riesce a farlo grazie alle proprie abilità comunicative è utile procurarsi qualche “amico” che ci sponsorizzi e che esalti le nostre qualità nei confronti del nostro target
·         essere considerato attraente da altre donne (è il fenomeno della preselezione) quindi può essere utile avere qualche “amica” che manifesti interesse nei nostri confronti in presenza del target.
·         Dimostrare di non essere bisognoso del target, questo può essere fatto, ad esempio “prendendo ironicamente in giro” il nostro target ed allo stesso tempo dimostrare di avere un avita ricca piacevole ed interessante anche senza il nostro target.
·         Far intendere di essere una persona che si prende cura e protegge le persone che gli sono care, questo ha la funzione di far passare indirettamente il messaggio che ci prenderemo cura di lei.
·         Dimostrare di essere diversi e migliori della massa.
Questo serve per far passare il messaggio subliminale di avere un patrimonio genetico “migliore” rispetto alla media degli altri gli uomini.
Per fare questo si può evidenziare qualche aspetto della nostra personalità che ci caratterizza, può aiutarci in questo anche qualche accessorio particolare che al di là del valore faccia passare un messaggio di carattere e di unicità.
·         Dimostrare di avere il controllo delle situazioni e del contesto sociale.
Questo si ottiene attraverso la capacità di prendere decisioni in presenza del nostro target.
Ad esempio ci troviamo in un gruppo di persone tra le quali ovviamente è presente anche la donna che ci interessa, dobbiamo proporre iniziative, prendere anche piccole decisioni su cosa passare la serata, in quale ristorante o locale andare.
Questo va fatto ovviamente senza essere prevaricatori ma soprattutto guadagnandosi la stima e la fiducia del gruppo in modo che le nostre idee verranno apprezzate e tenute in considerazione.
·         Produrre attrazione attraverso la cenestesica
con il termine cenestesica si intende, secondo una terminologia propria della PNL (programmazione neuro linguistica) un macro senso composto da tatto,olfatto gusto.
In questo caso specifico la cenestesica è coincidente essenzialmente con il tatto.
L'eccitazione si sviluppa attraverso tutti i sensi ma sicuramente quello del tatto ha una parte preponderante.
È evidente che stimolando alcune parti del corpo del nosrto interlocutore (soprattutto le zone erogene) si produce una eccitazione “meccanica” e non gestibile dalla sfera logica della donna.
Il problema è ovviamente: come fare a toccare una sconosciuta (o quasi) senza che metta in atto delle difese o senza addirittura di essere accusati di molestie se le zone che si toccano sono erogene (seno, pube, ecc.).
Esiste un solo ed unico sistema:
il contatto deve apparire casuale e non volontario. In questo modo la sfera logica non avrà nessun motivo di difendersi.
Questi contatti involontari devono ovviamente avvenire in modo molto rapido.
La parte emozionale della donna comunque li percepirà e proverà una eccitazione meccanica che tenderà a tradursi in nostro potenziale di attrazione nei suoi confronti.
Come effettuare questi toccamenti casuali?
La prima cosa da fare è allenarsi a “gesticolare” durante una conversazione.
Per fare questo dovremmo partire tenendo mentre si parla non le braccia a penzoloni lungo il corpo ma tenere i gomiti piegati a 90 gradi circa.
In questo modo sarà più semplice mentre si parla allungare le braccia.
In una prima fase è importante allungare, come gesto illustratore del discorso, le braccia spingendole in direzione prima del seno della donna arrivando fino ad una distanza di alcuni centimetri.
Il contatto non ci sarà ma sarà comunque prodotta una minima eccitazione in quanto inconsciamente verranno innescati dei processi immaginativi erotizzati.
Ci sono poi alcuni modi per contatti casuali.
Uno di questi consiste nel tenere un oggetto nella mano destra (un esempio tipico utilizzabile in un locale o un bar è un bicchiere), porsi in posizione laterale, cioè con la spalla destra verso la donna, e mentre si parla (guardandola negli occhi) allungare il braccio parlando e con il dorso della mano strusciare il seno della donna all'altezza del capezzolo.
Deve avvenire tutto molto rapidamente in modo che la parte logica quasi non se ne accorge e comunque non prende minimamente le difese.
A livello inconsapevole questo però si traduce in una forma di eccitazione e se si riesce a farlo più di una volta e si ha la giusta sensibilità si potrà addirittura percepire un inturdigimento del capezzolo.
Un altro metodo, utilizzabile, quando si ha già un pò più di confidenza è quello di prendere per mano la donna da una posizione più avanzata e spostandola leggermente in avanti il suo seno si schiaccerà “casualmente” contro il nostro gomito che avremo “casualmente” lasciato leggermente piegato.
Si possono ovviamente studiare a seconda del contesto altri metodi per un contatto.
Il presupposto è che tutto deve avvenire in modo involontario e casuale, cioè non attribuibile ad una nostro atto deliberato.
In questo modo ci saranno concesse molte cose ed inevitabilmente produrremmo eccitazione e conseguentemente verremmo giudicati attraenti (più del nostro potenziale naturale di attrazione) dalla donna.

Nessun commento:

Posta un commento