domenica 22 maggio 2011

COME PROVARE EMOZIONI POSITIVE


COME PROVARE EMOZIONI POSITIVE ed avere successo?
Applicarsi nella SEDUZIONE è un buon modo per allenare l'INTELLIGENZA EMOTIVA.
Quando ci si dedica ad un'attività creativa come è la seduzione si stimolano modelli di pensiero e parti del cervello diverse da quelle normalmente usate nelle tipiche attività abitudinarie e ripetitive eseguite nella vita quotidiana.

La seduzione, applicata nel modo giusto, agendo sulla base dei feedback ottenuti mantenendo il giusto distacco dal risultato è un ottimo modo per allenare l'intelligenza emotiva la quale a sua volta ci “aiuterà” a raggiungere i nostri obiettivi, tra cui ovviamente anche quelli relativi alla seduzione stessa.
Le emozioni sono positive quando sono il risultato di un'azione che abbiamo deciso noi con l'obbiettivo di produrre un'emozione. Emozione che è Energia, nuova spinta, nuova e crescente stima in noi stessi, perché per produrla, ci siamo messi in gioco e a rischio, uscendo dalla nostra inerzia e pigrizia mentale.
Perché accettare di essere determinati dalla vita che fa il suo corso, quando è possibile recuperare l'autodeterminazione di noi stessi
Si innesca così un ciclo virtuoso:

Applicarsi alla seduzione allena l'intelligenza emotiva e un'intelligenza emotiva allenata facilità il buon esito della seduzione stessa.

L'intelligenza emotiva può essere allenata non solo con la seduzione ma anche attraverso altri sistemi.
Sta di fatto che allenare l'intelligenza emotiva stimola la creatività ad una creatività stimolata, allenata favorirà un buon ed armonioso sviluppo dei rapporti sentimentali e della seduzione.

Come procedere per sviluppare l'intelligenza emotiva?

Capire le emozioni



Per capire le emozioni dobbiamo imparare ad acquisire la libertà di avvicinarci alle nostre esperienze interiori con un certo distacco, quasi con una sorta di indifferenza che non significa però non dare importanza ma al contrario non essere soggiogati dalle esperienze emotive e dalle emozioni stesse.
Si tratta per certi versi di un'applicazione al mondo interiore, al mondo delle emozioni di un principio che tutti i saggi, i profeti, di qualunque corrente spirituale ci hanno tramandato che è :
“agire, mantenendo il distacco dal risultato dell'azione stessa”.
Questo principio ci da anche un'ulteriore indicazione: per capire le emozioni dobbiamo agire, le emozioni richiedono azione.
La stessa parola emozione è e-mozione, cioè energia in movimento.
Le emozioni si esprimono attraverso l'azione ed è solo attraverso l'azione che possiamo capire le emozioni e dialogare con l'intelligenza emotiva.

Il linguaggio delle emozioni


Abbiamo detto che il linguaggio delle emozioni non è logico ma va oltre la parola, va oltre la logica e la razionalità. Si tratta quindi di imparare le azioni e la comuncazione non verbale atraverso cui si esprimono le emozioni.
Le emozioni base si aesprimono attraverso delle micro azioni non verbali che possiamo imparare a leggere su noi stessi e capire di conseguenza quelle che sono le esigenze delle emozoni stesse.
Possiamo inoltre attraverso delle azioni trovare un accordo ed una sintonia con l'inteligenza emotiva che ci aiuterà a raggiungere i nostri obiettivi sentimentali ma anche relazionali in genere.


Dobbiamo innanzi tutto renderci conto che intelligenza emotiva, creatività, capacità di seduzione sono un patrimonio potenziale di tutti gli esseri umani.
Spesso però vengono dimenticati in quanto non utilizzati, compressi, sacrificati in nome della cultura “illuministica” e della “razionalità” nonchè delle abitudini e dalla routine quotidiana.

Per allenare l'intelligenza emotiva, la creatività e quindi indirettamente migliorare le capacità di seduzione dobbiamo quindi seguire il principio di agire nel senso di rompere gli schemi, infrangere le abitudini, andare a ricercare situazioni nuove, impreviste.

E' molto utile inoltre imparare ad utilizzare i sensi che utilizziamo di meno, per alcuni sarà il senso della vita sopratttutto come capacità immaginativa, per altri quello dell'udito, soprattutto come capacità di “ascoltare” , non solo sentire, di cogliere le differenti sfumature tonali. Per altri ancora saranno sensi come il tatto, le sensazioni fisiche (la capacità di ascoltare i nostri organi), il senso del gusto e dell'olfatto e nell'autocontrollo emotivo..

A cosa serve l'autocontrollo emotivo



L'autocontrollo emotivo può aiutarci efficacemente a superare con successo situazioni stressanti che normalmente non vogliamo affrontare o che quando siamo costretti a farlo non riusciamo ad affrontare nel modo corretto.

Ecco alcune situazioni tipiche in cui è fondamentale aver acquisito gli strumenti dell'

autocontrollo emotivo:



Parlare in pubblico
Superare un colloquio di assunzione
Superare una relazione sentimentale che ci fa soffrire
Eliminare abitudini dannose
Acquisire abitudini potenzianti
Superare l'abbandono della persona amata
Relazionarsi con una persona dell'altro sesso che ci coinvolge particolarmente
Approcciare una persona dell'altro sesso che non conosciamo e che ci piace particolarmente
Affrontare una gara sportiva

Ci sono poi molte persone che temono il giudizio degli altri e questo gli fa perdere il proprio autocontrollo, si preoccupano ad esempio del loro aspetto fisico:
se sono troppo bassi o troppo alti, troppo grassi o troppo magri, se sono vestiti alla moda o fuori moda, se sono seducenti oppure goffi ed impacciati.

Chi ha questo tipo di preoccupazioni che non riesce a gestire, indipendente da come è in realtà, tenderà ad apparire agli altri come crede di essere.
Un meccanismo perverso farà si che le profezie nefaste che abbiamo consapevolmente o inconsapevolmente formulato tenderanno ad avverarsi.

Applicare la

seduzione

su noi stessi attraverso le metodologie di autocontrollo emotivo ci consente di uscire dai clicli negativi e di impostare dei cicli virtuosi che ci portano verso la crescita personale.



Allenare a rafforzare le nostre capacità sensoriali ci permetterà inoltre di entrare molto più facilmente in sintonia profonda con gran parte degli altri esseri umani, migliorando di conseguenza sia le capacità di seduzione che di empatia sia la capacità di vivere il piacere, anche sensuale ed erotico.
Anche attività apparentemente insignificanti come ad esempio scrivere con la mano non dominante, imparare a muoversi per casa con gli occhi chiusi, frequentare corsi di formazione di argomenti per noi nuovi, sono un validissimo aiuto per dare nuovi stimoli alla nostra intelligenza emotiva.

E un'intelligenza emotiva allenata ci permetterà di addentrarci in modo positivo nel mondo della seduzione.
La seduzione (intesa in senso olistico come capacità di coinvolgimento, in prima istanza proprio di se stessi) è la “palestra” fondamentale per innescare il ciclo virtuoso di miglioramento personale, sociale e spingerci verso un benessere esistenziale più profondo e duraturo.

Nessun commento:

Posta un commento