domenica 26 giugno 2011

DIVENTARE AFFASCINANTI



DIVENTARE AFFASCINANTI è possibile tenendo conto di alcune regole che rispettino la propria personalità


Per essere affascinanti non serve - e in ogni caso non basta - essere belle/i: il vero segreto della seduzione sta nella perfetta sintonia tra parte logica e parte emozionale.

C'è una differenza fra fascino e seduzione. Il fascino è un modo di essere, la seduzione una attività.

Il fascino è una forza attrattiva che promana dall'intera persona, è la rivelazione dell'inconfondibile unicità dell'individuo e della sua storia. È fascino quello dell'attrice Michelle Pfeiffer che ne L'età dell'innocenza fa trasparire dietro la dolcezza il segreto conturbante delle passioni proibite. Ha fascino Marlene Dietrich in Testimone d'accusa perché la sua enigmatica durezza cela l'amore. La persona dotata di fascino è portatrice di un mistero e di un incantesimo. Non comunica solo bellezza, produce emozione, pathos.
Inoltre non dobbiamo confondere il fascino con l'attrazione prodotta dalla notorietà.

è importante ricordarsi un particolare molto semplice: LA SEDUZIONE si gioca con poche regole fondamentali e un’immensità di aggiunte e appendici gustosissime da dimenticare e trasgredire.
In molte donne è radicata la convinzione di non saper DIVENTARE AFFASCINANTI altre invece pensano che la seduzione si riassuma in sospiri, occhioni languidi, battiti di ciglia e fusa da gatta morta, tanto che ridono alla sola idea di avere tali atteggiamenti ridicoli.


La seduzione invece è una attività intenzionale e consiste nel renderti attraente, desiderabile.

Quella femminile utilizza anche la SEDUZIONE erotica giocando anche sull'abbigliamento, il trucco, ma soprattutto sull'arte di invitare e di respingere esercitata in cento modi: coprendo e scoprendo il proprio corpo, con il movimento e la gestualità, con lo sguardo che prima chiama e poi rifiuta, finché non si ferma incantato sull'uomo prescelto e lo fa sentire una divinità.
DIVENTARE AFFASCINANTI significa imparare a governare le emozioni

E’ quindi di vitale importanza imparare a comunicare con le emozioni per rendere la nostra comunicazione efficace e penetrante, per essere in grado di fornire alla mente emotiva del nostro interlocutore  il servizio analogico richiesto, in modo tale che questo sia ben predisposto nei nostri confronti e si genera una situazione di empatia emotiva.

Dobbiamo quindi  imparare a diventare il più rapidamente possibile bersaglio emozionale della mente emotiva del nostro interlocutore, perchè se la sua mente emotiva si innamora di noi il nostro interlocutore inizierà a desiderarci e quindi dal di dentro quella persona sentirà nascere il desiderio di fare quello che noi gli chiediamo.

  USA L’IRONIA E PRENDITI MENO SUL SERIO
Dopo che hai investito sulle tue qualità cerca di comportarti con leggerezza ed elasticità perché non è necessario che quello che sai fare lo diffondi al mondo intero con il megafono! Le persone rimangono più colpite dal benessere che tu sai trasmettere, piuttosto che dal “tuo sapere”. La positività e la piacevolezza sono la prima fonte di attrazione.
  CERCA DI COMPRENDERE IL CONTESTO IN CUI TI TROVI E DI STABILIRE UNA SINTONIA
   IMPARA AD ASCOLTARE E NON INTERROMPERE CHI PARLA
Non c’è niente di più antipatico che stare vicino ad una persona che si comporta in modo inadeguato alla situazione. Quindi va bene conoscersi e cercare di apparire al meglio, ma bisogna sempre prima capire chi abbiamo di fronte. Fascino vuol dire essere in grado di stabilire una sintonia con chi ci è vicino.
Una caratteristica delle persone che hanno fascino è saper ascoltare con partecipazione senza interrompere continuamente i suoi interlocutori.


  UN PO’ DI MISTERO NON GUASTA

Il più delle volte essere un libro aperto non giova. Quindi, non dire proprio tutto di te, ma lascia un leggero mistero da suscitare interesse in chi ti ascolta.

Nessun commento:

Posta un commento