mercoledì 9 marzo 2011

EMOTIVITA'


L' EMOTIVITA' deve essere gestita per diventare un risorsa e non un fardello.
La SEDUZIONE è nella sua essenza la capacità di gestione dell'EMOTIVITA'
Gestione dell'emotività
 
dobbiamo imparare a gestire le nostre emozioni perchè se non riusciamo ad incanalarle, a gestirle, allora andremo incontro inesorabilmente a fallimenti sentimentali.
La vita non è Walt Disney e se la nostra sfera razionale non impara a gestire le emozioni non raggiungeremo i nostri obiettivi.
 
Per fare questo è necessario imparare un alfabeto ed linguaggio che è sostanzialmente l'alfabeto ed il linguaggio emotivo perchè nel momento in cui si identifica un “oggetto del desiderio” questo diventa un bisogno e se il bisogno non viene appagato inevitabilmente si vivrà un conflitto, un disagio.
 
In realtà è la nostra sfera logica che vive il disagio, la nostra sfera emotiva in linea di principio non riconosce il bene dal male, il piacere dalla sofferenza ma riconosce solo le tensioni emozionali ed è appagata sia da quelle piacevoli sia da quelle spiacevoli.
Per la parte emozionale il piacere e la gioia di un matrimonio sono equivalenti al dispiacere ed alla sofferenza del funerale.
Entrambi gli eventi forniscono comunque emotività.
È per questo motivo che ci capita anche di innamorarci di chi ci procura più sofferenza che piacere.
 La gestione dell'emotività prevede di superare la resistenza al cambiamento.

Superare le resistenze al cambiamento
è di fondamentale importanza superare le paure che abbiamo nei confronti dei cambiamenti.
Se ci soffermiamo un attimo a pensare.ci si rende conto che la paura del cambiamento è frutto di un grande paradosso.
I cambiamento è parte integrante della nostra esistenza.
Ogni sette anni le cellule del nostro corpo si rinnovano completamente, inevitabilmente ed inesorabilmente invecchiamo, sicuramente ci capiteranno anche eventi spiacevoli, perdita di persone care.
Tutto questo è inevitabile.
Per cui se cambiare è inevitabile dobbiamo evitare di opporci al cambiamento ma cercare di pilotarlo in modo tale che diventi “miglioramento”.
Se vogliamo far si che l'inevitabile cambiamento si trasformi in miglioramento dobbiamo superare le nostre paure ed imparare ad osare.
Se vogliamo migliorare non dobbiamo avere paura di spingerci oltre, di osare un po'.
E' come nell'allenamento con i pesi:
se continuo ad allenarmi sempre con gli stessi carichi non avrò mai nessun miglioramento.
Per progredire devo osare e mettere progressivamente dei carichi maggiori.
Solo in questo modo avrò miglioramenti di forza e di resistenza.
Allo stesso modo nel gioco della vita per migliorare devo avere il coraggio di affrontare nuove strade, nuovi schemi di pensiero, devo avere il coraggio di provare a guardare il mondo da una finestra diversa da quella da cui ero abituato a guardarlo.
 

2 commenti:

  1. Fai attenzione ai tuoi pensieri, perchè diventano parole. Fai attenzione alle tue parole, perchè diventano convinzioni. Fai attenzione alle tue convinzioni perchè determinano il modo che hai di percepire e rapportarti al mondo. Fai attenzione al modo che hai di percepire e rapportarti al mondo perchè ciò determina il tuo destino.... Cambiando, dunque,i tuoi pensieri, cambierai la tua esistenza. E come puoi cambiare i tuoi pensieri se non esci dalla tua "confort zone"???...

    RispondiElimina