mercoledì 24 agosto 2011

COMUNICARE AMORE

COMUNICARE AMORE


COMUNICARE AMORE e SEDUZIONE è la chiave del successo sentimentale. 
Esistono due mondi:
 1. Il mondo delle potenzialialità
 2. Il mondo delle azioni che realizzano le potenzialità.


 Imparare ad ottimizzare la relazione tra questi mondi è la chiave fondamentale del successo. 


Un uomo e una donna sedevano presso una finestra che si apriva sulla primavera. Sedevano vicini l'uno all'altra. E la donna disse: "Ti amo. Sei bello, e ricco, e indossi sempre begli abiti". E l'uomo disse: "Ti amo. Sei un pensiero meraviglioso, sei una cosa troppo preziosa per tenerla nella mano, sei una canzone nei miei sogni". 


Ma la donna distolse il volto, incollerita, e disse: "Lasciami, te ne prego. Non sono un pensiero, e non sono una cosa che passa nei tuoi sogni. Sono una donna. Voglio che mi desideri come moglie, come madre dei bimbi che un giorno avremo". E si separarono. E l'uomo disse: "Ecco che un altro sogno si dissolve in nebbia".


 E la donna disse: "Che farsene di un uomo che mi trasforma in nebbia e sogno?" (Gibran)


 Generalmente si ritiene che la coppia sia fondata su una diade,
 l'Io ed il Tu. Niente di più errato. La coppia nasce da una diade, ma per sopravvivere nel tempo necessita di evolversi in una triade: 


l'Io, il Tu ed il Noi. Il Noi è la relazione stessa, inteso come spazio di condivisione e progettualità reciproca. Senza di esso la diade o diventa una monade fusionale o permane in una dualità senza nessun fine.


 Per essere attraenti non bisogna necessariamente essere belle, alte, magre, bionde, con gli occhi azzurri; non sempre infatti una donna considerata attraente è "bella" secondo lo stereotipo comune.


 Il fascino dipende dalla gestualità, dalla simpatia, dalla capacità di essere adeguate alle situazioni, dalla loquacità o dai silenzi, da quanto si è capaci di essere seducenti


.La seduzione in quanto tale non riguarda semplicemente l'arte di colpire un uomo, nei confronti del quale si instaura una sorta di gioco che può essere affascinante e intrigante, ma può essere applicata a 360 gradi, in tutto quello che si fa, ogni giorno. Ci sono donne che hanno innata l'arte di sedurre e la applicano a ogni situazione tanto da sembrare, specie alle altre donne, "eccessive".


 Ce ne sono altre, invece, che sanno "dosare" questa capacità/qualità creando un fascino al quale è davvero difficile resistere e che coinvolge anche le altre donne. E' un modo di riscoprire la propria femminilità, sepolta sotto i vari ruoli (madre, moglie, donna in carriera, casalinga, ecc.) nei quali si è costrette dalle necessità del vivere. E' importante piacersi più che piacere; una persona che si piace, che sta bene con se stessa comunica sicurezza, simpatia, attrae gli altri, entra in relazione vera con le persone. 


Possedere una buona autostima, diventa dunque non solo un diritto, ma un dovere verso noi stessi, poiché tiene lontane ansie, disagi, insicurezze e anche molti disturbi di origine psicosomatica. In altre parole significa imparare a volersi bene, ad occuparsi di se stesse, a mettere in gioco quella piccola dose di "egoismo", necessario per essere equilibrate anche nelle relazioni con gli altri. Nella storia di EROS e di AGAPE si alternano in continuazione due diverse concezioni: quella dell’amore inteso come forza vitale e quella che si riferisce all’oggetto al quale si rivolge.


 Per addentrarsi nel mondo dell’amore spesso ci si rifà al concetto di bene e di male e per far questo al rapporto tra Caino ed Abele, fratelli ma diversi, che incarnano gli stereotipi del bene e del male. M a guardarli meglio si scopre che la bontà di Abele è anche la sua debolezza metra la cattiveria di Caino è anche la sua forza. La nostra mente logica ha una natura binaria: attività-passività bene-male forza debolezza coraggio-viltà bellezza-bruttezza 


Guardando meglio però si può scoprire che il coraggio può nascondere l’incapacità di vivere una vita normale, la viltà può rivelarsi una sana prudenza. L’attività può diventare frenesia e la passività introspezione
 La mancanza di ascolto attivo è la causa principale dei litigi. In una discussione accade spesso di non prestare realmente ascolto alle parole dell'altro; la nostra mente è impegnata non tanto a capire la sua posizione, ma ad elaborare una risposta. 
Ascoltare in modo attivo significa manifestare reale interesse per quello che l'altra persona dice e ciò che lascia intendere con il linguaggio non verbale. 
Nell'ascolto attivo mente e corpo sono protesi verso l'altro e questo permette di capire le motivazioni che l'hanno spinto a dire o fare qualcosa prima di giudicare o di sentirsi feriti ed offesi.


 Insomma ascoltarsi aiuta a capirsi e quindi ad amarsi di più Ogni donna è in grado di affascinare un uomo e per questo non è necessario essere perfette, perché quello che affascina è la semplicità, la naturalezza e il coraggio di essere se stesse.

Nessun commento:

Posta un commento