lunedì 6 giugno 2011

VERSO L'AMORE


Andare VERSO L'AMORE è la meta a cui si dovrebbe tendere.

Amore, forza trascinante e trasformatrice che si deve però nutrire di spiritualità per non smarrire la propria carica primordiale e per modificare sostanzialmente la nostra vita e le nostre relazioni.
Nell'amore e nell'innamoramento ma anche nella seduzione succede la stessa cosa. Se siamo affamati di amore, saremo disposto ad accettare anche condizioni oggettivamente sfavorevoli e non saremmo contemporaneamente in grado di apprezzarne l'essenza fino in fondo.
Diventeremo inoltre dipendenti dall'amore stesso.
Il nostro potenziale di seduzione diminuirà moltissimo e diffcilmente saremo in grado di raggiungere gli obiettivi sentimentali prefissati anzi navigheremo talmente a vista che molto probabilmente non ci saremo prefissati nessun obiettivo.
Attraverso l'autocontrollo emozionale e la gestione delle emozioni stesse svilupperemo il giusto atteggiamento ed i giusti comportamenti che faranno incrementare in modo inimmaginabile il nostro potenziale di seduzione e di coinvolgimento nonché la nostra capacità di farci amare.

Analizzando un così grande sentimento nelle sue tappe - attrazione, infatuazione, corteggiamento, intimità, resa, passione ed estasi - l'Autore ne individua le enormi potenzialità, prende in esame alcune situazioni concrete e propone anche esercizi specifici per affrontare e superare molteplici difficoltà.

Il vero amore non cambia. Esiste indipendentemente dalla forma con la quale si esprime perché la Fonte di questo Amore Eterno, Onnipresente e privo di forma è dentro di te. Ecco dove la fiducia deve essere riposta. Questo amore è certo come ogni cosa che conoscerai e, una volta che sarà ben saldo nel tuo cuore, non avrai più bisogno di cercare la felicità al di fuori di te.

l'amore è un sentimento ed un'emozione molto forte che molto spesso le persone non sono in grado di vivere consapevolmente.
Quando l'amore viene vissuto come compensazione ed appagamento di esigenze emozionali delle quali non si è pienamente consapevoli diventa un bisogno.
Nel momento in cui abbiamo bisogno di un'altra persona perdiamo buona parte del potenziale di seduzione nei suoi confronti
Per essere amati e per amare senza incorrere in dipendenze affettive o sofferenze dobbiamo acquisire la giusta consapevolezza che ci fa passare dall'illusione d'amore all'amore.
Amare consapevolmente significa quindi liberarsi dagli attaccamenti e smettere di dipendere dall'amore ma diventare amore.
Essere consapevoi dell'amore significa anche libearsi dai sentimenti di possesso e rendersi conto che come tutto nell'universo anche l'amore è ciclico.
Solo nella mancanza d'amore potremmo apprezzare e valorizzare l'amore stesso.
Diventare consapevoli di questo sentimento ci farà migliorare moltissimo anche nella seduzione e nella capacità di coinvolgere le persone che ci interessano.
Avremo inoltre la possibilità di verificare la relazione tra gli obiettivi sentimentali che ci siamo prefissati ed il nostro comportamento quotidiano ed i nostri pensieri.
Quello che pensiamo, soprattutto i pensieri che ssfuggono all'attenzione della nostra mente è estremamente importante.

Nella tua vita le persone andranno e verranno. Alcune ti tratteranno bene altre malamente. Accetterai l’amore che è in loro e vedrai la sua mancanza per quello che è: un grido d’aiuto da parte di chi soffre. Incoraggerai gli altri a trovare la Fonte dell’Amore in loro stessi come hai fatto tu, sapendo benissimo di non poter risolvere i loro problemi. La tragedia della loro vita può essere affrontata solo dalla loro disponibilità a guardare dentro i loro cuori e alla loro mente.
Chi ama senza condizioni non pone limiti alla libertà propria né a quella altrui, non cerca di trattenere l’amore, perché cercare di trattenerlo significa perderlo. L’amore è un dono che va sempre dato quando è richiesto e chi lo dona sa sempre quando e a chi va dato. Non c’è nulla di difficile nell’atto d’amore. Lo diventa solo se s’inizia a trattenere amore, ed allora esso cessa di essere amore offerto.
Chi ama se stesso non teme di essere solo, perché la solitudine offre l’opportunità di amarsi e di accettarsi ancor più profondamente. Se la persona amata lo rifiuta, si sente forse indegno e si compiange ritraendosi dal mondo o mettendosi alla ricerca di un sostituto? No, egli continua semplicemente a respirare e ad estendere il suo amore ad ogni passo della sua esperienza.

Nessun commento:

Posta un commento