domenica 5 giugno 2011

PRINCIPI DELLA SEDUZIONE


Quali sono i PRINCIPI DELLA SEDUZIONE
I PRINCIPI DELLA SEDUZIONE sono emotivi, istintintuali e biologici.
Biologicamente la seduzione può essere considerata come il rito messo in atto per preparare l'accoppiamento. Maschio e femmina si incontrano e l'uno deve cercare di essere interessante per l'altro con l'unica finalità di procreare e proseguire quindi "la specie".

Biologicamente il meccanismo serve ad evidenziare le proprie caratteristiche genetiche superiori a quelle altrui e quindi ad assicurarsi una scelta che premi la propria "stirpe" e la renda feconda e onnipresente. Sedurre la femmina, per il maschio, equivale ad offrire il meglio di quanto in quel momento sembra essere disponibile e similmente, per la femmina, sedurre il maschio significa garantire alla propria discendenza il meglio.
Questo meccanismo evolutivo, fonte di continua selezione naturale, nell'uomo si è modificato ed ha prodotto risultati che, oggi, non sono più comparabili e/o compatibili con un puro e semplice discorso di evoluzione della specie.
Nella seduzione e nei rapporti sentimentali in genere è anche importante capire se il nostro partner è stato sedotto da qualche nostro antagonista.
Nel mondo ci sono molti seduttrici e seduttori e così come noi mettiamo in atto processi di seduzione allo stesso modo possono farlo i concorrenti.
Ci sono dei segnali di comunicazione non verbale che possono evidenziare una predisposizione all'infedeltà o un ainfedeltà manifesta.
Questi segnali si manifestano quando vengono fatte delle osservazioni specifiche, anche di tipo indiretto.Nella seduzione la comunicazione indiretta è fondamentale. Potremmo dire che la seduzione è sempre indiretta. Non esiste una seduzione diretta. O meglio se una persona accetta una nostra richiesta diretta significa che la seduzione era già avvenuta precedentemente e ce ne eravamo accorti.
Quindi per capire se il nostro partner è stato sedotto o lo sarebbe volentieri da un nostro antagonista dobbiamo imparare il linguaggio indiretto che tra l'altro ci sarà molto utile anche nella seduzione attiva.
Il maschile ed il femminile (che hanno preso il posto del maschio e della femmina) sono due categorie specifiche che si incontrano e si scontrano indipendentemente dalla necessità di procreare e di proseguire la specie.

In questo incontro la seduzione gioca un ruolo di primo piano ed è perciò importante capirla nelle sue diverse sfaccettature e nelle sue profonde differenze.

Maschio e femmina, infatti, seducono e sono sedotti in modo diverso.

La donna privilegia il tempo, l'uomo propende per l'azione. La donna si muove nell'attesa, l'uomo agisce direttamente.

Sembrano cose banali e già dette ma è importante capirle per poter poi comprendere meglio i nostri e gli altrui comportamenti e le conseguenti reazioni.

Cerchiamo insieme di comprendere come ciò avvenga e, possibilmente, perchè.

Quando si sentono parlare le donne della seduzione  i toni sono generalmente sfumati, poco diretti e solitamente orientati verso connotati emotivi e mentali prima che erotici.

Il silenzio, l'attesa ed il sottile piacere ad essa collegato sembrano essere il filo conduttore di un comportamento che spesso viene vissuto come decisamente "interiore", fonte di gratificazioni intense e decisamente personali, individuali.

"Conoscerlo, ascoltarlo, lasciarlo entrare nella mia testa è stato tutt'uno - mi confessava Paola in seduta - e da allora non ho potuto non cercare di coinvolgerlo e di stare insieme a lui." L'immaginario gioca un ruolo potente nella seduzione femminile e coinvolge intensamente la donna attraverso fantasie e simbolismi.

Il tempo, l'attesa, l'ascolto sono tutte realtà interne, personali, intime e sembrano ben descrivere l'approccio femminile alla seduzione, sia in veste attiva che passiva.

Al contrario, l'uomo sembra privilegiare l'agito, il fare, il dire.

Nella donna la ciclicità, legata anche a fattori squisitamente biologici, sembra condurre e ricondurre le cose all'interno di un meccanismo immutabile ed identico a sè. Nell'uomo il ritmo sembra invece giocare una parte preponderante nel gioco seduttivo.

Così come nell'atto sessuale i tempi divergono drammaticamente e l'una raggiunge lentamente l'apice del piacere attraverso una "curva di crescita" lenta e progressiva e l'altro invece attraverso uno "spunto" immediato e cogente, nella seduzione il processo si ripete tal quale.

L'uomo è immediato ed esterno. Cerca di "penetrare" nello spazio femminile nel minor tempo possibile cercando di coglierne subito le sfumature e le profondità. Cercando subito, con la partner, una complicità immediata.

Il comportamento che mettiamo in atto quando interagiamo con le persone ha è determinante nel processo di seduzione.

la seduzione

che può produrre il comportamento è una seduzione molto profonda, perchè è attraverso il nostro comportamento che possiamo pilotare tra le tante cose la gestione del desiderio e del possesso.

Desiderio e possesso sono determianti nella

seduzione

.
Tendenzialmente è solo attraverso il desiderio che percepiamo l'esigenza di un bisogno.
E' solo quando ci rendiamo conto di desiderare una persona che possiamo affermare di essere stati sedotti.
E naturalmente il desiderio deve andare oltre la pura esigenza sessuale

Con il nostro comportamento per riuscire a coinvolgere la persona che ci interessa dovviamo essenzialmente centrare due obiettivi:

1)gratificare la sfera logica
2)penalizzare la sfera analogica.

Questo perchè locicamente le persone sono sedotte dalla gratificazione mentre emotivamente vengono sedotte dalle penalizzazioni

Quindi

la seduzione

ottimale si ottiene utilizzando la comunicazione logico – verbale per dare delle gratificazioni, mentre la comunicazione analogica per dare delle penalizzazioni.
E la comunicazione analogica si esprime soprattutto attraverso il comportamento.
Questo sia per la seduzione del maschio che per la seduzione della femmina.

Maschio e femmina hanno come comportamento naturale la seduzione ma è solo vivendone le differenze intrinseche che potranno goderne pienamente ed ottenerne il massimo.

Nessun commento:

Posta un commento