sabato 2 luglio 2011

TIME LINE


time line



La TIME LINE è una metafora in base alla quale la persona può riorganizzare le sue memorie ed il suo modo di reagire nel presente:
Essa nasce dall’osservazione delle submodalità con le quali noi codifichiamo il presente, il
passato, il futuro.
Individuare la TIME LINE è utilissima anche nei rapporti sentimentali e nella SEDUZIONE.
Nella sua applicazione portiamo la persona in una “metaposizione” al di là dei concetti
temporali e di causa effetto in base ai quali ha costruito il proprio comportamento.
Il nostro modo di organizzare le nostre memorie e di reagire a queste è infatti appreso e
proprio per questo può cambiare.
Come il cervello codifica e conserva le sue memorie?
Le memorie sono registrate, complete di tutta la sensorialità, nel processo mentale e
conservate nello spazio del periodo in cui sono avvenute e con il trascorrere del tempo
hanno sempre più importanza.
L’uomo ha una linea del tempo che è un codice per il cervello, per riconoscere come
codifica emette in archivio le memorie, altrimenti non ci sarebbe differenza tra presente,
passato e futuro.
È utile capire come è costruita la linea del tempo, perchè essendo composta di ricordi, se
vengono cambiate le emozioni di un buon numero di ricordi, cambia anche la personalità.
Anche il comportamento è la conseguenza di decisioni prese nel passato che sono archiviate
nella linea del tempo, è possibile accedere anche alle decisioni tramite la scoperta della linea
del tempo.
Per conoscere la linea del tempo è diversa da cultura a cultura ed anche da persona a
persona all’interno della stessa cultura.
La linea del tempo ha una localizzazione nello spazio dove sono situate le memorie tra
passato, presente e futuro.
Per estrarre la linea del tempo occorre cercare un ricordo nel passato e fare attenzione da
quale punto dello spazio arriva il ricordo. Bisogna fissare mentalmente quel punto.
Bisogna poi pensare ad un avvenimento che si sa accadrà nel futuro, per esempio ad un
mese da oggi ,e notare da quale direzione arriva e prenderne nota.
Adesso consideriamo noi oggi e notare qual è la nostra posizione nello spazio tra gli altri
due punti.
Si può avere conferma di queste direzioni usando ricordi più recenti o più lontani.
Fare lo stesso con il futuro, cercando le immagini di eventi che accadranno in epoche
diverse.
A questo punto si hanno una serie di punti nello spazio.Unendo questi punti con una linea
immaginaria si trova che forma prende questa linea.
La linea de tempo può essere retta da sinistra a destra o viceversa, può essere spezzettata,
può essere curva ,ecc..
Tuttavia esistono solo due distinzioni fondamentali:
1) Persone con linea del tempo Trhough time (attraverso il tempo)
Sono persone dissociate dalla propria linea del tempo, la linea del tempo è davanti a loro e
possono vedere tutto passato, presente, e futuro e non importa in quale forma, anche se la
linea è lunga e arriva agli estremi della visione periferica.
L’importante è esserne fisicamente fuori e la vederla esterna.

Le persone che hanno questa organizzazione della linea del tempo hanno la consapevolezza
del tempo che passa che è un continuo svolgersi senza interruzioni.
Normalmente sono dissociati dai ricordi che sono davanti a loro, non possono dimenticarli
perché li vedono e possono avere l’impressione che il tempo scorra lento.
Sono persone ordinate, sequenziali, in orario.
Riescono bene nei lavori in cui devono seguire una traccia e sanno completare il lavoro in
tempi fissi.
Consevano i ricordi ordinatamente, per categorie, come ad esempio quella delle decisioni,
degli studi, ecc. e per questo hanno difficoltà a ricordare gli avvenimenti specifici, come una
particolare decisione o una particolare nozione.
Suddividono il loro tempo e non mischiano quello per lavorare e quello oer divertirsi.
Hanno un carattere piuttosto serio e pianificano facilmente la loro vita.
Persone con linea del tempo In time ( nel tempo)
La linea del tempo attraversa la persona e la persona fa parte di questa linea e bisogna
spostare la testa, anche solo leggermente per vedere tutto, passato, presente, futuro.
Le persone che hanno la linea del tempo organizzata in questo modo non hanno la
percezione del trascorrere del tempo.
Sono associati a qualsiasi cosa facciano e non danno valore al tempo che pensano di
utilizzare come se fosse il triplo di durata di quello che in realtà è.
Sono soliti a dire frasi come “metti il passato dietro alle spalle”.
Percepiscono il tempo, lo sentono, ricordano molto bene e specificatamente le cose fatte ,
sono associati al presente e sanno focalizzarsi molto bene sul lavoro anche se contornati dal
caos.
Vivono quello che succede nel momento e rincorrono gli avvenimenti. Sono persone
indipendenti ed hanno difficoltà a prendere decisioni perchè gli piace avere molte scelte a
cui pensare, a mantenere opzioni aperte.
Hanno difficoltà a finire riunioni e compiti perchè non riescono a stare bene entro un
percorso.
Tendono a procrastinare, a volte non sono ordinati e non sono puntuali.
Accedono facilmente ai ricordi perchè si associano e li rivivono separatamente gli uni dagli
altri.
Cercano di svolgere il lavoro come un divertimento, con passione, sono spontanei, flessibili,
aperti a ciò che accade.
Preferiscono non avere una linea di condotta ma seguono le opportunità e non amano lo
schematismo.
Perchè conoscere la linea del tempo
È possibile che le due linee del tempo convivano nella stessa persona ma siano usate
alternativamente a seconda delle situazioni e questo è molto positivo per avere equilibrio ed
al tempo stesso flessibilità comportamentale.
Dopo aver distinto queste due tipologie , che sono facilmente riconoscibili dal
comportamento essendo l’una l’opposto dell’altra, possiamo considerare in che modo
utilizzare queste informazioni.
Prima di tutto è bene conoscerle per comunicare meglio perchè si possono prevedere le
reazioni degli interlocutori agli stimolo offerti.
Per esempio se avete appuntamento con un professionista e notate che vi fa attendere, c’è
rumore e confusione nello studio e per scusarsi del ritardo inizia ad elencare tutti i problemi
che ha avuto, allora è un persona In time.
Se invece vi fa attendere pochissimo, ha lo studio tranquillo ed ordinato, è molto formale e
serio quando vi ascolta è una persona Through time.
Conoscere la linea del tempo è anche molto importante per decidere di cambiarla in un
contesto dove può essere vantaggioso.
Ad esempio è importante essere through time per progettare il futuro, per andare a cercare le
risorse, sbloccare i problemi, curare i dettagli essere professionali, cioè per tutto quello che
riguarda la progressione ed il miglioramento della propria vita.
È invece importante essere in time per vivere la vita essendo consapevoli di ogni momento
bello e rigenerarsi in esso, per essere focalizzati in caso di difficoltà, per trasformare i
momenti difficili in qualcos’altro, per uscire dagli schemi abituali.
Le persone attraverso il tempo custodiscono le proprie memorie in particolari scomparti che
rappresentano la sintesi delle esperienze come felicità, infelicità, tristezza, motivazione,
apprendimento, ecc.,quindi è molto importante alimentare continuamente gli scomparti
positivi, usando creativamente la capacità di trasformazione.
È molto importante essere in grado di modificare la propria linea del tempo a seconda del
contesto o della situazione.
Per prendere le decisioni è meglio essere trhough time, essere dissociati e tenere sotto
cpntrollo tuaa la situazione, per attuare le decisioni, per viverle è invece opportuno esser in
time.

Nessun commento:

Posta un commento