domenica 27 marzo 2011

SESSO E AMORE


SESSO E AMORE seguono la SEDUZIONE.

È attraverso il sesso, infatti, che si esprime la nostra anima più genuina, perché la forza divina dell'eros travolge tutte le impalcature razionali che tengono imbrigliata la nostra natura profonda. Dunque non dobbiamo fare altro che ascoltare il desiderio che ci nasce dentro e lasciarci guidare soltanto dal piacere. Sta arrivando per aiutarci a rinascere, per fare sbocciare di nuovo il fiore che è dentro di noi.

Il sesso è amore, il vero amore. Il resto sono sentimenti più superficiali, più ragionati, meno autentici: l'amore è tutto nell'evento del sesso, non c'è nient'altro da cercare o da sapere.

IL SESSO , in ambito umano, è un aspetto fondamentale e complesso del comportamento che riguarda da un lato gli atti finalizzati alla riproduzione ed alla ricerca del piacere, e da un altro anche gli aspetti sociali che si sono evoluti in relazione alle caratteristiche diverse del genere maschile e femminile. L'ambito sessuale investe la biologia, la seduzione, la cultura, riguarda la crescita dell'individuo e coinvolge tutta la sua vita relazionale, oggetto di studio anche dell'etologia umana.
Il termine "sessualità" quindi è riferito più specificatamente agli aspetti psicologici, sociali e culturali del comportamento sessuale umano, mentre col termine "attività sessuale" ci si riferisce più specificatamente alle pratiche sessuali vere e proprie.

L'amore è un sentimento intenso e profondo, di affetto, simpatia ed adesione, rivolto verso una persona, un animale, un oggetto, o verso un concetto, un ideale. Oppure, può semplicemente essere un impulso dei nostri sensi che ci spinge verso una determinata persona.
Definire un obiettivo in campo sentimentale significa essenzialmente definire il tipo di vita che voglio condurre ed il tipo di “amore” che mi appaga.
Potremmo dire che analogamente alla realtà l’amore non esiste o meglio non esiste un amore oggettivo ma la percezione soggettiva dell’amore.
 
Riprendiamo il concetto di componenti dell’amore.
Abbiamo visto che le macro componenti dell’amore sono : passione, intimità, impegno. Queste componenti generano  otto tipologie di “amore”
 
1.assenza di amore (nessuna componente)
2.infatuazione (passione)
3.simpatia (intimità)
4.amore vuoto (impegno)
5.amore romantico (passione ed intimità)
6.amore fatuo (passione ed impegno)
7.sodalizio d’amore (intimità ed impegno)
8.amore completo (passione, intimità, impegno)

 
nessuna di queste otto tipologie, eccezion fatta per l’assenza d’amore, che in realtà consiste nel non vivere nessun tipo di contatto sentimentale, non è necessariamente migliore delle altre.
Ci sono ad esempio persone che detestano prendersi impegni e che mettono delle barriere molto forti.
Ora se il nostro obiettivo è condurre una vita sentimentale con una persona che si impegni fortemente con noi, costruendo una famiglia, mettendo in comune le disponibilità finanziare, facendo dei figli, ecc. dovremmo evitare di “perdere tempo”  con persone che sono di indole “libertina” o per usare una terminologia forse più adeguata ai tempi, che sono dei “single” convinti. Cioè che sono single per scelta e non per il fatto che lo sono per necessità.
 
Un libertino od una libertina possono sicuramente farci vivere passione, eventualmente intimità ma rifuggiranno, come il diavolo rifugge l’acqua santa qualunque tipo di impegno.
 
Non è detto in assoluto che non si possa fare prendere degli impegni ad un libertino/a ma sicuramente non potremmo sapere in quanto tempo e soprattutto per quanto tempo.
 
Se il nostro obiettivo è avere una relazione familiare di condivisione e di supporto reciproco è molto meglio nel momento in cui ci si accorge che la persona con la quale siamo relazionati ha di fatto obiettivi diversi dai nostri è molto meglio  lasciar perdere e dedicare il nostro tempo a cercare una persona che ha obiettivi simili ai nostri.
 
Questo ovviamente si può fare imparando ad “educare” la nostra sfera emotiva ad allinearsi con le esigenze logiche.
 
Se il nostro obiettivo è vivere amori a forte componente passionale (infatuazione e/o passione) e ci rendiamo conto che la persona con la quale siamo relazionati ha difficoltà a vivere la passionalità e la sessualità (per motivazioni che possono essere le più disparate) è molto meglio cercare altri soggetti con i quali raggiungere il nostro obiettivo.
 
Analogamente se abbiamo esigenza di vivere relazioni con forte componete di intimità (dialogo profondo, affettività, confronto cognitivo, ecc.) nel momento in cui ci rendiamo conto che la persona con la quale siamo relazionati è (per i motivi più disparati) fredda, introversa, an-affettiva è molto meglio lasciar perdere e cercare qualcun altro.
Con una persona del genere si potrebbe vivere tranquillamente un amore fatuo
 
 
Per riuscire a persuadere la sfera cognitiva della persona che ci interessa iniziando a creare dei vincoli, dei legami cognitivi.

Nessun commento:

Posta un commento