domenica 13 marzo 2011

COME FARLO INNAMORARE


COME FARLO INNAMORARE intensamente senza che ti viva come una relazione a sfondo solo sessuale?

L'amore e la SEDUZIONE intesa come coinvolgimento nascono attraverso:

1. Il nutrimento emotivo

2. La gestione di desiderio/possesso

3. I comportamenti che metti in atto

4. i cinque sensi:


vista, gusto, olfatto, tatto e udito. A volte basta il sesto senso per far nascere l'amore e quando l'amore finisce il senso di colpa può servire per tenere insieme una coppia. Insomma, l'amore è fatto di sensi e non di regole.

Se le tue storie sono durate solo poche settimane,o se le hai vissute con uomini impegnati che non hanno mai lasciato la compagna non è colpa degli uomini, significa solo che non erano storie d'amore ma di sesso.
Significa che non li hai fatti innamorare.


Prima di iniziare una relazione devi capire le sue intenzioni, al di la di quello che dice , usa atteggiamenti non espliciti ma ammiccanti, in modo da comprendere quali che siano le sue intenzioni. Usa la tua femminilità e valuta le sue reazioni, se ha le tue stesse intenzioni non farai fatica a capirlo.

FARLO INNAMORARE è anche questione di potere personale:
credere in se stessi, conoscere i propri valori e obiettivi, sapere dove si sta
andando, saper comunicare agli altri la propria identità e la propria missione.
Chiunque di noi, anche se non avvantaggiato da una particolare avvenenza
estetica, può apprendere ed acquisire specifiche strategie di comunicazione e
di comportamento, migliorando in modo sostanziale le proprie abilità di
conquistatore. Basta allenarsi in modo costante nell’applicazione di questi
modelli e posizione sociale.

Ogni tuo gesto deve accompagnare la passione che hai dentro: i baci devono essere infuocati, gli abbracci mozzafiato, gli sguardi lunghi ed ammirevoli. Attenzione però a non confondere accondiscendenza con la sottomissione: fatti vedere intraprendente e sorprendente.

INTERROMPERE I SUOI SCHEMI LO COINVOLGERA' SEMPRE DI PIU'


Per la seduzione e per FARLO INNAMORARE devi imparare a gestire a livello subliminale i SUOI STATI EMOZIONALI. una volta suscitato un particolare stato d' animo, provate ad immaginare cosa potreste
fare se avreste la possibilità di rievocarlo tutte le volte che volete! Col termine ANCORAGGI,
indichiamo il collegare uno specifico stato emotivo ad uno stimolo esterno creato da noi e rievocato a
nostro piacimento. Cosa succede quando ad esempio sentite una canzone che d' un tratto vi riempie di
particolari emozioni? Che succede quando ad esempio vedete una persona e subito provate delle
particolari emozioni? Questi sono esempi di ancoraggi auditivi e visivi. Uno stimolo esterno, ripetuto
un certo numero di volte(o anche una) può collegarsi a stati emotivi che abbiamo vissuto in quel
momento. Questo significa che funge da interruttore dello stato d' animo. Quando sentite parlare
persone che affermano - QUESTA E' LA NOSTRA CANZONE , oppure - IL SOLO GUARDARLO
MI PROVOCA..., sono dei classici esempi di ancoraggi. Il secondo passo è capire come tutto questo
possa essere utilizzato per raggiungere i nostri scopi. Per fare buoni ancoraggi bisogna rispettare
quattro regole:
1. Bisogna fare rievocare uno stato e solo al culmine; quando ci accorgiamo che la sensazione è
forte, ancorare in quel preciso momento . Ne prima ne dopo.
2. Date un stimolo unico e riconoscibile dalla mente per non creare incongruenze.
3. Lo stimolo deve essere unico ed uguale: il cervello deve sapere quando mettere in atto uno
stimolo. Ad esempio mentre iniziamo a rievocare un particolare stato d' animo, al culmine di
esso, possiamo volontariamente provocare un ancora magari raschiarci la gola. In futuro basterà
raschiarsi la gola ALLO STESSO MODO, per far affiorare lo stesso stato d' animo.Una volta
praticate le ancore è possibile notare con quanta facilità si attaccano alle persone.
4. Ripetere fin quando non si raggiunge lo scopo.

Nessun commento:

Posta un commento