martedì 26 aprile 2011

AMORE LONTANO


Come vivere bene un AMORE LONTANO?

A non pochi di noi è certamente capitato di prendersi una cotta per una persona conosciuta durante le vacanze, di tornare a casa tra le lacrime e di studiare il metodo per poterla rivedere al più presto nonostante la distanza.
Un AMORE LONTANO si nutre molto più di DESIDERIO che di POSSESSO.

Un rapporto sentimentale tra due persone che vivono in città sufficientemente lontane da non permettere loro di incontrarsi più di una volta la settimana, quante probabilità ha di andare a buon fine?
Ci sono perone che sognano una storia romantica, un incontro folgorante e struggente con un lui seducente ed accogliente, un amore totale, perfetto, gratuito ed immediato e sotto casa, e poi si innamorano di chi è molto lontano e potranno vedere con difficoltà
A questo ideale amoroso, si contrappone un atteggiamento di diffidenza e di ritiro dalle relazioni e soprattutto una profonda paura per il proprio desiderio.

Un rapporto può durare anche da lontano, se solo lo si vuole, se si riesce a non farsi distrarre.
Certo non è cosa semplice, ma ci sono anche persone a cui sono le cose difficili a piacere.

Per innamorarsi bisogna essere coscienti che la storia che si vive nel presente è migliore di quelle passate e che regala più emozioni. L’innamoramento vive sul futuro, sui sogni e sui desideri. Come si possono confrontare le emozioni vissute in una storia in cui ci si vede diverse volte alla settimana con quelle vissute in poche ore alla settimana?
La lontananza in amore comporta molto spirito di sacrificio e di adattamento, ma se l'amore e' piu' forte di ogni cosa ogni problema viene superato

Si apprende, a godere degli istanti che si possono condividere, a condensare in quei pochi momenti tutto il proprio sentimento, donandosi totalmente. Si impara a sfruttare appieno, davvero, le poche occasioni che si ha di vedersi, di stare assieme, anche perché parto dal presupposto che a rendere speciale un rapporto non sia la quantità del tempo trascorso assieme, bensì la qualità.
Se nel passato di una persona sussiste solo buio, anche una storia di poche ore al mese a 1000 km di distanza potrebbe provocare in lei un forte innamoramento, ma questo sentimento deve coesistere anche nell’altra persona, se no la storia sarà instabile e non durerà molto.
Non credo che la lontananza sia una discriminante per decidere di intraprendere o meno una storia o per porvi fine.
Se si ha la volontà di portare avanti un rapporto, se di amore si tratta, tutto si può gestire e si impara ad affrontare la lontananza, a non viverla come un fatto negativo, si impara a convivere con la mancanza nella vita quotidiana della persona amata.


Per tenere viva una storia a distanza occorre quindi puntare più possibile sull’intensità dei momenti passati insieme. Solo in questo modo i ricordi diventeranno indelebili, le emozioni associate saranno grandissime e l’innamoramento potrà nascere e crescere sempre di più.

Nessun commento:

Posta un commento