giovedì 16 giugno 2011

LA CRISI DI COPPIA





LA CRISI DI COPPIA può essere affrontata e superata grazie anche alle TECNICHE DI SEDUZIONE.
Vediamo come si sviluppano i rapporti di coppia.
Il rapporto di coppia non è supportato da meccanismi innati ne di natura filogenetica (di evoluzione della specie) ne di natura ontogenetica (di evoluzione dell'essere umano).
Gestire e mantenere nel tempo un rapporto di coppia implica una attività volontaria che se presa e vissuta nel modo giusto piò essere comunque piacevole. Il rapporto va coltivato alimentato mantenendo sempre attiva la seduzione all'interno della coppia.
L'essere umano è un animale sociale cioè non può (in condizioni di benessere) vivere in isolamento ma ha bisogno di frequentare e di rapportarsi con altri esseri umani.
La coppia è sicuramente un ambito sociale benchè a due.
Le relazioni però si mantengono se riescono soddisfare, almeno qualcuno dei bisogni fondamentali dell'essere umano (fisiologici, di sicurezza, affettivi, di stima, sociali, autorealizzazione).
Una relazione deve garantire, secondo questo principio sessualità, sicurezza, affetto, socializzazione, dialogo.



Cosa sono i valori di coppia?
Rappresentano tutto ciò che viene giudicato importante da entrambi i partner.
I valori possono essere suddivisi in : valori veicolari e valori finali. Che differenza c'è?
Facciamo un esempio per comprendere meglio.
Quali sono per te le tre cose più importanti?
Le risposte a questa domanda sono i così detti “valori veicolari”. Supponiamo ad esempio che la persona risponda alla domanda cosa per te è più importante “la famiglia”. Questo significa che la famiglia è un valore veicolare che servirà a soddisfare un valore finale, che potrebbe ad esempio essere l'affetto.
Cosa può succedere? Può succedere che se io non conosco il valore finale ma solo quello veicolare avrò possibilità di avere affetto solo attraverso la famiglia.
Se le circostanze della vita mi porteranno ad una disgregazione familiare perderò la possibilità di soddisfare il mio valore finale. Non avrò la possibilità di rendermi conto che il valore finale dell'affetto avrebbe anche potuto essere soddisfatto diversamente.
E' quindi importante riuscire a cogliere quelli che sono i valori finali. Per capirlo possiamo dare risposta alla domanda” cosa farei se non avessi il valore veicolare”.
I valori sono una sorta di “sestante” che guidano la nostra rotta e noi uniformiano ad essi la percezione della nostra identità.
Sono molto importanti perchè rappresentano la via regia sia alla nostra autostima sia ai nostri stati emozionali. Quando viviamo allineati ai nostri valori infatti proviamo una profonda stima in noi stessi ed abbiamo un accesso facilitato e prioritario a stati emozionali positivi e potenzianti. Riusciamo sostanzialmente a provare un benessere profondo ed una pace interiore.
Tendiamo spontaneamente a stare maggior tempo ed in maggior armonia con persone che hanno i nostri medesimi valori e meno con chi ha valori diversi dai nostri.
Tutto questo avviene però, almeno frequentemente, in modo inconsapevole
È di fondamentale importanza quindi, riconoscere, portare alla luce i nostri valori. Per farlo dobbiamo dare una risposta meditata profondamente alla domanda:
cosa è importante per me?”
i valori possono dipendere dalla cultura di appartenenza, dalla famiglia di origine oppure dipendere dal contesto in cui viviamo ma possono anche essere modificati attraverso un atto di volontà o modificarsi sulla base di nuove esperienze vissute.
Nel rapporto di coppia è di vitale importanza, per la coppia stessa, che ci siano dei valori condivisi da entrambi. La condivisione dei valori in una coppia garantisce elevate probabilità di “vita lunga” per la coppia stessa.
Come fare praticamente?
Dobbiamo capire per prima cosa quali sono i nostri valori in generale ed i “valori di coppia” in particolare. Successivamente dovremmo scoprire le stesse cose per il partner. Infine dobbiamo allineare i valori di coppia reciproci o trovare dei valori di coppia condivisi da entrambi.
Come procedere?
a) Per prima cosa dobbiamo dare delle risposte sincere e precise alla domanda:
che cosa è importante per me nella vita di coppia? Dobbiamo trovare almeno 5 risposte ed ordinarle per grado di importanza
b) attraverso domande indirette e comunque molto discrete (evitare tassativamente di procedere come se si stesse facendo un interrogatorio in quanto otterremmo solo chiusura ed ostilità) dobbiamo scoprire che cosa veramente (valore finale) è importante per il nostro partner in una relazione di coppia.
c) è necessario fare un match (una sovrapposizione) dei miei valori con quelli del mio partner per verificare quali sono condivisi quali no e quali sono addirittura in opposizione (ad esempio uno potrebbe avere come valore fondamentale la fedeltà l'altro invece la coppia aperta ad esperienze con altri).
d) è necessario armonizzare il maggior numero di valori possibile creando una negoziazione in modo tale che la maggioranza dei valori, relativamente al rapporto di coppia, sia condiviso.

Che cosa intendiamo con credenze di coppia?

Per introdurre il concetto di credenza, dal quale poi si estrapola quello di credenze di coppia farò un'affermazione provocatoria:
la realtà in realtà non esiste”
qual è il significato di questa affermazione?
Significa che la realtà viene costruita “letteralmente” dal nostro cervello il quale utilizza sia gli input sensoriali sia le memorie. Quindi non esiste una realtà oggettiva bensì esiste una “percezione-costruzione” della realtà. Esistono quindi tante realtà soggettive quanti sono gli esseri umani. Anzi ne esistono molte di pù in quanto ogni essere umano può a seconda delle circostanze, degli stati d'animo e degli stati emozionali modificare la sua percezione della realtà.
Quando siamo innamorati ad esempio troviamo normale fare delle cose che normalmente non faremmo. Se io abito a Torino e sono innamorato di una donna che abita a Roma, troverò normale (quindi facente parte della mia realtà) sostenere le spese del viaggio in aereo passare una giornata con l'amata e poi ritornarmene indietro. Se l'amore diminuisce invece quello che prima era normale diventa un problema, la stanchezza e la spesa a cui prima non davo importanza (non erano parte della mia realtà) diventano importanti e condizionanti (diventano reali) per cui i miei viaggi a Roma diminuiranno.
Quando l'amore finisce, ripensando ai sacrifici che facevo per passare una giornata a Roma troverò tutto questo estremamente ridicolo e non riuscirò a capacitarmi di come ho potuto fare tutto quello che ho fatto.
Pensate quindi che se anche la stessa persona, a seconda delle emozioni e degli stati d'animo che vive, può radicalmente cambiare la sua personale costruzione del mondo che grandi differenze possono esserci tra una persona ed un'altra.


Nessun commento:

Posta un commento