domenica 15 maggio 2011

RAGGIUNGERE IL SUCCESSO IN AMORE


RAGGIUNGERE IL SUCCESSO IN AMORE è strettamente correlato all’armonia con se stessi. Non è possibile RAGGIUNGERE IL SUCCESSO IN AMORE se manca quest’armonia. E nemmeno è possibile mettere in atto efficaci strategie di SEDUZIONE senza prima essere in armonia con se stessi.
All’interno di ciascuno di noi vi è come un interlocutore con cui dovremmo dialogare
ma molto spesso risulta estremamente difficile entrare anche solo in contatto con
questo interlocutore. Stiamo parlando dell’intelligenza emotiva, la nostra parte
istintuale definita quotidianamente come “inconscio”. Questa parte emotiva entra
continuamente in relazione con l’altra parte di noi stessi che definiamo intelligenza
logica.
Per condizionamento culturale, nelle società come la nostra, siamo portati a
identificarci con la nostra parte logica, con la nostra razionalità e non con la nostra
emotività. Questo perché fin dai primissimi anni di vita veniamo invitati (con le
buone o con le cattive) a prendere le distanze dall’emotività che, nella nostra cultura,
viene considerata come un dato negativo, una “fonte di peccato e di guai” nonché
sinonimo di debolezza.
Ecco che quindi, a causa di questi paradigmi sociali, ci ritroviamo con tutta una serie
di disarmonie provocate dai continui tentativi di comprimere l’emotività. L’emotività
infatti può solo essere compressa e non eliminata e, come tutte le cose compresse,
prima o poi genera delle tensioni che sono appunto originate da questo voler a tutti i
costi comprimere la nostra parte emotiva.
Ad esempio, ti è mai capitato di sperimentare la cosiddetta “paura di amare”? Oppure
di dire fra te e te “Non mi concederò fino a che non sarò sicuro/a che lei (o lui) mi
ami veramente”? Ebbene, ogni volta che ci vietiamo di fare qualcosa oppure ci
imponiamo di effettuare soltanto scelte a rischio zero, non facciamo altro che andare
a comprimere, impedendole di esprimersi, la nostra parte emotiva la quale, per tutta
risposta, ci procura tensioni, frustrazioni e disarmonia. Spesso queste compressioni,
soprattutto se coinvolgono la sfera affettiva o sessuale, si ripercuotono anche a livello
fisiologico: ad esempio tabagismo e sovrappeso sono fra le più comuni
manifestazioni fisiologiche di una compressione emotiva.
Attraverso semplici e opportune tecniche è possibile intervenire su questi punti di
compressione, allentando così quelle tensioni con un conseguente e drastico
miglioramento dell’autostima e della capacità di relazionarsi serenamente con gli
altri.
RAGGIUNGERE IL SUCCESSO IN AMORE, vuol dire saper ascoltare i sentimenti più profondi che sono dentro di noi. E’ inutile fuggire dalla realtà, in quanto si inganna innanzitutto noi stessi. Occorre saper cogliere i segnali importanti che si cerca di mascherare mediante l’atto del giustificare o peggio dell’ignorare. Occorre capire ed affrontare l’ansia, le paure, i timori, che spesso bloccano, in quanto possono spingerci a lasciare latenti comportamenti, atteggiamenti o decisioni che sono già dentro di noi.
La nostra esistenza è fatta di Episodi, di periodi che iniziano e finiscono. Un periodo che termina apre nuove opportunità per la crescita personale, per amare e per sentirsi amato, con il proprio partner o con uno diverso. La consapevolezza consente di conoscere e migliorare quella parte di noi che nel passato ha contribuito a creare ostacoli ed amarezze.
RAGGIUNGERE IL SUCCESSO IN AMORE vuol dire introdurre nel rapporto fiducia e rispetto, vuol dire saper scegliere l’istante giusto per comunicare con il proprio partner. Occorre saper affrontare le discussioni con serenità, parlare con convinzione, cercare di fornire all’altro la possibilità di replicare, di capire. Occorre saper evitare il senso dell’insicurezza, le accuse, le recriminazioni, i ricatti sentimentali, in quanto non è utile contribuire a distruggere i fantastici ricordi del passato.
Un rapporto sentimentale non vive solo di istanti d’amore, ma si nutre anche di infantili ripicche quotidiane. Una parola pronunciata con leggerezza, spesso scatena comportamenti irritanti.
Un altro grave errore che commettono molti è di pensare che comunicare
efficacemente sia una semplice questione di parole adatte. Questa è una grossa
sciocchezza perché il 90% di quello che noi comunichiamo non esce dalla nostra
bocca! La stessa identica frase può produrre un certo effetto se pronunciata da una
determinata persona e produrre un effetto diametralmente opposto se detta da un
altro. Ho visto oratori tenere la platea incollata alle sedie per ore parlando
fondamentalmente di nulla e ho visto oratori annoiare a morte il pubblico pur
parlando di concetti sublimi e densi di significato. Quindi, parlare in pubblico,
prendere un bel voto, attrarre una persona del sesso opposto ecc. non è una pura
questione di parole adatte!
Infine, molti sono convinti che per coinvolgere o persuadere una o più persone, sia
