domenica 29 maggio 2011

CERCARE L'AMORE


CERCARE L'AMORE è fondamentale per trovarlo.
Capacità di amare e capacità di SEDUZIONE vanno ricercate e coltivate.

C’è chi dice che l’amore non va cercato, perchè quando è il momento arriverà, ma non è facile che qualcuno si avvicini a noi se non ci diamo da fare e stiamo tutto il giorno chiusi in casa. Il primo step per trovare l’amore, per un adolescente, è sicuramente crearsi delle opportunità per incontrare gente e presentarsi. Cercate di organizzare le vostre giornate in modo che abbiate modo di conoscere e frequentare persone della vostra scuola o del vostro paese. Non è necessario che vi mettiate a caccia di ragazzi/e del sesso opposto, è sufficiente fare nuove conoscenze per allargare la vostra cerchia di amicizie e creare qualche opportunità in più. Iscrivetevi in palestra, a qualche attività ricreativa o (paradossalmente) frequentate un gruppo parrocchiale. Chiedete aiuto ai vostri amici che possono introdurvi in ambienti nuovi da loro frequentati.

Quando trovate una persona che vi piace, create ripetute occasioni per vederla e per essere visibile. Cercate inoltre di manifestarle vicinanza, per creare un clima di familiarità, sforzandovi però di non essere invadenti.
L'Amore può soltanto essere dato e liberamente espresso.
Non può essere catturato, non può essere afferrato e trattenuto.
Non è una entità che si possa legare oppure stringere in pugno.
Esiste in ogni persona ed in ogni cosa, in varie forme e gradi,
ed attende solo di essere tradotto in realtà.
Non sussiste al di fuori dell'ego individuale.
Nè vi sono specie diverse di amore. L'Amore è Amore, e basta.
L'Amore significa fiducia ed accettazione, senza garanzie.
L'Amore è paziente e sa attendere, ma è un'attesa,
non uno stato passivamente remissivo, poichè si offre incessantemente
in un rapporto di scambio e di reciproca rivelazione.
L'Amore è spontaneo e implora di potersi esprimere attraverso la gioia,
la bellezza e la verità. Persino attraverso le lacrime.
L'Amore vive nell'oggi, è vero nell'immediato.
Non si perde nel passato nè guarda smaniosamente al futuro.
Amore vuol dire: adesso!
CERCARE L'AMORE può in alcuni casi portare a trovare il tradimento
Scoprendo un nuovo modo d’amare il tradito avrà a sua volta compiuto un tradimento, forse uno dei più ardui, dei più dolorosi: avrà tradito per amore se stesso e tradendo avrà imparato ad amare.

Credo sia questo il tradimento più alto che ci si mostra sul nostro cammino: rinunciare, tradire la nostra dimensione "umana", "troppo umana", unilateralmente legata al dolore della contraddizione che viviamo come insanabile, per poter conciliare in noi la possibilità di essere l’uno e l’altro, concepire la morte e l’eternità, essere consapevoli del nostro limite eppure concepire il pensiero di Dio; sapersi segmento ed essere coscienti di essere noi stessi quella retta infinita.
Dunque il tradimento è una esperienza, certo non la sola, che la vita mette sul nostro cammino affichè attraverso di esso si possa giungere ad una nuova conoscenza, ad accedere alla dimensione universale.

Da sempre, o almeno da quando il pensiero ha cominciato a riflettere su se stesso, l’uomo parla di universalità e ciascuno di noi può capire cosa ciò significhi, ma perchè diventi realtà, pensiero vivente deve l’esperienza compiersi nella concretezza dell’individuo. Egli deve passare attraverso la morte e la rinascita ad una consapevolezza nuova. Deve accettare la crocefissione, il dolore, per dare alla luce una nuova vita che ogni conoscenza produce.

Non che questo passaggio debba necessariamente darsi attraverso l’esperinza della coppia che vive il tradimento; la vita trova per ognuno modi diversi, ma sicuramente sarà un tradimento che si compierà, un tradimento nei confronti del già dato, dell’acquisito, perchè la conoscenza è data da una sorta di equilibrio instabile, precario, dove ogni nuova conoscenza viene a minare il conosciuto per formulare nuova conoscenza che verrà successivamente messa in forse da un’altra esperienza nuova e così via.
Il tradimento all’interno della coppia ha una così forte pregnanza perchè in questo tipo di relazione vi sono dei fattori, per così dire, "favorevoli":
- è presente il rapporto di dipendenza che cela in sè il rapporto di intersoggettività;
- è il mondo degli affetti e quindi maggiormente incide in noi ogni vicenda che in esso si svolge, e inoltre, viene sottratto l’oggetto d’amore dove maggiore è l’attaccamento.
Per chi invece non vive la vita di coppia il tradimento sta nell’accettare di vivere in un modo "nuovo"( dove per vecchio si intende la soluzione tradizionale della vita di coppia) la mancanza , dove il bisogno di farsi interi viene incarnato dall’assenza del compagno.
Per coloro che già hanno intrapreso un cammino di conoscenza, il tradimento giunge come "verifica" di quella universalità che si è intuita, viene a chiedere fino a che punto le parole che si sono pronunciate sono vere, e quante riserve ancora ci sono.

Nessun commento:

Posta un commento