martedì 19 luglio 2011

DIALOGO INTERIORE


DIALOGO INTERIORE



Con il DIALOGO INTERIORE creo quelle che sono definite profezie autoavverantisi o in inglese self fullfidding profecy
Come diceva Henry Ford sia che tu pensi di farcela sia che pensi di non farcela hai comunque
ragione.
Il DIALOGO INTERIORE per mette la SEDUZIONE di se stessi.



DIALOGO INTERIORE  può essere erogato un servizio emotivo in cambio di un servizio oggettivo che viene fornito senza nemmeno chiederlo ma è la naturale
conseguenza del servizio emotivo offerto.
Il DIALOGO INTERIORE è la via regia di accesso alle proprie  e permette un
cambiamento rapido dell’identità trasmutando ciò che prima era in qualcosa che sarà,
il nuovo individuo con nuove possibilità.



La maggior parte delle persone non si rende conto di come le proprie reazioni 
emotive siano influenzate dal dialogo interiore. Il dialogo interno rappresenta quella 
voce dentro di noi che accompagna continuamente con i suoi commenti tutto quello 
che percepiamo. 


Il concetto New Age che "il pensiero crea" o che "il pensiero attira conferme di se stesso", se tolto da un contesto magico (posso ottenere quello che voglio se lo penso intensamente), può essere letto come tendenza fondamentale a leggere e soprattutto interpretare o dare un senso alla realtà in base ai nostri criteri interni.


Tutti noi parliamo a noi stessi, nella nostra mente, ogni giorno. 
Spesso non  ci accorgiamo di questi  messaggi perché viaggiano troppo veloci, o 
perché ci diciamo le stesse  cose così spesso che sono diventati quasi un’abitudine. 
In realtà questi piccoli messaggi sono molto importanti perché incidono sul modo in 
cui ci sentiamo. A volte l’inquietudine interiore nasce da un dialogo interno finito 
fuori controllo.



E come nella fucina dell’alchimista si trasmutava il ferro in oro con questa
metallurgia della mente le idee si combinano tra loro dando luogo a qualcosa di
completamente nuovo, così come quando l’idrogeno si combina con l’ossigeno
dando luogo ad una nuova sostanza. L’acqua.
In un’epoca di astronauti bisogna imparare a diventare entronauti andando verso noi
stessi ed oltre noi stessi, verso gli altri ed oltre gli altri, verso la serenità ed oltre il
puro benessere.
Facendo un viaggio nell’irrealtà del reale e nella realtà dell’irreale.
Nell’apparente possibilità dell’impossibile e nella sostanziale impossibilità del
possibile.
Nella logicità dell’illogico e nell’assurdità del logico.
Molti dei problemi relazionali e sentimentali nascono nella famiglia d’origine,
trovano soluzione o si aggravano nella famigli acquisita, si placano o si esasperano
nelle relazioni affettivo sessuali, trovano compensazione o ulteriore esasperazione
nel lavoro.

Nessun commento:

Posta un commento