domenica 3 luglio 2011

SEPARAZIONE CON FIGLI






La SEPARAZIONE in una coppia va gestita nel modo migliore per evitate problemi, soprattutto nel caso di figli.
Nella fase di SEPARAZIONE  seduzione e tecniche di seduzione ci permettono di effettuare una SEPARAZIONE non conflittuale e senza sofferenza
L'ingegneria della seduzione (IDS) è la metodologia più moderna ed efficace che studia in modo preciso ed “ingegneristico” tutte le strategie e le tecniche di seduzione formalizzandole in modo chiaro e preciso in modo da renderle fruibili da tutti insegnando in modo pragmatico ed immediatamente applicabile metodologie che ci permettereranno di vivere bene e meglio la nostra vita di “relazioni sociali”ed anche qualora sia inevitabile la SEPARAZIONE



Il legame è una condizione perennemente in bilico tra due significati opposti, che segnalano affetti e appartenenza, ma anche impaccio e impedimento. Esistono vincoli che non hanno a che fare con la realtà e la responsabilità della vita in comune, ma che sono creati dalla fantasia e dai pregiudizi dei partner e che danno origine alle illusioni di coppia. Un'illusione frequente riguarda la convinzione che è impossibile pensare ad una separazione, ma paradossalmente è proprio la certezza che la separazione appartiene ad uno degli scenari realmente possibili ad aiutare la coppia a viversi come il frutto di una reale scelta e quindi a reimpegnarsi nella costruzione del progetto comune.
"Solo se so che, pur soffrendone, posso comunque anche vivere senza di te, solo allora saprò che se scelgo di stare con te è perché davvero lo voglio, anche nei momenti difficili".






Quando due genitori hanno ormai preso la decisione di separarsi, è fondamentale che trovino un modo chiaro e adeguato per spiegare ai figli i cambiamenti che avverranno in famiglia e che, 


direttamente o indirettamente, li investiranno.
La separazione dei genitori è considerata uno tra gli eventi di vita più stressanti, per tutti i membri che compongono una famiglia. I bambini vivono la rottura del nucleo familiare come ingiusta, si sentono tristi e amareggiati. Spesso nutrono risentimento nei confronti dei loro genitori e possono ritenere uno dei due responsabile di questa decisione.
Per arrivare a comprendere appieno la situazione e ad accettare che sia definitiva, possono essere necessari anche alcuni mesi.
E’ fondamentale che, da parte di entrambi i genitori, ci siano chiarezza e sincerità nelle comunicazioni che vengono date ai bambini. Hanno la necessità di sapere con chi andranno a vivere e quando avranno la possibilità di vedere l’altro genitore, hanno bisogno di essere rassicurati sul fatto che entrambi i genitori vogliono loro bene come prima.
Ricordatevi che i bambini non devono avere un ex-papà o una ex-mamma, sono gli adulti che hanno deciso di porre fine alla loro relazione matrimoniale. 


Pensare che "sono troppo piccoli per capire" o “quando la situazione sarà più chiara gli spiegherò 

tutto” perchè “parlargli sarebbe una sofferenza in più per il bimbo


La separazione coniugale è un evento sempre più diffuso e con il quale una molteplicità 

di bambini si confronta ogni giorno. I dati statistici ricavati dalle indagini ISTAT sul
territorio italiano mostrano un aumento che diventa anno dopo anno sempre più 
consistente. "Separazione" significa non solo disunione di due persone che stanno
insieme, ma anche ridefinizione di parametri per un nucleo familiare che viene a
mutare. Infatti la separazione coniugale comporta modalità di relazioni non più libere, 
ma regolate sovente da decisioni emesse da un organo esterno, il Tribunale (ad esempio 
per ciò  che concerne modalità  e durata degli incontri tra genitore non affidatario e
minore)



È normale che un genitore si senta preoccupato e anche un po' impreparato all'idea di spiegare al proprio figlio cosa sta accadendo in famiglia, ma è importante che questa difficoltà venga riconosciuta e affrontata, eventualmente anche con il supporto di un professionista adeguato, per evitare che si trasformi nell'accettazione passiva di una facile rassicurazione che "con il tempo le cose si sistemeranno da sole
Non è importante che un bambino provenga da una famiglia unita o da una famiglia divisa: i bambini possono trovarsi male in entrambi i tipi di famiglia. Ci può essere collaborazione, una buona educazione e attenzione alle regole in ogni tipo di famiglia. Le minacce, i litigi, le offese e le tensioni continue possono creare bambini infelici, insicuri, con problemi comportamentali anche in una famiglia "tradizionale." La separazione sarà dolorosa ma è accettabile, ciò che è dannoso è essere oggetto di rivendicazione, restare invischiato in dinamiche inconsce.
Il tema "separazione" è scottante e attuale, poichè ci rimanda a legami rispetto alla famiglia di origine da prosciogliere: cordoni ombelicali invisibili sono attivi più spesso di quanto non vogliamo credere. Sono testimone di molte persone che proprio a partire dal divorzio, iniziano quel lento e faticoso ritiro delle proiezioni e pretese dal partner, scoprono per la prima volta di avere potere trasformativo sulla loro vita, riescono a percepire l'ex coniuge come persona, e uscendo dalla delega reciproca si scoprono padre e madre dei figli, confermando ancora che non sono gli eventi in sè a essere buoni o cattivi, ma il desiderio e la capacità di crescere attraverso ogni esperienza.


Nessun commento:

Posta un commento