domenica 21 agosto 2011

CONQUISTARE CHI SI AMA

CONQUISTARE CHI SI AMA




Per sedurre e CONQUISTARE CHI SI AMA  è vietato ammiccare o fare vagare lo sguardo al di là del volto dell'interlocutore. Catturare gli occhi dell'altro con i propri, offrendo uno sguardo intenso e diretto, suggerisce sentimenti di fiducia, apertura, simpatia.
Possono essere tanti i fattori che inducono a sentirsi attratti da una persona, tutti però concorrono a innescare una reazione ma nessuna a conti fatti è determinante.
    Per alcuni può essere la bellezza, per altri l'intelligenza e così via, ma alcune volte ci rendiamo conto che certe coppie, sembra abbiano trovato la chiave dell'amore e della lunga vita insieme, per fattori che non riusciamo a individuare.
    Ed ecco che a volta si vedono persone molto belle che pur riscuotendo successo non riescono poi a vivere un rapporto di coppia nel tempo, altre persona invece, apparentemente insignificanti, conducono una vita all’insegna dell’amore nel tempo, sempre con lo stesso uomo
La seduzione è un modo d'essere. Parte dalla capacità di capire le esigenze dell'altro, saper ascoltare, parlare di ciò che lo interessa, emotivamente  fa sì che questa persona si interessi a noi e sia contenta di stare in nostra compagnia. E poi per sedurre occorre piacersi, aver fiducia in sé stessi: la sicurezza è molto attraente!".


Nell'ambito di una conquista è vincente usare il senso dell'umorismo, sia per abbandonarsi alle risate, ogni volta che l'occasione lo consente, sia per riuscire a divertire il prorpio partner. Ridere insieme è un po' come baciarsi.
CONQUISTARE CHI SI AMA e giocare il gioco della SEDUZIONE per essere felice in amore
CONQUISTARE CHI SI AMA
 per non soffrire.
CONQUISTARE CHI SI AMA per conoscerti.
Un processo di seduzione se lo analizziamo bene è costellato di fughe ed inseguimenti.
C'è chi fa pressing è chi si difende.
Ovviamente ci difendiamo quando veniamo pressati.
I meccanismi di difesa da un tentativo di seduzione sono molto diversi tra uomini e donne.
Gli uomini normalmente sono portati a difendersi dalla seduzione cedendovi ma solo fisicamente.

La resistenza alla seduzione fisica si mette normalmente in atto solamente quando la donna non ha nessun appeal sessuale oppure quando esistono forti motivazioni logiche che lo impediscono.

La ragione e la volontà devono convalidare quello che il sentimento ha proposto all'impegno che si assumono, che non è verso i valori sessuali o emozionali, ma verso il valore antologico della persona.
L'accettazione totale e incondizionata dall'altro nella nostra vita è resa possibile, innanzitutto della minimizzazione nel rapporto dell'aspetto narcisistico: in altre parole, per poter amare bisogna essere poco egoisti e dimenticare le soddisfazioni personali per dare spazio alla costruttività e alla gioia di donare. In caso contrario, sarebbe carente la disponibilità a vedere e a valutare le esigenze, le caratteristiche e la personalità dell'altro/a se non in funzione di sé: la fase dell'innamoramento mai superata e sarà così confusa con l'amore, che è invece la dimensione realistica e di verifica dell'innamoramento.
Ma spesso soprattutto se l'appeal sessuale della donna è notevole i vincoli logici vengono comunqu superati.


La possibilità di affascinare qualcuno è in gran parte affidata al tono di voce. Se è "di gola", ossia stridulo, crea una barriera emotiva perchè innervosisce; se è troppo potente e alto scatena desideri di fuga, perché risulta aggressivo, facendo apparire prevaricatori. Il tono della seduzione è basso, profondo, carezzevole. È la cosiddetta "voce di pancia", che culla, tranquillizza, intriga. Per ottenerla basta esercitarsi.



Nell'innamoramento grande importanza assume il linguaggio del corpo, esso, infatti, trasmette più di quanto non trasmetta il linguaggio delle labbra. L'uso del linguaggio non verbale ha un ruolo importante nella comunicazione con l'altro sesso. Nella maggior parte dei casi si tratta di segnali che vengono emessi e captati a livello emotivo e per questo sono più efficaci. Con le parole si può mentire con il corpo no. Uno sguardo, un sorriso indefinibile, il tono della voce, un certo modo di comunicare o di muoversi sono segni inconfondibili; piccoli segnali capaci di calamitare l'attenzione, emozionale, che fanno nascere l'attrazione ed il desiderio.
Non esiste comunque una formula unica di seduzione. In genere si è attratti da chi ha un atteggiamento positivo verso la vita, da chi ci comunica sicurezza e fiducia; eppure talvolta un uomo timido, una donna fragile, sanno risvegliare sentimenti protettivi. Questo per dire che ognuno ha un suo modo di essere seducente. La seduzione può esprimersi attraverso due canali di comunicazione: quello delle parole e quello del linguaggio non verbale, cioè quei messaggi che il corpo invia attraverso i gesti. Apparentemente il ruolo principale spetta alle parole. In realtà, soprattutto durante i primi approcci, è il corpo che comunica ciò che piace a livello emotivo o che non piace.

Il tatto è un buon mezzo di comunicazione non verbale con cui si comunica affetti e tenerezza. Un abbraccio lungo e stretto può dire di più rispetto ad un lungo dialogo.
Per favorire il piacere sessuale nella coppia è utile conoscere gli innumerevoli gesti che aiutano a potenziare la soddisfazione reciproca. Le carezze, i baci, il modo in cui lo si fa, fanno parte della gestualità affettiva e sessuale della coppia. Ovviamente non sono i gesti singoli che aiutano a trovare un equilibrio sessuale, bensì la tecnica giusta nell'usarli, unita all'amore verso l'altro.

Nessun commento:

Posta un commento