giovedì 14 luglio 2011

ESSERE CREATIVI


ESSERE CREATIVI





Essere creativi significa avere la capacità di produrre nuovi comportamenti e nuovi modi di pensare. 
Si tratta di portare agire la seduzione sulla nostra parte creativa in modo da stimolarla alla soluzione dei problemi.
In questo modo riusciamo, a livello neurologico, a creare nuove sinapsi, cioè nuovi collegamenti tra le cellure cerebrali, i neuroni. Per fare questo è provare a pensare in modo diverso trovando soluzioni alternative.
Un modo per farlo è quello di abituarsi, quando dobbiamo risolvere qualche problema a trovare, oltre alle soluzioni classiche, figlie della logica e della razionalità, anche delle soluzioni non “classiche” figlie delle emozioni e dell'istinto.
Un modo per abituarsi a sviluppare la creatività è quello di produrre soluzioni “non convenzionali”, è quello di abituarsi a trovare nuove risposte a vecchie domande.
Come procedere:
Mettersi seduti in posizione comoda, con la schiena eretta appoggiata allo schienale della sedia.
Tenere le gambe non incrociate e le mani appoggiate sulle cosce.
Chiudere gli occhi.
Visualizzare, mantenendo la concentrazione sul respiro.
Portare l'attenzione mentale sul problema che si vuole risolvere e lasciare che l'intelligenza emotiva elabori nuove soluzioni.
Per favorire il processo provare a pensare a cosa si dovrebbe fare per aumentare il problema stesso.
Questa tecnica, che ho chiamato del contrasto, permette invertendo i comportamenti di andare verso la soluzione.
Un modo analogo è quello di dare una risposta alle seguente domanda:
cosa non sarei disposto a fare per risolvere il problema?”
Le domande stimolano le risposte e quello che dobbiamo imparare a fare è trovare nuove domande che possano fornire nuove risposte mantenendo sempre il giusto ottimismo.
Un ottimista è colui che vede soluzioni in ogni problema, un pessimista colui che vede problemi in ogni soluzione.
E' dunque importante il giusto ottimistico attegiamento verso la vita.

Nessun commento:

Posta un commento