sabato 30 aprile 2011

COPPIA


Qual è lo scopo di una COPPIA ?

La risposta potrebbe essere : lo scopo della COPPIA è L'AMORE , la SEDUZIONE di procreare, di lavorarsi reciprocamente.

Queste due risposte sono valide, ma la terza, che è molto più importante, è che lo scopo è d’imparare ad amare.

Avete l’impressione di saper amare umanamente, e vi sbagliate. Quando non vi siete ancora risvegliati, a volte, vi amate nel tumulto, avete bisogno di questo ‘stimolante’ per provarvi che esistete attraverso l’Amore. Per ‘tumulto’ intendiamo le perpetue zuffe verbali, o fisiche per alcuni. Quindi, coloro che agiscono così, si amano spesso molto profondamente.


La coppia può essere considerata come un'opportunità di crescita a più livelli:



- MENTALE: un arricchimento dei propri schemi mentali, della propria "mappa"

- EMOTIVO: uno spazio dove poter essere se stessi e ritrovare il proprio Io autentico, la propria anima e vivere le emozioni più intense che nella vita ci è dato di provare. E' nello specchiarci nell'altro che possiamo conoscerci meglio e imparare ad accettarci di più e a migliorarci. Un partner sufficientemente "completo" ci rimanderà senza giudicarci l'immagine che ha di noi, dei nostri pregi e dei nostri difetti: starà a noi poi analizzarci senza giudicarci a nostra volta, ma correggendo, valorizzando modificando quello che riconosciamo essere un nostro limite.

- FISICO: conferma della propria identità sessuale, delle proprie capacità seduttive ed erotiche; serbatoio di energie

- SPIRITUALE: a questo livello la coppia trova il suo senso ed il suo fine "Perchè proprio noi ci siamo incontrati, che cosa abbiamo da imparare l'uno dall'altro, cosa dobbiamo compiere per noi stessi e per gli altri?" .



La coppia può diventare un incontro d'anime. Un'unione tra anime si verifica quando due persone complete si incontrano sulla base di valori comuni.

Le persone possono incentrare la propria vita sul "FARE" anzichè sull' "ESSERE" e così le coppie.
Gli studi sull'attaccamento nella vita adulta rivelano che, alla base del concetto di formazione della coppia, sembra esserci il tipo di attaccamento che si è instaurato nell'infanzia con la figura di riferimento principale (spesso rappresentata da un genitore), che determina nel futuro dell'individuo la ricerca di un certo tipo di partner a seconda del modello di relazione che si vuole ripetere. In questo senso, i modelli di attaccamento si perpetuano per più generazioni.
Nella crescita di ogni individuo può intervenire qualcosa che permette un certo grado di differenziazione dalla famiglia di origine ma, se questo processo viene ostacolato per qualunque motivo, da adulti ci si trova 'costretti' a scegliere un certo tipo di partner.
Ho individuato quattro tipi di coppie che possono essere definite 'malate' perché, appunto, i due partner soddisfano reciprocamente i propri bisogni inconsci. Il fatto che la relazione sia sana o malata non dipende semplicemente dall'appartenenza a una di queste categorie ma dal livello di collusione che i due partner hanno instaurato.
Due tipi di relazione di coppia:

1) RELAZIONE TRA PERSONE AFFINI: coppie in cui i due partner rimangono due entità separate, tenendo distinti i loro Io, oppure uno dei due rinuncia alla propria identità x mantenere lo status quo. C'è affinità di valori e di interessi, manca però una vera INTIMITA', non c'è comunicazione emotiva profonda. Non c'è impegno per aiutarsi a imparare e crescere, psicol e spirit insieme e così può succedere che si cerchi solo all'esterno del rapporto la soddisfazione delle proprie esigenze emotive e spirituali;

Spesso vi sono LOTTE DI POTERE , visto che vivono come due Io separati, ognuno parte dal presupposto di aver ragione; spesso risolvono il tutto ignorando i veri problemi (si accaniscono sul contenuto e non guardano la relazione) o sperando che si risolvano da sè magicamente. C'è condivisione solo a livello del "fare" e per lo più non si considera la coppia un mezzo per progredire sul sentiero psicospirituale.

Per molti va bene così, è tutto ciò che sanno e che vogliono e di cui hanno bisogno.

I problemi nascono quando uno dei due fa un cammino di crescita personale e spirituale e l'altro no ed è contento dello status quo. Anche se l'amore continua ad essere presente, la relazione non soddisfa più l'esigenza di intimità emotiva e spirituale di uno dei due, il quale sente il bisogno di una connessione più profonda e il vecchio rapporto non funziona più. A questo punto la coppia deve decidere:

- se fare insieme un cammino spirituale

- se continuare a restare insieme anche se uno dei due si sente insoddisfatto, scontento, "vuoto"

- separarsi



IMMAGINA IL NS RAPPORTO COME UNA PORTA CHE STA X APRIRSI. COSA C'E' DIETRO? QUALI SONO LE TUE PAURE NELL'APRIRE QS PORTA? QUALI COSE MERAVIGLIOSE POTREBBERO ACCADERTI SE LA APRI?



2) RELAZIONE TRA ANIME GEMELLE-UNIONE SPIRITUALE:

negli "amori d'anima" assume primaria importanza la crescita spirituale di entrambi fatta insieme; dove uno incoraggia l'altro e le lotte di potere non hanno senso.

C'è condivisione sia a livello del fare che dell'essere. C'è consapevolezza del senso della relazione, il cui obiettivo principale è dare un contributo al mondo come una forza sola e unita.

I partner si accettano senza riserve, senza critiche nè giudizi nell'ambito della coppia (amore incondizionato).

L'Io è elevato al Noi, traggono forza ed energia dal rapporto, non c'è bisogno di litigare x difendere il proprio territorio xchè il Noi è più importante.



L'unione spirituale non è e non dovrebbe essere l'obiettivo di tutti, poichè richiede una preparazione personale e un coraggio enormi, oltre a un intervento divino.


La cura, l'attenzione, l’amicizia e la solidarietà per l'altro non dovrebbero mai venire meno fra coniugi o conviventi che vogliono restare uniti: per questo bisogna imparare a ritagliarsi del tempo libero da dedicare al benessere della coppia, all’uso della creatività nei progetti di vita da realizzare insieme.
I motivi di conflitto in una coppia di lunga durata possono essere molteplici, ma il principale è sicuramente legato alla sessualità. La donna infatti, prima o poi dovrà fare i conti con un vistoso calo del desiderio, che nell’uomo invece resta generalmente invariato, malgrado la routine. Diminuiscono i baci, le carezze, i preliminari, le coccole e le donne, che nutrono il loro erotismo di fantasie di seduzione, emozioni e sentimenti, sentono che il rapporto sessuale perde di significato e di intensità, anche orgasmica. Per questo i rapporti sessuali diminuiscono e, laddove non spuntano amanti, si vive in uno stato di forte tensione.



COSA SIGNIFICA DIVENTARE PERSONE COMPLETE

- Conoscere e accettare se stessi

- Chiarire i propri valori, credenze, obiettivi

- Essere consapevoli delle proprie capacità e accettare i propri limiti

- Essere responsabili di se stessi e dei propri comportamenti

- Individuare e guarire le ferite passate

- Utilizzare le lezioni di vita per crescere

- Impegnarsi nel processo di apprendimento e di crescita personale

Nessun commento:

Posta un commento