martedì 31 maggio 2011

AMORE IMPOSSIBILE

Quanti possibili amori restano desideri, o peggio ancora AMORE IMPOSSIBILE ,perché siamo convinti che non vale più la pena ritrovarsi sempre gli eterni sconfitti di noi stessi. Spesso va anche capito se si tratta di amore vero o di infatuazione.
Non c’è soddisfazione a lottare, accudire quel sentimento, fallo diventare parte indissolubile di noi stessi se poi, può accadere di perderlo di vista e … con lui ogni nostro entusiasmo futuro.

Negli ultimi vent'anni, il modo di vivere l'amore in Occidente è cambiato in modo radicale: per la prima volta nella storia sono possibili relazioni eterosessuali e omosessuali fondate sulla parità. Eppure l'amore è ancora difficile, e alle nuove possibilità si accompagnano nuovi disagi, incapacità di SEDUZIONE.

Ecco alcuni punti nevralgici delle relazioni d'amore di oggi, con le loro particolari caratteristicbe: la dipendenza, il narcisismo, la fretta, il tradimento, l'assenza di codici di comunicazione condivisi. E, naturalmente, le paure: paura di soffrire, di sbagliare, di assumersi le responsabilità della vita adulta. E prova a rispondere a domande antiche e nuove. Dove sono finiti i vecchi codici di comunicazione? Cos'è un rapporto virtuale? Perché le relazioni si fanno spesso più amichevoli che passionali? Sul filo di questi interrogativi, si compone un quadro che mostra come, nelle giovani generazioni, sono in aumento i disagi sessuali. Ma si scopre anche, ancora una volta, che l'amore finisce sempre per affermare le sue ragioni: ci si innamora ancora, ci si innamora sempre. Ci si innamora, però, pervasi da un incertezza che sembra essere la vera sigla di questo nostro tempo.

Ci convinciamo che non è giusto soffrire, per regalarsi piccoli attimi di felicità, destinati a sparire nel tempo che verrà.
È inammissibile continuare a commettere l’errore di innamorarsi,
Giurarsi l’amore eterno, e poi …. Scoraggiarsi per l’ennesima volta, nel considerare amaramente che … tutto può finire nuovamente.
È strano, eppure ovunque ci voltiamo non facciamo altro che ascoltare discorsi in cui ci si promette rispetto ed amore purchè non faccia soffrire.
È egoismo questo non rispetto …
La sola idea che il prossimo sorriso coinvolgente che incontreremo possa diventare in futuro affezione, sentimento forte, amore ed infine inevitabile dolore … preferiamo arretrare e sbarrare il passo ad un possibile nuovo amore ma … ci facciamo solo più male.
Mettendo le mani d’innanzi agli occhi del cuore, non ci oscuriamo la via della sofferenza, ma la strada della felicità dell’anima , durasse anche solo per un istante.
Un amore per quanto possa finire nel modo più inconsolabile possibile, non è mai un errore, perché quando abbiamo amato nel suo momento migliore eravamo noi e stavamo bene a pensarci innamorati.

Nessun commento:

Posta un commento