sabato 9 aprile 2011

SEGNALI DI SEDUZIONE


I SEGNALI DI SEDUZIONEdanno indicazioni sul tipo di coinvolgimento che stiamo producendo.

I SEGNALI DI SEDUZIONE

La conoscenza del linguaggio del corpo, cioè di quei segnali prodotti involontariamente con gesti, movenze, variazioni di postura ed altro, ci consente di conoscere meglio l'altro e quindi di acquisire sicurezza, disinvoltura e di renderci, di conseguenza, più intraprendenti e sciolti nelle nostre interazioni umane.

Capire, ad esempio, nel rapporto con l'altro sesso, se piacciamo ad una data persona, se trova piacevole conversare con noi o, addirittura, se mostra chiari segni di eccitamento sessuale, ci avvantaggerebbe moltissimo in questo senso.
I comportamenti che illustrano questi atteggiamenti sono molteplici, qui ne indicheremo alcuni, rimandando chi è interessato alla letteratura sull'argomento.

Una persona, se prova attrazione verso di voi, tenderà a manifestare sempre un atteggiamento aperto e sorridente e in più mostrerà una serie di comportamenti particolari che vi permetteranno di capire a che livello di “feeling” siete arrivati.
Questi segnali sono differenziati a seconda se la persona si trova in un gruppo di amici (e la persona fonte di attrazione ne fa parte), se si trova solo insieme a lei o se è completamente sola.

Uno dei più comuni motivi conduttori dell'attrazione e del corteggiamento nel comportamento non verbale è l'esaltazione delle caratteristiche proprie del sesso di appartenenza.
Il corpo trasmette quelli che posso essere definiti “richiami”, indizi fondamentali per conoscere l’altro. Le donne, solitamente, adottano alcuni segnali di seduzione facilmente identificabili: guardano l’uomo in maniera languida e seducente, giocherellano con gli anelli e tamburellano con le dita sul tavolo, si toccano con frequenza i capelli, ancheggiano, si mordicchiano le labbra e le inumidiscono con la lingua.

Gli uomini invece prendono possesso dello spazio fisico circostante allargando spalle e gambe, serrano la mascella, tengono sollevato il mento e modulano il timbro vocale rendendolo meno stridulo e quanto più “baritonale” possibile.

Ecco altri SEGNALI DI SEDUZIONE:
specialmente se seduto/a, i suoi piedi (o almeno uno) saranno puntati o diretti verso di te
- oppure le sue gambe sono incrociate verso di te
- il suo busto (o l'intero corpo) è girato verso di te
- se può ti verrà vicino
- se già vi parlate, durante le vostre conversazioni ti toccherà in modo molto casuale (il braccio, la spalla, la mano, ecc)
- la sua testa è un po' inclinata
- si toccherà la propria faccia durante la conversazione
- le sua bocca è leggermente aperta
- cerca di 'sistemarsi' come per esempio aggiustando la cravatta, la camicia, la maglietta, i capelli, guardandosi allo specchio se possibile per assicurarsi di essere
- mentre ti guarda o ti parla, talvolta si tocca la faccia, spesso intorno agli occhi

La donna, emette altri SEGNALI DI SEDUZIONE davanti ad un uomo da cui si senta attratta, può leccarsi le labbra; questo gesto, all'apparenza innocuo e insignificante, ha l'effetto di un potente richiamo sessuale; per affinità nella struttura e nelle proprietà (le labbra sono infatti una parte del corpo cava, densa di vasi sanguigni, capace di gonfiarsi e di arrossare), questo dettaglio anatomico evoca i lembi esterni dell'apparato genitale femminile; passarci sopra la lingua esalta questa somiglianza, simulando la lubrificazione dovuta all'eccitamento erotico.

La probabilità che due persone si attraggano reciprocamente aumenta con la vicinanza fisica.

Questo fenomeno è conosciuto come effetto vicinanza.

Alcuni particolari SEGNALI DI SEDUZIONE, sono sufficienti a generare qualche tipo di attrazione (

In generale, l'esposizione allo stimolo, aumenta in maniera inconscia il grado di attrazione nei confronti dello stimolo stesso (familiarità).

Con il suo esperimento sulla esposizione allo stimolo, che la gente preferisce melodie musicali già sentite rispetto a quelle che ascoltano per la prima volta.

Questo può essere spiegato con il fatto che, stimoli e persone già conosciute, riducono l'ansia, ansia che invece aumenta in caso di stimoli e persone nuove

In controtendenza, si osserva però anche una certa spinta all'innovazione e alla conoscenza di persone nuove.

La frequenza allo stimolo non è l'unico fattore che aumenta l'attrazione, notevole è anche l'importanza della vicinanza.

Nessun commento:

Posta un commento