martedì 24 maggio 2011

PROVARE EMOZIONI POTENZIANTI


PROVARE EMOZIONI POTENZIANTI significa aumentare l'AUTOSTIMA e le capacità di SEDUZIONE
L’autostima è l’insieme delle percezioni che hai di te stesso .Il tuo livello di
autostima dipende normalmente dalla considerazione che hai delle tue abilita e da
come pensi che vengano valutate dagli altri. L’autostima influenza tutto il tuo
comportamento sia nel pubblico che nel privato. E’ costituita essenzialmente da un sistema di convinzioni interne che ci creiamo durante tutto l’arco della vita in seguito alle esperienze vissute e all’interpretazione di esse. Alcune di queste convinzioni possono risultare gravemente limitanti abbassando, a volte in maniera invalidante, il livello di sicurezza in se stessi. Possiamo incrementare notevolmente il nostro livello di autostima cambiando queste convinzioni limitanti o sostituendole con altre positive e motivanti.


Gestione delle emozioni


Per PROVARE EMOZIONI POTENZIANTI dobbiamo innanzi tutto imparare a riconoscerle, non negarle ma prenderle in considerazione. Come in considerazione dobbiamo prendere i nostri desideri.
Onorare le esigenze delle nostre emozioni e soddisfare i nostri desideri non è un atto di indulgenza verso se stessi ma un vero e proprio atto di coraggio.
Dobbiamo però imparare a farlo senza andare contro quelli che sono i nostri valori ma al contrario farlo in armonia con essi.
Quindi gestire le emozioni non significa obbedire ciecamente ai nostri impulsi emotivi ma stabilire una comunicazione con la nostra intelligenza emotiva in modo tale che il nostro comportamento e le nostre azioni saranno tali per cui vivremo in armonia con noi stessi e con gli altri.
Come si sviluppa questo dialogo con la nostra intelligenza emotiva?
Per riuscire a stabilire una connessione con le nostre emozioni e quindi PROVARE EMOZIONI POTENZIANTIdobbiamo per prima cosa apprendere il linguaggio, il modo di comunicare dell'intelligenza emotiva.
l'intelligenza emotiva non comunica attraverso le parole ma con una comunicazione che va al di la della pura logica e razionalità un linguaggio che è fatto di simboli, di immagini, di comportamenti di emozioni di base.

Capire le emozioni



Per PROVARE EMOZIONI POTENZIANTI dobbiamo imparare ad acquisire la libertà di avvicinarci alle nostre esperienze interiori con un certo distacco, quasi con una sorta di indifferenza che non significa però non dare importanza ma al contrario non essere soggiogati dalle esperienze emotive e dalle emozioni stesse.
Si tratta per certi versi di un'applicazione al mondo interiore, al mondo delle emozioni di un principio che tutti i saggi, i profeti, di qualunque corrente spirituale ci hanno tramandato che è :
“agire, mantenendo il distacco dal risultato dell'azione stessa”.
Questo principio ci da anche un'ulteriore indicazione: per capire le emozioni dobbiamo agire, le emozioni richiedono azione.
La stessa parola emozione è e-mozione, cioè energia in movimento.
Le emozioni si esprimono attraverso l'azione ed è solo attraverso l'azione che possiamo capire le emozioni e dialogare con l'intelligenza emotiva.
L'uomo e gli altri animali sono un prodotto dell'evoluzione.

Siamo diventati ciò che siamo a seguito di innumerevoli cambiamenti avvenuti lungo la linea evolutiva nel corso di milioni di anni.

L'essere umano rappresenta una delle innumerevoli linee di evoluzione.
I comportamenti seguono lo stesso percorso evolutivo della morfologia e dello sviluppo cerebrale.
I comportamenti vengono condizionati essenzialmente da tre fattori:
istinto, emotività, cognitivismo

Nell'uomo si riscontrano comportamenti istintuali provenienti da stimoli prodotti dalla parte più arcaica del cervello, quello rettiliano, e riguardano risposte a stimoli che possono mettere in pericolo la soppravvivenza individuale come la fame o il pericolo di vita oppure comportamenti finalizzati alla riproduzione della specie.
Potremmo dire che,almeno parzialmente Eros e Thanatos sono governati dalla nostra sfera istintuale.
Esistono poi comportamenti mediati essenzialmente dale esigenze emozionali,tra questi troviamo quelli legati all'innamoramento, all'esigeza di seduzione (sedurre ed essere sedotti) .

Quando parlo di innamormento e seduzione utilizzo i termini in senso olistico (che comprende tutto), possiamo quindi innamorarci o essere sedotti non solo da un altro essere umano ma anche da un'ideologia sia politica sia religiosa sia di altra natura.

Altri comportamenti, vengono governati essenzialmente dal cognitivismo, cioè dalle capacità di ragionamento logico-razionale.

Questi comportamenti vengono essenzialmente appresi sulla base di un meccanismo di controllo cibernetico di gratificazioni e punizioni.
I comportamenti che portano un risultato positivo (premio) vengono rinforzati e reiterati, quelli che portano risultati negativi (punizione) vengono indeboliti e gradualmente dismessi.

Inoltre i comportamenti cognitivi sono modulati dalla ideo-creazione.

Idea vuol dire forma.
Un'idea si può tradurre in azioni e comportamenti e quindi precorre le azioni e i comportamenti.
L'idea nasce dal comporsi istantaneo di elementi diversi in unità.

Lo studio del comportamento umano abbraccia un vasto numero di scienze e di epistemologie che vanno dall'antropologia alla filosofia, alla psicologia, la spiritualità,l'esoterismo, ma anche a nuove scienze come la fisica quantistica, la cibernetica, ma anche l'utilizzo di modelli matematici e di algoritmi apprendibili da tutti.

La conoscenza di se stessi è codifificata in antiche massime di saggezza come il “conosci te stesso” dell'oracolo delfico o il quesito della Sfinge ad Edipo.

Nessun commento:

Posta un commento