sabato 4 giugno 2011

IL VERO AMORE


IL VERO AMORE è il prodotto della SEDUZIONE EMPATICA.

Per ottenere la felicità e raggiungere l'appagamento personale è essenziale saper dare e ricevere amore.

Ma fino a che punto comprendiamo la straordinaria forza trasformatrice di questo sentimento? Siamo davvero in grado di coltivarne e di apprezzarne i doni inestimabili? Riprendendo esercizi e tecniche messi a punto nei monasteri tibetani più di mille anni fa, ci guida lungo un cammino che porta a sviluppare il nostro potenziale, trasformando l'eccessiva e controproducente concentrazione su di noi in un sano interesse per gli altri.

Così, passo dopo passo, impariamo a superare la generale abitudine a inquadrare le persone in categorie rigide per creare e mantenere invece un atteggiamento positivo verso tutti coloro che ci circondano, allargandone sempre di più la cerchia.

Riflettere sulla gentilezza e sull'amore ricevuti soprattutto durante l'infanzia (quando maggiore è la nostra dipendenza dall'attenzione e dalle cure altrui), ci spingerà poi a ricambiare chi ci ha fatto del bene, aiutandolo a raggiungere i suoi obiettivi.

In tal modo riusciremo ad apprezzare l'altruismo disinteressato, il dare con generosità senza tornaconto personale, perché nel momento in cui cerchiamo di realizzare il benessere degli altri stimoliamo la compassione, che è l'aspetto più vero e pieno dell'amore.

Nel linguaggio comune, l'espressione vero amore si riferisce all'amore incondizionato, assoluto, disinteressato, tradizionalmente immaginato come l'unico nella vita di una persona, destinato ad essere eterno o comunque a superare per intensità e durata tutti gli altri.
L'espressione può essere adottata per distinguere l'amore profondo da altri sentimenti amorosi, quali innamoramento, infatuazione, attrazione sessuale. Nella cultura popolare, il vero amore viene immaginato irresistibile e disinteressato, tale da spingere l'amante fino a sacrificare sé stesso (la propria felicità, i propri averi, la propria salute, la propria vita e via dicendo) per l'amato; ovvero si suppone che nel vero amore la felicità dell'amato, o la fedeltà e la lealtà nei suoi confronti, diventino per l'amante valori fondamentali, prioritari e imprescindibili. Nella cultura occidentale, il concetto più direttamente correlato al vero amore è quello di matrimonio, soprattutto inteso come legame eterno (a prescindere dalle motivazioni religiose); è possibile quindi considerare il concetto di "amore vero" come storicamente derivato dalla concezione (cristiana, ma non solo) del matrimonio come rapporto definitivo e irrevocabile, al contrario delle altre forme di amore destinate ad essere più effimere.
Trovare il vero amore non è facile come girare il palmo della mano, tenere a mente e le condizioni ideali per stabilire che qualcuno è il tuo vero amore. Ma ci sono suggerimenti che possono aiutare a trovare il vero amore. È questo! 1. Non cercarlo. L''amore non viene a chi è in cerca di lui. Se davvero hai appena concluso una relazione, concentrarsi su se stessi e la vostra vita personale prima. Non c''è bisogno di affrettarsi a trovare un nuovo amore, e goditi la tua solitudine. 2. Lasciare il tempo per te stesso. Scopri la tua aura positiva. Se ti senti soddisfatto di apparire di per sé, allora automaticamente brillerà un alone positivo. E la gente intorno lo vedrà.
Credo che l'amore vero, eterno, sia reale, ma essendo una cosa meravigliosa, come tutte le cose belle è molto rara da trovare. Chi ci riesce e lo trova è un "eletto" sia perchè è stato in grado di riconoscerlo, e soprattutto perchè ha avuto la fortuna di essere riconosciuto a sua volta. Ma è anche vero che è necessario coltivarlo e per fare questo sicuramente occorrono dei sacrifici, che sicuramente risultano più appaganti nel momento in cui senti che si tratta della persona giusta.
Del resto secondo me vale sempre la pena di amare anche quando paghi con il dolore perchè ciò che provi è qualcosa di fantastico. Quando scopri di amare qualcuno uomo o donna che sia senti dentro un'energia sconosciuta, qualcosa che ti rapisce completamente tant'è che non ti domandi se ne vale la pena, ma combatti per quell'amore con tutto te stesso. Il dolore in fondo è una parte della vita e ci sono momenti che lo stesso dolore è prova d'amore incondizionato. Ma se incominciamo tentennando, se la paura prende il sopravvento allora ci resterà sempre il dubbio di quello che sarebbe potuto essere e che non è stato. Inoltre quel senso di colpa mista alla codardia ci perseguiterà per sempre, e per me questo è il dolore piu' grande.
Al vero amore è in genere associata anche l'idea di una perfetta intesa fra i due amanti ("essere fatti l'uno per l'altra"). Intesa nel senso più radicale, questa idea ha un insieme di implicazioni di carattere metafisico, come l'idea che si possa essere destinati a trovare il vero amore, che per ogni persona esista al mondo un solo individuo con cui sia possibile instaurare una relazione di vero amore reciproco (idea talvolta ricondotta, non del tutto correttamente, al Simposio di Platone), o che si possa immediatamente "riconoscere" il proprio vero amore quando lo si incontra.

Nessun commento:

Posta un commento