sufficiente “farle ragionare”. L’errore qui sta nel non tener conto che soltanto una
piccolissima parte del nostro cervello è preposta al ragionamento di tipo logico. Tutto
il resto lavora per EMOZIONI (o stati emozionali). E’ quindi di fondamentale
importanza imparare a comunicare in un modo tale da coinvolgere attivamente sia la
parte logica che quella emozionale dei nostri interlocutori, per guadagnare la loro
fiducia a la loro attenzione!
Il Linguaggio del corpo gioca davvero un ruolo così importante quando ci
relazioniamo con gli altri? La risposta è assolutamente SI’! In particolar modo, il
nostro linguaggio del corpo, influenza enormemente il giudizio che gli altri si fanno
su di noi. Ad esempio, se esci ad un appuntamento con una persona del sesso
opposto, i messaggi che il tuo corpo manda rivelano un sacco di cose su di te. La
persona che avrai di fronte riceverà questi messaggi e il suo cervello li processerà a
livello inconscio. Il risultato di questo processo inconscio e automatico, contribuirà in
maniera decisiva a formare l’opinione che quella persona avrà di te.
Per capire meglio la natura inconsapevole di ciò che ciascuno di noi recepisce dai
messaggi non verbali che le altre persone ci inviano, facciamo un esempio pratico.
Supponiamo che tu provi un’antipatia istintiva per qualcuno. Fondamentalmente
quella persona non ti ha detto o fatto niente di male ma rimane il fatto che tu proprio
non la sopporti! Se ti venisse chiesto il perché di questa tua avversione probabilmente
non sapresti rispondere in quanto il giudizio che ti sei creato su quella persona
proviene da un meccanismo di percezione e di elaborazione che lavora al di sotto
della soglia di volontà.
4
Un altro esempio. Ti è mai successo di avvicinare una persona, magari dell’altro
sesso e, nonostante tutte le tue buone intenzioni, hai ricevuto solo reazioni negative?
Questo fenomeno apparentemente strano e inspiegabile si verifica ogni volta che il
tuo corpo invia messaggi sgradevoli attraverso la gestualità, la postura e il tono di
voce. E’ pertanto di fondamentale importanza imparare a mandare i segnali giusti nel
momento in cui vogliamo ottenere risultati positivi nel comunicare con gli altri!
Ecco qui di seguito 5 semplici accorgimenti da mettere in pratica per cominciare a
comunicare efficacemente con il linguaggio del corpo:
1) Il tuo viso. Rilassa i muscoli facciali in modo da evitare espressioni che indichino
nervosismo.
2) La tua voce. Parla in tono calmo, tranquillo e sicuro in modo da far capire che sei
assolutamente convinto/a di quello che stai dicendo.
3) Le tue spalle. Le spalle contratte o inarcate mandano un chiaro segnale di
nervosismo o insicurezza. E’ necessario fare esercizi per mantenerle sciolte e
rilassate.
4) La tua postura. L’intera postura del corpo deve comunicare che ti trovi
perfettamente a tuo agio con ciò che stai dicendo o facendo.
5) La tua gestualità. Evita di muoverti a scatti o nervosamente in quanto questo
potrebbe far pensare che ti senti inadeguato/a oppure in colpa per quello che stai
dicendo o facendo. Un modo di gesticolare nervoso potrebbe addirittura mettere in
dubbio la tua sincerità o peggio la tua onestà. Muoviti nell’ambiente con calma e
disinvoltura presupponendo di sapere perfettamente ciò che vuoi.
E’ possibile capire ciò che una persona pensa osservando il suo linguaggio del corpo?
Anche in questo caso la risposta è sì. Al di là di questo, capire, saper interpretare e
usare propriamente il linguaggio del corpo ci permette di:
-Capire se una persona è sincera oppure sta mentendo.
-Capire se una persona del sesso opposto è attratta.
-Creare i presupposti per indurre interesse sessuale e romantico.
-Ottenere stima, rispetto e considerazione dagli altri.
-Mettere le altre persone a proprio agio in nostra presenza.
-Fare nuove amicizie e creare nuove relazioni.
-Persuadere, convincere.

Ricorda inoltre che:

RAGGIUNGERE IL SUCCESSO IN AMORE vuol dire riuscire ad avere anche una vita privata, degli spazi propri entro cui sviluppare e soddisfare le esigenze individuali e i bisogni sentimentali, di affetto, amicizia, ecc. Occorre evitare di invadere le reciproche libertà, con comportamenti alimentati da stupide e morbose gelosie o invidie.
RAGGIUNGERE IL SUCCESSO IN AMORE vuol dire saper razionalizzare il sesso, cercando di evitare di attribuirgli una esagerata importanza (per la buona riuscita del rapporto), in quanto l’inevitabile attenuazione della passione erotica può condurre ad una instabilità. Occorre saper rigenerare la seduzione, evitando i comportamenti scontati, la fretta, riscoprendo con il dialogo vecchie e nuove forme di sensazioni, che comprendono anche lo scambio dei ruoli. Confessare i propri desideri erotici, le proprie fantasie, perché vivere l’amore vuol dire anche saper realizzare i bisogni e le fantasie erotiche del partner.

Nessun commento:

Posta un commento